1 2 3 4 5
Corriere di Gela | Per il Consiglio comunale ultimi (e tardivi) colpi d’ala
Edizione online del Periodico settimanale di Attualità, Politica, Cultura, Sport a diffusione comprensoriale in edicola ogni sabato
notizia del 21/03/2010 messa in rete alle 22:52:26
Per il Consiglio comunale ultimi (e tardivi) colpi d’ala

Lunedì scorso il consiglio è stato riunito in seduta urgente per dare un'interpretazione autentica della modifica al regolamento votata a fine dicembre nella parte in cui stabiliva in 750 euro il costo del rinnovo della concessione trentennale del loculo.

Il caso è scoppiato nel momento in cui, morto un parente di un consigliere, ai familiari per il riutilizzo di un loculo sono stati chiesti 2600 euro. I casi del defunto parente del consigliere e quelli analoghi di altri cittadini cui non venivano chiesti i 750 pattuiti dal Comune ma somme più elevate, sono venuti all'orecchio del consigliere liberale Grazio Trufolo che ha avuto la settimana scorsa un feroce scontro verbale con il dirigente dell'Ecologia ing. Giovanni Costa. Trufolo ha minacciato querele.

Per superare l'impasse, il presidente Di Dio ha convocato il consiglio comunale perché si esprimesse con un'interpretazione autentica dell'articolo del regolamento di polizia mortuaria votato a dicembre. Intanto martedì è saltato il question time per mancanza di numero legale.

Al momento dell’appello, anche se si è temporeggiato per consentire l’arrivo di altri consiglieri, non c’è stato nulla da fare. Conferenza stampa urgente mercoledì scorso convocata per comunicare lo stato dell’arte sul piano regolatore generale e sul bilancio comunale.

Una lettera del commissario inviata alla regione, modificata di concerto tra Di Dio e Commissario Greco, è servita a liberare da ogni responsabilità il consiglio comunale. Ormai non c’è più alcun dubbio che la Regione invierà a Gela un commissario ad acta perché il numero dei consiglieri titolati a votare non formano il quorum necessario. Il bilancio che doveva approdare in consiglio, era purtroppo fermo per la mancanza di una firma. Di Dio è riuscito a superare l’intoppo ottenendone il deposito presso l’ufficio di presidenza. Sembra comuqnue difficile superare i tempi burocratici molto lunghi. Comunque la macchina amministrativa si è messa in moto


Autore : Nello Lombardo

» Altri articoli di Nello Lombardo
In Edicola
Newsletter
Registrati alla Newsletter Gratuita del Corriere di Gela per ricevere le ultime notizie direttamente sul vostro indirizzo di posta elettronica.

La mia Email è
 
Iscrivimi
cancellami
Cerca
Cerca le notizie nel nostro archivio.

Cerca  
 
 
Informa un Amico Informa un Amico
Stampa la Notizia Stampa la Notizia
Commenta la Notizia Commenta la Notizia
 
㯰yright 2003 - 2022 Corriere di Gela. Tutti i diritti riservati. Powered by venturagiuseppe.it
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120