1 2 3 4 5
Corriere di Gela | Gela tutto da reinventare
Edizione online del Periodico settimanale di Attualità, Politica, Cultura, Sport a diffusione comprensoriale in edicola ogni sabato
notizia del 20/07/2003 messa in rete alle 21:51:38

Gela tutto da reinventare

Una marcia di avvicinamento al ripescaggio un po‚ turbolenta per il Gela, la cui dirigenza non ha esitato a manifestare i soliti dissapori e conflitti che da tempo caratterizzano i rapporti tra i soci. Il presidente Emanuele Fraglica (nella foto), ha scoperto di non avere molti estimatori all’interno del gruppo dirigenziale, notizia che non avrebbe dovuto sorprenderlo più di tanto alla luce degli errori commessi nella passata stagione, e per riacquistare la fiducia degli altri soci ha promesso di non agire autonomamente, concedendo agli altri dirigenti un pò di spazio decisionale, con l’ulteriore disponibilità a dimettersi dall’incarico di presidente. Chissà, forse ci troviamo innanzi alla solita farsa di questa dirigenza, i cui componenti si beccano in continuazione quasi ogni estate per poi risolvere il tutto in un “volemose bene” generale, ma quel che importa consiste nell’avvenuta riappacificazione che ha consentito l’iscrizione al torneo di C2 dopo aver ottenuto la fidejussione dalla Banca Antonveneta. Per la prossima stagione di certo i vari soci dovranno riunirsi con maggiore frequenza attorno ad un tavolo per effettuare scelte di natura tecnica e non solo, in seguito ad una attenta ponderazione dei pro e dei contro che possono derivare da certe decisioni, evitando di conseguenza che sia solo una persona, magari priva della idonea competenza, ad attuare le scelte più importanti. Dovranno cambiare altri aspetti: il problema-sponsorizzazione per esempio, poiché forse giunge il momento per il Gela di svincolarsi da un eccessiva dipendenza dalla solita somma annuale che il Comune elargisce alla società, cercando invece altri fonti dalle quali possono derivare ulteriori introiti. Altro aspetto che va curato concerne il settore giovanile, deludente a livello di risultati nell’ultima stagione, senza trascurare la continutià che dovrà sussistere nel lancio di giovani locali che magari possano ripercorrere le orme di Docente.
Va curato inoltre il manto erboso del Vincenzo Presti, ai limiti dell‚indecenza per un torneo di C2, fermo restando l’altro aspetto negativo del mancato funzionamento dell‚impianto di illuminazione che preclude la possibilità di disputare qualche posticipo serale. Per quanto riguarda il mercato, ovviamente non sono state perfezionate operazioni in entrata nell‚attesa di un ripescaggio che, giorno dopo giorno, si fa sempre più imminente.
Il tecnico con molta probabilità sarà Ezio Castellucci, che ha un accordo verbale con la dirigenza, sebbene nelle ultime settimane sia sorto qualche dubbio nella mente del tecnico campano che ha indotto il neo ds Di Mauro ha sondare la disponibilità di Ammirata. Anche Ciccio Semplice, svincolatosi dall’Igea, è in attesa della riammissione in C2 per tornare a giocare nella sua città natia, sebbene il Vittoria, altra formazione che potrebbe partecipare al torneo professionistico, richieda con insistenza l’attaccante gelese. Per quanto riguarda alcuni degli elementi che hanno indossato la maglia giallorossa nella passata stagione e che si sono svincolati, spicca innanzitutto il nome di Marco Comandatore, che sta per accasarsi a Vittoria dopo aver ricevuto l’immeritevole benservito dalla società. Colletto è stato acquistato dal Sora (C2), Ciulla è andato al Modica (serie D), mentre Matinella, trascorsi due giorni dalle dichiarazioni di Fraglica che lo aveva considerato incedibile, è tornato all’Igea Virtus firmando un biennale con la società di Bonina. La stessa Igea vuole fortemente Ciccio Erbini, ma è improbabile che il Gela si privi di un leader in campo e nello spogliatoio. Cataldi è conteso da Modica e Vittoria, mentre su Procopio ha puntato gli occhi l’ambiziosa Cavese, neo-promossa in C2.
Ma la cessione più sorprendente è giunta negli ultimissimi giorni: al Lecce, in serie A, è stato ceduto il portiere Panico, riserva di Castelli nella passata stagione, ma comportatosi egregiamente nelle poche occasioni in cui è stato chiamato in causa. Farà il terzo portiere dietro il titolare dell’Under 21 Amelia e lo jugoslavo Poleksic, ma quest'ultimo non è stato ancora riacquistato (era a Lecce in prestito nella passata stagione)a causa di qualche contrattempo, per cui qualora persistessero le difficoltà, Panico potrebbe diventare il secondo portiere della formazione salentina.


Autore : Paolo Cordaro

» Altri articoli di Paolo Cordaro
In Edicola
Newsletter
Registrati alla Newsletter Gratuita del Corriere di Gela per ricevere le ultime notizie direttamente sul vostro indirizzo di posta elettronica.

La mia Email è
 
Iscrivimi
cancellami
Cerca
Cerca le notizie nel nostro archivio.

Cerca  
 
 
Informa un Amico Informa un Amico
Stampa la Notizia Stampa la Notizia
Commenta la Notizia Commenta la Notizia
 
㯰yright 2003 - 2021 Corriere di Gela. Tutti i diritti riservati. Powered by venturagiuseppe.it
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120