1 2 3 4 5
Corriere di Gela | Per il Gela, prove tecniche di C1
Edizione online del Periodico settimanale di Attualità, Politica, Cultura, Sport a diffusione comprensoriale in edicola ogni sabato
notizia del 25/05/2007 messa in rete alle 21:50:06

Per il Gela, prove tecniche di C1

A distanza di due anni la Gela sportiva, alla vigilia dei play-off, rivive le stesse emozioni. Anche in questo caso la prima ondata di caldo pre-estiva fiacca un po’ tutti, ma per i tifosi la temperatura corporea si innalza ancor di più, un effetto provocato dall’entusiasmo e della tensione dovute al grande evento.
Biglietti a ruba per la semifinale con il Potenza, una gara sulla bocca di tutti, e la città inevitabilmente si risveglia da quel costante torpore in cui era scivolata dopo il fallimento della vecchia società. E se due anni fa i tifosi consideravano il Gela di Domenicali tra i favoriti per la vittoria negli spareggi ma s’auspicavano che la dirigenza abbandonasse al più presto il timone, la situazione attuale, con Sanderra (nella foto) in panchina, contempla uno scetticismo maggiore in relazione ad un eventuale salto di categoria ma si nutre piena fiducia nei confronti di una dirigenza che ha lavorato bene al primo anno, per così dire, d’apprendistato.
Per tutti il più forte sulla carta, e dunque il favorito per la promozione, è il Benevento, ma la storia dei play-off c’insegna che non sempre la squadra attrezzata nel modo migliore prevale sulle avversarie. Condizione fisica, psicologica, ambientale, le strategie adottate dagli allenatori, direzioni arbitrali e fortuna: ecco gli altri ingredienti che possono incidere e stravolgere i pronostici. Anzitutto la tifoseria gelese crede nel superamento del turno con il Potenza, e questa è una nota molto importante, perché i ragazzi di Sanderra hanno bisogno dell’apporto del pubblico per conquistare un successo interno, possibilmente con due gol di scarto, necessario per acquisire una condizione favorevole in vista del ritorno.
Sugli spalti saranno in tremila a tifare per Berti e compagni, tutti in armonia, biancazzurri e giallorossi, accomunati dal desiderio di festeggiare, a distanza di due anni, un nuovo approdo in serie C1. Per quanto concerne la situazione relativa alle due antagoniste, indicazioni importanti sono emerse dalle amichevoli che Gela e Potenza hanno disputato nello scorso fine-settimana. Il team di Sanderra presenta meno punti oscuri: il 4-4-2 è pressoché certo, gli unici dubbi si riferiscono agli esterni di centrocampo, e contro la formazione “primavera” del Catania Corapi e Ikè sono stati schierati dal primo minuto, con Bacchi e D’Alessandro relegati in panchina e subentrati nella ripresa. Ovviamente non si tratta di scelte definitive, e in settimana Sanderra ha valutato attentamente eventuali alternative, ma non è da escludere che proprio Corapi e Ikè possano partire dal primo minuto nella sfida con i lucani.
Altro dubbio riguarda l’utilizzo, nel ruolo di terzino destro, di Sapienza o Grando, e si tratta di una scelta difficile perché il prescelto dovrà marcare il temibile bomber della formazione d’Arleo, Nolè. Sapienza spinge meno sulla fascia ed è più bravo in marcatura, ma Sanderra potrebbe chiedere gli inserimenti offensivi anche ai terzini e dunque optare per l’impiego di Grando. Dunque il Gela che affronterà il Potenza dovrebbe schierarsi in campo con il 4-4-2 e con il seguente undici: Recchi; Grando (o Sapienza), Fabbro, Mancini, Comandatore; Corapi, Parlagreco, Berti, Ikè (o D’Alessandro); Cirillo, Omolade (nella foto sopra il titolo).
La situazione del Potenza invece è abbastanza ingarbugliata, perché i lucani, da agosto a fine febbraio erano guidati da Dellisanti il quale schierava i suoi con un classico 4-4-2. La campagna-acquisti di gennaio è stata attuata in funzione di quel modulo, poi Arleo è subentrato a Dellisanti e per risalire la china in classifica ha mutato disposizione tattica passando al 4-3-3 o 3-4-3 a secondo dei casi. Dopo una serie di vittorie, il modulo del Potenza è però apparso inefficace, e nelle ultime otto giornate di campionato i lucani hanno conquistato solo due vittorie, tre pareggi e tre sconfitte. Nei play-off la situazione è nettamente differente: con due pareggi il Potenza supererebbe il turno, ha l’esclusiva esigenza di strappare un pari al Presti, e pertanto punterà su una gara prevalentemente difensiva. Arleo potrebbe innalzare un muro a centrocampo, schierando i suoi con un 4-5-1, correndo però il rischio di farsi schiacciare dal Gela, oppure ricorrere al 4-4-2 per annullarsi reciprocamente con i biancazzurri di Sanderra.
In amichevole contro la Nocerina di Pasquale Casale Arleo ha utilizzato il 4-5-1 con Tassone (ex del Gela) e Nolè schierati da esterni di centrocampo ma pronti a supportare Pignalosa in attacco in fase di possesso-palla.
I lucani dovranno fare a meno per squalifica del titolare Berretti, giovane centrocampista molto dinamico e abile negli inserimenti offensivi, utilizzando al suo posto un altro ex del Gela, Mimmo Giugliano, per il quale è iniziata la fase calante di una carriera ricca di soddisfazioni.
Il Potenza dunque subisce una grave perdita dal punto di vista agonistico, considerata la lentezza di Giugliano in mezzo al campo. Essendo quasi certo l’atteggiamento “catenacciaro” del Potenza, Sanderra dovrà gestire sapientemente la gara utilizzando sin dal primo minuto due esterni offensivi, perché il Gela dovrà immediatamente aggredire i rossoblu per trovare la via del gol. Gli ospiti cercheranno di addormentare la gara e di non correre rischi, motivo per cui occorre sorprenderli con il furore agonistico utilizzando i giocatori fantasiosi e bravi nell’uno contro uno. Il Gela possiede le qualità e l’organizzazione tattica necessarie per superare il Potenza, e con l’aiuto dello splendido pubblico, pronto a rivestire il ruolo di dodicesimo uomo in campo, nulla è precluso ai biancazzurri, i quali possono vantare anche una condizione fisica e psicologica migliore rispetto a quella dei potentini.
Gran coreografia sugli spalti, la gara avrà inizio alle ore 16.


Autore : Paolo Cordaro

» Altri articoli di Paolo Cordaro
In Edicola
Newsletter
Registrati alla Newsletter Gratuita del Corriere di Gela per ricevere le ultime notizie direttamente sul vostro indirizzo di posta elettronica.

La mia Email è
 
Iscrivimi
cancellami
Cerca
Cerca le notizie nel nostro archivio.

Cerca  
 
 
Informa un Amico Informa un Amico
Stampa la Notizia Stampa la Notizia
Commenta la Notizia Commenta la Notizia
 
㯰yright 2003 - 2021 Corriere di Gela. Tutti i diritti riservati. Powered by venturagiuseppe.it
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120