1 2 3 4 5
Corriere di Gela | Risolta vertenza Archimede, reintegrati i tre lavoratori licenziati
Edizione online del Periodico settimanale di Attualità, Politica, Cultura, Sport a diffusione comprensoriale in edicola ogni sabato
notizia del 14/02/2004 messa in rete alle 09:54:03

Risolta vertenza Archimede, reintegrati i tre lavoratori licenziati

I tre lavoratori che la società Archimede aveva licenziato, sono stati reintegrati al loro posto di lavoro. La revoca del licenziamento è stata annunciata intorno alle 21,30 di giovedì 5 febbraio scorso dopo una lunga ed estenuante giornata di trattative al tavolo del Circomare di Gela con la mediazione del comandante Marco Iacono delegato dal prefetto di Caltanissetta dottor Santoro
A conclusione dell’incontro abbiamo raccolto il commento del segretario della Cgil Emanuele Scicolone (nella foto).
– Scicolone, ora che la vertenza si è conclusa positivamente, possiamo dire che le trattative sono state difficili?
'E’ stata una trattativa lunga che ha visto la mediazione del comandante Marco Iacono. Alla fine l’azienda si è impegnata a revocare i licenziamenti a datare da venerdì 6 febbraio. Contemporaneamente, in attesa che il carico e scarico dei prodotti vada a regime, ha chiesto che tre lavoratori con una qualifica che verrà comunicata alle Rsu, vengano spostati per un periodo strettamente necessario, cioè quindici giorni rinnovabili, presso i cantieri di Augusta o Siracusa dove vi sono lavori similari'.
– E’ vero che ci sono stati momenti di tensione?
'Si, però alla fine è prevalso il buon senso e si è chiusa la vertenza. E’ una vittoria della lotta dei lavoratori. Il sindacato aveva ragione e ritengo di dovere ringraziare le Istituzioni come Circomare, Questura, Prefettura. Concludo dicendo che vince la correttezza e la ragionevolezza. Il sindacato è soddisfatto perché ritiene di avere ragione quando affermava che si trattava di licenziamenti pretestuosi'.
Per l’azienda Archimede al tavolo delle trattative hanno partecipato Liberante Fasseri e il dirigente di Gela Tropea Adriani. Per il sindacato c’erano Emanuele Scicolone segretario della camera del lavoro e Tonino Licata, entrambi della Cgil; per la Cisl Salvatore Licata e Gioiele, gli Rsu Emanuele Incorvaia, Paolo Nicosia e Antonio Cappello; per la Uil ufficialmente non c’era alcun rappresentante in quanto i dirigenti erano impegnati a Roma. Il cronista, per dovere di cronaca, ha rilevato che un membro della Uil era presente ma è parso che gli altri due sindacati o uno dei due, non gli riconoscessero poteri di rappresentanza. Presente il Commissario della Polizia di Stato dottor Giudice e il comandante Marco Iacono delegato dal prefetto Santoro a mediare la trattativa.


Autore : Nello Lombardo

» Altri articoli di Nello Lombardo
In Edicola
Newsletter
Registrati alla Newsletter Gratuita del Corriere di Gela per ricevere le ultime notizie direttamente sul vostro indirizzo di posta elettronica.

La mia Email è
 
Iscrivimi
cancellami
Cerca
Cerca le notizie nel nostro archivio.

Cerca  
 
 
Informa un Amico Informa un Amico
Stampa la Notizia Stampa la Notizia
Commenta la Notizia Commenta la Notizia
 
㯰yright 2003 - 2022 Corriere di Gela. Tutti i diritti riservati. Powered by venturagiuseppe.it
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120