1 2 3 4 5
Corriere di Gela | Consiglio sottotono per il suo primo question time
Edizione online del Periodico settimanale di Attualità, Politica, Cultura, Sport a diffusione comprensoriale in edicola ogni sabato
notizia del 11/09/2010 messa in rete alle 23:50:17
Consiglio sottotono per il suo primo question time

Un question time sottotono quello inaugurato martedì 7 settembre scorso. Le risposte agli interroganti sono state fornite dal sindaco che è arrivato con qualche minuto di ritardo e dall’assessore Orazio Maganuco. Presente per l’occasione anche l’assessore Antonio Sammito. Alla seduta hanno partecipato ventidue consiglieri comunali e precisamente: Ventura, Mendola, Gennuso, Cassarà, Casano, Giocolano, Vella, Arancio, Cafà, Fava, Cirignotta, Morselli, Gallo, Cauchi, Cravana, Lo Nigro, Pingo, Costa, Di Stefano, Di Dio, Siragusa, Trainito. A far da notaio della seduta il nuovo segretario dott. Vittorio Scalogna (nella foto sotto) proveniente dal Comune di Enna.

Invitato dal presidente Fava ad auto presentarsi ai consiglieri, ha tracciato un suo breve curriculum. Ha spiegato di avere svolto le sue mansioni un po’ in varie parti d’Italia, nel nord, in Emilia Romagna e nel Veneto. Per 19 anni è rimasto al servizio dell’Amministrazione comunale di Enna dove ha instaurato uno splendido rapporto con l’amministrazione, funzionari e consiglieri comunali. Ha concluso auspicando che a Gela possa instaurarsi lo stesso rapporto. E’ pronto a mettersi al servizio dell’Amministrazione per il bene della comunità tutta. Tutti i consiglieri gli hanno porto il benvenuto per poi passare ai vari punti all’ordine del giorno.

E’ Maria Pingo, del neo gruppo consiliare “Sicilia” a prendere la parola per annunciare che è stato designato capogruppo Salvatore Gallo, peraltro il più suffragato alle ultime elezioni.

A porre la prima interrogazione è Guido Siragusa.

Pressato dalle continue lamentele da parte dei cittadini, nel mese di giugno aveva chiesto di sapere quando l’amministrazione sarebbe intervenuta nei quartieri per procedere alla derattizzazione e disinfestazione. Adesso chiede che si intervenga in maniera strutturale e metodica in modo che nel prossimo bilancio si pensi ad una manutenzione straordinaria. L’assessore Maganuco risponde che l’amministrazione, pur essendo a corto di fondi, è riuscita ad intervenire grazie alla collaborazione di alcune imprese che hanno dato la loro disponibilità. L’intervento ha avuto termine a ridosso di ferragosto. Conclude annunciando che l’amministrazione sta programmando interventi di disinfestazione in tutte le scuole.

Il consigliere Siragusa nel dichiararsi insoddisfatto, raccomanda all’amministrazione di intervenire in forme più incisive. In una seconda interrogazione chiede di sapere se alla festa del mare organizzata dalla provincia il comune sia intervenuto con propri contributi e a che punto siano gli interventi di manutenzione straordinaria per consentire una maggiore funzionalità del porto. Il sindaco risponde leggendo una lettera scritta dall’assessore D’aleo, dalla quale si capisce ben poco per la celerità con cui egli legge. La sostanza del discorso è che il comune non ha speso nulla. Di suo Fasulo aggiunge che si sta pensando di rispolverare un vecchio progetto per consentire lo sviluppo più armonico dell’area interessata.

Insoddisfazione da parte di Siragusa soprattutto per la forma con cui gli viene fornita la risposta. Ritiene che il sindaco avrebbe dovuto fornire lui di persona ogni risposta o l’assessore poteva prendersi la briga di venire a rispondere personalmente. Contesta infine che non si sia speso nulla. Se la Ghelas è intervenuta, dice, la cosa ha comportato una spesa. Infine una raccomandazione che si facciano interventi tesi a sistemare le panchine e le buche.

Piero Lo Nigro chiede di sapere come la scuola elementare Pirandello dopo cinque anni di sballottamento degli alunni da un plesso all’altro non abbia ancora trovato una soluzione. Infine per questi disservizi invita il sindaco a svolgere un indagine per accertare responsabilità di funzionari o di chi altro, facendo nomi e cognomi.

All’interrogazione risponde personalmente il sindaco per informare che per questa scuola c’è già un progetto esecutivo da finanziare e che si stanno percorrendo altre strade delle quali il consiglio comunale sarà costantemente informato.

Terenziano Di Stefano richiama all’attenzione dei consiglieri come negli anni scorsi si sia appena sfiorato l’argomento dei parchi eolici, bocciato in tutta fretta dalla passata amministrazione. Con la sua interrogazione chiede al sindaco se ha preso in seria considerazione leggendo le carte il progetto di parco eolico e se non ritenga opportuno organizzare un tavolo tecnico con la partecipazione di specialisti perché venga fatta una valutazione di impatto ambientale. Il sindaco risponde che conosce bene il progetto. Fa sapere che ritiene quel progetto molto problematico per l’impatto con la navigazione e per il fatto che la Sicilia ha energia elettrica in esubero. Un po’ tutti, compresa la Regione ritengono che il parco per le motivazioni suddette non debba farsi. Infine a fruirne utilità e business è una società straniera che utilizzerà forza lavoro molto esigua e per di più non locale. Interviene per ultimo il consigliere Di Dio che – come lui stesso ricorda – nel corso della sua presidenza erano stati assegnati a tutti i consiglieri dei notebook per consentire ogni sorta di notifica tra presidenza e consiglieri al fine di risparmiare circa 80 mila euro l’anno per fotocopie e notifiche di atti. Ora è necessario, osserva Di Dio dare corso alla logistica perché i consiglieri possano utilizzare il notebook. Con poca spesa necessitano delle chiavette perché si possa accedere alla rete comunale. Il sindaco assicura che per il prossimo bilancio inserirà le somme necessarie per rendere pienamente funzionale il servizio ai consiglieri. Infine chiede se l’amministrazione pensa di intervenire in qualche modo, anche se non ne ha le competenze, per il recupero del pontile sbarcatoio. Il sindaco assicura anche che tornerà a parlare con la Soprintendenza sperando che lungomare e pontile divengano il fiore all’occhiello della città


Autore : Nello Lombardo

» Altri articoli di Nello Lombardo
In Edicola
Newsletter
Registrati alla Newsletter Gratuita del Corriere di Gela per ricevere le ultime notizie direttamente sul vostro indirizzo di posta elettronica.

La mia Email è
 
Iscrivimi
cancellami
Cerca
Cerca le notizie nel nostro archivio.

Cerca  
 
 
Informa un Amico Informa un Amico
Stampa la Notizia Stampa la Notizia
Commenta la Notizia Commenta la Notizia
 
㯰yright 2003 - 2022 Corriere di Gela. Tutti i diritti riservati. Powered by venturagiuseppe.it
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120