1 2 3 4 5
Corriere di Gela | Il Consiglio rinvia la decisione sul condono
Edizione online del Periodico settimanale di Attualità, Politica, Cultura, Sport a diffusione comprensoriale in edicola ogni sabato
notizia del 04/04/2003 messa in rete alle 21:51:02

Il Consiglio rinvia la decisione sul condono

Due sedute consiliari per affrontare gli stessi argomenti ma ancora una volta nulla di fatto e se ne parlerà lunedì prossimo. Nell’ultima seduta di mercoledì scorso si è parlato nuovamente di condono fiscale e di Ici ma dopo una lunga discussione maggioranza ed opposizione hanno preferito demandare tutto ai gruppi consiliari ed alle commissioni per trovare una soluzione unitaria sulle modalità di applicazione del condono e dell’Ici.
Nel corso del dibattito si sono scontrate più filosofie rispetto alla possibilità di sanare alcune questioni legate al condono. E’ emersa, ad esempio, l’idea che va favorito chi non si è mai autodenunciato, ossia chi non ha mai subito accertamenti. I consiglieri della Margherita hanno sostenuto che i condoni sono di due tipi, riconducibili a chi non ha pagato le imposte ed a chi ha avuto irrorata una sanzione per mancato versamento di una tassa; inoltre bisognerebbe distinguere se il contribuente è moroso o abbia presentato ricorso.

Quindi le procedure debbono essere diverse. Di fronte a questa concezione restrittiva di applicazione del condono ci sono stati altri che hanno ritenuto che esso debba avere un’applicazione molto più generale e comprendere oltre che sanzioni ed interessi, anche una parte dell’imposta. Nuova Sicilia ha proposto la sanatoria dell’imposta fino ad 1/3. Franco Liardo di Alleanza Nazionale ha sostenuto che il consiglio comunale deve solo aderire alle indicazioni provenienti dalla legge: di qui l’opportunità di sanare le posizioni contributive comunque si presentino. I consiglieri hanno anche affrontato il regolamento Ici. Il discorso è caduto sulle aree fabbricabili su cui già insistono delle costruzioni e sulle aree dove sono in corso di costruzione gli edifici di civile abitazione. Anche qui diversità di vedute e quindi si è pensato di accantonare la discussione rinviandola alla prossima seduta di lunedì prossimo nel corso della quale si parlerà anche della mozione del consigliere Franco Liardo riguardante l’istituzione della consulta giovanile.


Autore : Nello Lombardo

» Altri articoli di Nello Lombardo
In Edicola
Newsletter
Registrati alla Newsletter Gratuita del Corriere di Gela per ricevere le ultime notizie direttamente sul vostro indirizzo di posta elettronica.

La mia Email è
 
Iscrivimi
cancellami
Cerca
Cerca le notizie nel nostro archivio.

Cerca  
 
 
Informa un Amico Informa un Amico
Stampa la Notizia Stampa la Notizia
Commenta la Notizia Commenta la Notizia
 
㯰yright 2003 - 2022 Corriere di Gela. Tutti i diritti riservati. Powered by venturagiuseppe.it
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120