1 2 3 4 5
Corriere di Gela | Attesa per l’arrivo della capolista Frosinone
Edizione online del Periodico settimanale di Attualità, Politica, Cultura, Sport a diffusione comprensoriale in edicola ogni sabato
notizia del 18/02/2004 messa in rete alle 21:55:30

Attesa per l’arrivo della capolista Frosinone

Frosinone, Brindisi, Palmese: il Gela si accinge a sfidarle in sequenza al Presti, assumendo le vesti d’arbitro nell’accanita lotta verso la C1. Queste tre sfide impegnative saranno inframmezzate dalle trasferte, maggiormente abbordabili, di Nocera e Ragusa. Contro le prime della classe sarà possibile costatare in modo definitivo quali saranno gli obiettivi a cui potrà legittimamente ambire la formazione d’Ugolotti.
Un pensierino ai play-off è inevitabile, ma al fine di perseguire validamente l’oramai tradizionale miraggio occorre una sterzata al rendimento altalenante sin qui manifestato dall’undici giallorosso. Forse basterebbe un po’ di convinzione in più nella psiche dei giocatori gelesi, sovente bloccati dal punto di vista mentale quando avviene l’avvicinamento alle zone nobili della classifica.
Nella stagione attuale, peraltro, in linea con quella passata, il Gela può vantare una rosa di qualità, quantomeno sulla carta, in grado di coltivare l’obiettivo play-off. Molte antagoniste in lotta per la quinta piazza, oltre a disporre di un or ganico, se non inferiore, per lo meno qualitativamente alla pari rispetto a quello giallorosso, stanno attraversando un pessimo stato di forma: il Giugliano è in forte crisi e gradualmente va spegnendosi sempre di più, l’Andria, la formazione maggiormente accreditata, ha pagato notevolmente la cessione del fortissimo mediano La Rosa al Foggia, mentre Igea e Melfi di certo non sono superiori alla formazione gelese palesando la medesima discontinuità nel rendimento. Infine l’Isernia sta pagando la follia del presidente, Antonino Pane, il quale dopo aver provocato il fallimento di Savoia, Turris e Sorrento medita un analoga fine per il club molisano, dopo aver creato irregolarità finanziarie ed esonerato il tecnico Domenicali sette giorni addietro con delle motivazioni non ancora precisate.

Qualora il Gela al contrario debba, in virtù di una serie di risultati poco soddisfacenti, guardare in basso, la situazione potrebbe divenire fortemente preoccupante poiché la Lodigiani, con i suoi pezzi da novanta, sta già recuperando, mentre Cavese e Castel di Sangro si sono fortemente rinforzate e costituiscono una seria minaccia. In conclusione ci auguriamo che Formisano e compagni mantengano almeno il solito rendimento altalenante, il quale non permetterà di cullare certi sogni ma potrà consentire notti tranquille.
Tornando al match contro il Frosinone, Ugolotti dovrebbe confermare per ora il 4-4-2, ripresentando in campo Semplice e Campanile, entrambi re-duci da infortunio, e il capitano Scopelliti, assente nel turno precedente per squalifica. Esordirà dal primo minuto il neoacquisto Mariani, giovane difensore molto valido, forse un lusso per la C2. L’ex giocatore della Pro Patria è reduce da un lungo infortunio (10 mesi d’assenza), è rientrato ad ottobre e qualche apparizione con l’undici di Busto Arsizio gli ha consentito un graduale recupero della condizione fisica, ma è chiaro che adesso ha bisogno di giocare per ritrovare lo smalto di un tempo. Il Frosinone, primo in classifica, è destinato a vincere il campionato, considerato l’indebolimento delle concorrenti Brindisi e Palmese: Buonocore, il bomber De Cesare, lo spauracchio Aquino, Manca, i due De Angelis, Ripa, Tatomir e tanti altri hanno reso e continueranno a rendere questa squadra un rullo compressore, orchestrato magistralmente da Arrigoni, il quale in B non avrà fatto faville, ma in C2 ha dimostrato di sapere il fatto suo. In parole povere sarà una sfida affascinante, con molte stelle in campo, peccato però che lo spettacolo debba subire un forte impoverimento a causa delle pessime condizioni del terreno di gioco.
Intanto la società per richiamare più pubblico in occasione della partitissima di domenica contro il Frosinone ha ritoccato i prezzi. In tribuna si pagherà solo 12 Euro, in curva 3, le donne in ogni ordine di posto potranno entrare con 3 Euro.


Autore : Paolo Cordaro

» Altri articoli di Paolo Cordaro
In Edicola
Newsletter
Registrati alla Newsletter Gratuita del Corriere di Gela per ricevere le ultime notizie direttamente sul vostro indirizzo di posta elettronica.

La mia Email è
 
Iscrivimi
cancellami
Cerca
Cerca le notizie nel nostro archivio.

Cerca  
 
 
Informa un Amico Informa un Amico
Stampa la Notizia Stampa la Notizia
Commenta la Notizia Commenta la Notizia
 
㯰yright 2003 - 2021 Corriere di Gela. Tutti i diritti riservati. Powered by venturagiuseppe.it
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120