1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120
1 2 3 4 5
Corriere di Gela | Piccoli Annunci
Edizione online del Periodico settimanale di Attualità, Politica, Cultura, Sport a diffusione comprensoriale in edicola ogni sabato
 
notizia del 23/11/2013 - messa in rete alle ore 12:24:41
NISCEMI (CL), due arresti eseguiti dai carabinieri nelle ultime 24 ore, uno per maltrattamenti in famiglia, l’altro per minacce

Nella giornata di ieri, venerdì 22 novembre, i Carabinieri della Stazione di Niscemi hanno tratto in arresto, in esecuzione di ordinanza di applicazione della misura cautelare in carcere emessa dal Gip presso il Tribunale di Gela, Vincenzo Blanco (nella foto), niscemese classe ‘77, responsabile dei reati di maltrattamenti in famiglia, atti persecutori e lesioni personali.

L’arresto è scaturito dall’attività d’indagine dei Carabinieri di Niscemi che, in breve tempo, evidenziavano una serie di condotte, poste in essere dall’arrestato in un arco temporale compreso tra il gennaio 2013 e lo scorso mese di ottobre, nei confronti della propria ex compagna con la quale aveva intrattenuto una relazione sentimentale dal 2006 al 2010.

In particolare, nell’anno in corso, l’uomo, che non riusciva ad accettare la fine del loro rapporto avvenuto tre anni prima, poneva in essere reiterati comportamenti tali da cagionare un perdurante stato di paura ed ansia nei confronti della donna: minacce di morte qualora l’avesse vista con altri uomini, continui pedinamenti e liti che spesso sfociavano in percosse, anche in luoghi pubblici. L'arrestato, al termine delle formalità di rito, veniva tradotto presso il carcere di Gela a disposizione dell’ Autorità Giudiziaria.

Sempre nella mattinata di ieri, i Carabinieri di Niscemi hanno arrestato Giuseppe GUTTADAURO, classe ’56, in esecuzione di Ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari emessa dal Giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Caltagirone. Guttadauro, già sottoposto dal 16 ottobre 2012 alla misura cautelare del “divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla persona offesa”, perché ritenuto responsabile di atti persecutori e minacce nei confronti di altro cittadino niscemese, era stato sorpreso dai carabinieri il 6 novembre scorso quando, in violazione del divieto imposto, avvicinatosi alla persona offesa la minacciava reiteratamente.

Immediata la segnalazione dei militari dell’Arma alla competente Autorità Giudiziaria che ha emesso il provvedimento restrittivo prontamente eseguito. (Fonte: Comando Reparto territoriale Carabinieri di Gela)
 
Autore: Redazione Corriere di Gela
In Edicola
Newsletter
Registrati alla Newsletter Gratuita del Corriere di Gela per ricevere le ultime notizie direttamente sul vostro indirizzo di posta elettronica.

La mia Email è
 
Iscrivimi
cancellami
Cerca
Cerca le notizie nel nostro archivio.

Cerca  
 
 
 
㯰yright 2003 - 2021 Corriere di Gela. Tutti i diritti riservati. Powered by venturagiuseppe.it
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120