1 2 3 4 5
Corriere di Gela | Consiglio comunale? Una “scatola vuota!”
Edizione online del Periodico settimanale di Attualità, Politica, Cultura, Sport a diffusione comprensoriale in edicola ogni sabato
notizia del 29/04/2004 messa in rete alle 09:26:49

Consiglio comunale? Una “scatola vuota!”

Altra seduta consiliare senza storia. Se si eccettua l’approvazione della maggior parte delle osservazioni presentate da alcuni proprietari di terreni (privati e cooperative) su cui é stato ubicato il piano commerciale, per il resto c’è da dire che l’organo consiliare è allo sbando senza una linea né di maggioranza né di minoranza. Dopo di che, é venuto a a mancare il numero legale sul punto riguardante u piano di fabbricazione presentato da un privato.
Sembrava che le cose andassero per il loro giusto verso dopo che sono stati forniti chiarimenti, solo che è venuto a mancare il numero legale per l’uscita dall’aula di due consiglieri comunali Ds. Non si è capito bene se si sia trattato di una mossa voluta o per una pura coincidenza. Alla seduta, presieduta c’era presente l’assessore Lana e altri funzionari.
Dopo l’ampia discussione sulle opposizioni di privati presentate al piano commerciale si è passati alla votazione sulle singole e specifiche opposizioni. Poco prima della votazione il consigliere di Forza Italia Massimo Catalano ha sollevato un problema di fondo. In sostanza si è rammaricato del fatto che nessuno dei consiglieri è in grado di sapere quale tipo di sviluppo economico avrà la città da quel piano commerciale, perché a suo giudizio, non essendo il deliberato consiliare vincolante, l’ultima parola spetterà all’Assessorato regionale territorio e ambiente.
Di parere avverso è stato il segretario generale che ha spiegato che ci si trova di fronte ad un atto il cui contenuto appartiene al consiglio. E’ proprio il Consiglio che adotta l’atto, in quanto la Regione ha semplicemente un ruolo9 di ratifica in una visione generale di interesse pubblico.
In fase di votazione dell’atto con una presenza sempre risicata di consiglieri (12-14) viene respinta l’osservazione della ditta Salinitro, mentre vengono approvate le altre 4 osservazioni di cooperative e di un altro privato. Il consiglio – come si è detto più sopra – si è arenato sul punto riguardante la localizzazione di un programma costruttivo presentato da un privato per la realizzazione di 12 alloggi. In fase di votazione si era presenti in 11 e quindi è saltata la seduta.


Autore : Nello Lombardo

» Altri articoli di Nello Lombardo
In Edicola
Newsletter
Registrati alla Newsletter Gratuita del Corriere di Gela per ricevere le ultime notizie direttamente sul vostro indirizzo di posta elettronica.

La mia Email è
 
Iscrivimi
cancellami
Cerca
Cerca le notizie nel nostro archivio.

Cerca  
 
 
Informa un Amico Informa un Amico
Stampa la Notizia Stampa la Notizia
Commenta la Notizia Commenta la Notizia
 
㯰yright 2003 - 2022 Corriere di Gela. Tutti i diritti riservati. Powered by venturagiuseppe.it
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120