1 2 3 4 5
Corriere di Gela | L’impegno dell’Eni per una Raffineria sempre più eco-compatibile
Edizione online del Periodico settimanale di Attualità, Politica, Cultura, Sport a diffusione comprensoriale in edicola ogni sabato
notizia del 19/12/2005 messa in rete alle 23:15:04

L’impegno dell’Eni per una Raffineria sempre più eco-compatibile

Si è svolta mercoledì 14 dicembre scorso presso la Raffineria di Gela la seconda edizione di "Una Giornata per l'Ambiente", manifestazione che testimonia il particolare impegno della Raffineria nello sviluppo delle attività in modo compatibile con l'ambiente.
Anche lo scorso anno l’azienda chimica aveva indetto un concorso fotografico con tema fisso riguardante l’ambiente e la fabbrica riscuotendo forte successo ed al quale avevano partecipato persone di ogni età. Così è avvenuto anche quest’anno. Presso la mensa aziendale dove si è svolta la cerimonia c’erano i massimi dirigenti della Raffineria (Ricci, Calabrò, Bolognese) tra cui il direttore dello stabilimento Giacomo Rispoli che ha fatto il punto della situazione ambientale e i grandi passi fatti dall’Eni sul versante del risanamento ambientale investendo centinaia di milioni di euro. Ha presentato alle numerose autorità e pubblico le linee di intervento e gli obiettivi che l’azienda persegue nella massima trasparenza e in perfetta sintonia con il territorio e le istituzioni. Questi in sintesi alcuni tra gli obiettivi che Rispoli ha elencato:
Per la gestione dell’ambiente la Raffineria si è proposta di:
– controllare, monitorare e gestire i propri aspetti ed impatti ambientali, promuovere il "miglioramento continuo" delle prestazioni ambientali, anche anticipatamente ai limiti disposti dalla legislazione vigente; comunicare verso l'esterno le proprie prestazioni ambientali ed i propri obiettivi di miglioramento con chiarezza e trasparenza;
Principali progetti: Emissioni in atmosfera
– Interconnessione condotti per convogliamento fumi dal camino quadricanne all'impianto Snox (completato)
– Ammodernamento impianto caricamento pet-coke (completamento nel 2006)
– Inserimento doppie tenute pompe Deposito interno carburanti (completamento nel 2005)
Il percorso della raffineria è rivolto anche alla protezione del suolo, sottosuolo e falda con una progressiva, sistematica e definitiva riduzione degli odori. Gli investimenti complessivi ammontano a 160 milioni di euro così suddivisi: 30 milioni (2004); 45 milioni (2005); 50 milioni (2006); 35 milioni (2007).
“L'impegno in materia di Salute, Sicurezza e Ambiente è stato e continua ad essere un tratto distintivo dell’Eni – ha sottolineato Rispoli – le cui politiche definiscono in modo trasparente i principi, gli obiettivi e i compiti che ciascun lavoratore deve perseguire nello sviluppo delle attività. Un impegno che ha i suoi punti qualificanti nell'utilizzo di moderne tecnologie, nella continua ricerca e innovazione ma anche nella ampia e puntuale informazione verso l'esterno.
Sono queste le direttrici lungo le quali si è mossa da tempo anche la Raffineria di Gela e che, attraverso la presentazione della "Dichiarazione Ambientale", a breve potrà ottenere la "Registrazione EMAS" il riconoscimento pubblico degli impegni presi dalla Raffineria per la protezione e la tutela dell'Ambiente”.
Con la "Dichiarazione Ambientale" la Raffineria di Gela ha voluto mettere a disposizione della collettività dati ed informazioni di carattere ambientale per un confronto continuo sul raggiungimento dei traguardi prefissati.
Per raggiungere standard di eccellenza nella tutela dell'Ambiente, come si è detto più sopra, numerosi sono i progetti che la Raffineria di Gela ha concluso o sono in avanzato stato di realizzazione: dalla protezione del suolo, sottosuolo e falda alla riduzione degli odori all'abbattimento delle emissioni in atmosfera.
Su questo ultimo punto è stato completato nel mese di novembre il totale convogliamento dei fumi di combustione della Centrale Termoelettrica al sistema di depurazione denominato Snox. Un impianto la cui tecnologia è citata nel BRef-BAT Reference document (il documento che raccoglie/definisce le migliori tecnologie disponibili) recentemente adottato dalla UE nell'ambito della Direttiva Prevenzione e Controllo Integrato dell'Impatto Ambientale (IPPC). Dopo la corposa relazione dell’ing. Rispoli che si è giovato anche della proiezione su un grande schermo delle tematiche trattate, sono stati invitati ad intervenire sul podio il sindaco Crocetta, il Presidente della Provincia Filippo Collura, ed il vescovo di Piazza Armerina Mon. Michele Pennisi
La manifestazione si è conclusa con la premiazione dei migliori disegni presentati al concorso di pittura "La Raffineria per l'Ambiente" indetto dalla Raffineria di Gela e riservato ai dipendenti e ai loro familiari. Un fuoriprogramma lo ha realizzato il direttore Rispoli quando ha chiesto che la bambina più buona d’Italia Andrea Ventura, presente nella mensa assieme a papà e mamma, si avvicinasse a lui perché anche a lei voleva offrire un premio così come era avvenuto per i quindici bravi disegnatori. Scroscianti applausi e un breve discorsetto rivolto alla bambina per dirle brava per la sua generosità.


Autore : Nello Lombardo

» Altri articoli di Nello Lombardo
In Edicola
Newsletter
Registrati alla Newsletter Gratuita del Corriere di Gela per ricevere le ultime notizie direttamente sul vostro indirizzo di posta elettronica.

La mia Email è
 
Iscrivimi
cancellami
Cerca
Cerca le notizie nel nostro archivio.

Cerca  
 
 
Informa un Amico Informa un Amico
Stampa la Notizia Stampa la Notizia
Commenta la Notizia Commenta la Notizia
 
㯰yright 2003 - 2022 Corriere di Gela. Tutti i diritti riservati. Powered by venturagiuseppe.it
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120