1 2 3 4 5
Corriere di Gela | Primarie Pd: La spunta l’asse Renzi-Fasulo
Edizione online del Periodico settimanale di Attualità, Politica, Cultura, Sport a diffusione comprensoriale in edicola ogni sabato
notizia del 13/12/2013 messa in rete alle 21:58:10

Primarie Pd: La spunta l’asse Renzi-Fasulo

«Passata la festa, gabbato lu santu». E’ un modo di dire che calza bene in tutte le regioni e in tutte le città. E così anche a Gela. Dopo l’euforia delle primarie del Pd che ha tenuto mobilitati tutti gli apparati di partito, ma anche gente che non aveva nulla a che fare con il Pd e che ha determinato la vittoria annunciata di Renzi, adesso è tornata la calma, ma si legge nell’aria che qualcosa è cambiato. Intanto chi dava per spacciato il sindaco Fasulo, sostenitore di Renzi, ha sbagliato i suoi calcoli in quanto lui, dopo i risultati delle primarie a Gela, può sicuramente ambire e candidarsi al parlamento nazionale. Un risultato che lo rafforza come sindaco e lo proietta a governare con la pace di tutti.

Renzi ha sfiorato di poco il 60% dei suffragi. Cuperlo è rimasto sotto il 40%, mentre Civati non è arrivato neppure al 5%.

La città è stata divisa in tre sezioni. Gela 1, dove votavano gli iscritti al Pd; Gela 2 dove votavano gli elettori che nel certificato elettorale risultavano iscritti nelle sezioni elettorali dalla n.1 alla 33; Gela 3 dove votavano gli elettori che nel certificato elettorale risultavano iscritti dalle sezioni elettorali dal n. 34 in poi.

Sono stati 2.303 su 3.102 gli elettori non iscritti al Pd a votare nei gazebo 2 3, dove si è determinata la vittoria del sindaco di Firenze. Fasulo capolista per Renzi nel collegio unificato di Caltanissetta-Gela ci ha messo la faccia, come suol dirsi, giocandosi credibilità e futura carriera politica. E’ stato molto bravo ad organizzarsi, ma altrettanto bravo lo staff degli assessori Pd e non, che lo ha sostenuto in questa sorta di kermesse politica.

Questi i risultati complessivi

- Renzi 1.810 pari al 58,35%

- Cuperlo 1.123 pari al 36,23%

- Civati 129 pari al 4,16%

Totale votanti 3.102

Cuperlo, sostenuto dagli apparati della sinistra Pd (D’Alema, Bersani, Bindi...) forse è stato il candidato che ha ottenuto percentualmente più voti a Gela rispetto alle sezioni degli iscritti Pd. Dalle nostre parti ha doppiato Renzi. Infatti nella sezione n. 1 ha ottenuto 540 voti pari al 67,7% rispetto a Renzi che ha fatto registrare 230 voti pari al 28,8%. Civati si è fermato a 24 voti con il 3%. L’unica nota stonata per Cuperlo, sostenuto a Gela da Speziale, Arancio e Donegani, la scarsa affluenza al voto da parte dei tesserati al partito democratico. Su circa 2.000 iscritti hanno votato circa 800 persone.

Questi i commenti a caldo che abbiamo raccolto subito dopo lo spoglio dei voti.

Angelo Fasulo (sindaco di Gela sostenitore di Renzi).

«C’è stata una grandissima partecipazione. Più di 3000 votanti, quasi una vittoria della democrazia in cui si dimostra che il Pd è un partito che riesce ancora a muovere la gente. Tra l’altro ha vinto il candidato che può fare meglio per il partito e per l’Italia. La cosa bella è stato l’afflusso dei non tesserati. Ciò significa che in questa scommessa hanno voluto dire la loro. Questo chiedeva la gente e così è stato. Gela con 3.300 votanti credo che sia il Comune dove si è votato di più e abbiamo da essere veramente contenti perché siamo andati oltre le previsioni».

Miguel Donegani (ex deputato all’Ars, sostenitore di Cuperlo).

«Una buona partecipazione. Siamo l’unico partito che fa congressi reali. Attraverso la partecipazione delle primarie è stato un momento di festa. Il dato consolidato era nelle aspettative che vincesse Renzi. Il trend in tutta la Sicilia è quello che vede Renzi vincere la segreteria del partito. Il dato di Cuperlo su Gela è in controtendenza sul dato nazionale. Il partito adesso deve iniziare a reindirizzare la politica su percorsi seri anche attraverso ilo governo Letta con figure forti attorno al segretario dandogli autorevolezza».

Giacomo Gulizzi (consigliere comunale di stretta fede fasuliana, sostenitore di Renzi).

«E’ stata una grande affermazione di Renzi nella nostra città. Nella sezione degli iscritti Cuperlo ha ottenuto più voti, ma il valore è stato bassissimo considerato che hanno votato non più di ottocento persone su duemila iscritti. Questo il dato a differenza di venti giorni dove al chiuso avevano votato più di 1.800 iscritti. Nei gazebo, cosiddetti aperti, c’è stata una netta prevalenza di Renzi che recupera il risultato e ci fa vincere di larga misura».

Nuccio Cafà (consigliere comunale Pd, sostenitore di Civati)

«Mi ritengo soddisfatto per il risultato ottenuto. Come ruolo istituzionale ero solo schierato con Civati. Tanti amici hanno collaborato e ci hanno dato fiducia. Sia Civati che Cuperlo erano svantaggiati rispetto a Renzi. Parlo naturalmente a titolo personale. Passata questa competizione dove ciascuno aveva la facoltà di schierarsi con chi voleva, adesso ognuno deve ritornare al proprio posto. Non ci sono più guerre né competizioni. Abbiamo votato, c’è stata una elezione democratica che ha visto vincitore Renzi, ed occorre prenderne atto».

Claudia Caizza (segretaria 1° circolo, vicina a Donegani, a sostegno di Cuperlo).

«Un risultato buono sotto il profilo dell’affluenza al voto, con una partecipazione di oltre tre mila elettori. Da oggi in poi il mio segretario è Renzi. Va sottolineato anche il fatto come abbia tenuto anche Gianni Cuperlo che ha ottenuto 1123 voti rispetto ai 1800 di Renzi. Quel risultato sta a significare che è stato confermato il voto dei circoli. Quindi il lavoro dei gruppi dirigenti è stato un lavoro importante e determinante che sottolinea la tenuta di Cuperlo. Si tratta semplicemente di 600 voti di distacco a Gela e quindi non c’è tutta questa grande differenza che altri mirano a sottolineare. Adesso ci organizzeremo per il meglio perché questo risultato è importante perché è stata una festa per il Pd, un grande sentimento di cambiamento. Ora a Gela noi come circoli dobbiamo lavorare per un partito unito che pensi a risolvere i problemi della gente».

Angelo Licata (segretario circolo Gela Centro, vicino a Speziale, sostenitore di Cuperlo)

«Sono molto soddisfatto per la massiccia partecipazione cittadina. Chi aveva dubbi che i cittadini, presi dalla crisi quotidiana e dai loro problemi, si recassero al voto, si è sbagliato di grosso. Invece quando alla gente è data la possibilità di esprimere il proprio consenso partecipa dimostrando che le primarie sono uno strumento formidabile di democrazia. Sono veramente orgoglioso che i democratici siano gli unici ad avere gli strumenti che vengono messi a disposizione di tutti i cittadini e non solo degli iscritti. A Gela Cuperlo tiene bene rispetto al dato nazionale in quanto prende il doppio dei voti di Renzi. Le urne no hanno dato ragione a Gianni Cuperlo. Spero però che le sue idee di un partito proiettato a sinistra nella difesa dei più deboli, possa essere maggioranza col segretario Renzi».

Giuseppe Licata (segretario circolo Pd Gela Città, sostenitore di Renzi).

«Soddisfattissimi per la vittoria di Renzi se si pensa che eravamo minoranza, due circoli contro un circolo. Adesso non conosco ancora il dato nazionale essendo stato impegnato nello spoglio0 al gazebo n.1. Quando sapremo il dato reale che credo non si discosti da quello ottenuto a Gela, credo avremo l’opportunità di esprimerci al meglio. E sarà il dato di quello che vuole la gente. Le aspettative non sono state disattese. E’ stata una grande prova di democrazia che solo il nostro partito ha avuto il coraggio e la determinatezza di mettere in campo. Il dato che emerge da queste primarie è sicuramente la volontà della gente di esprimersi liberamente ed anche un monito agli uomini di apparato che sono finiti i tempi in cui sono solo loro a manovrare nel chiuso delle segreterie».


Autore : Nello Lombardo

» Altri articoli di Nello Lombardo
In Edicola
Newsletter
Registrati alla Newsletter Gratuita del Corriere di Gela per ricevere le ultime notizie direttamente sul vostro indirizzo di posta elettronica.

La mia Email è
 
Iscrivimi
cancellami
Cerca
Cerca le notizie nel nostro archivio.

Cerca  
 
 
Informa un Amico Informa un Amico
Stampa la Notizia Stampa la Notizia
Commenta la Notizia Commenta la Notizia
 
㯰yright 2003 - 2022 Corriere di Gela. Tutti i diritti riservati. Powered by venturagiuseppe.it
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120