1 2 3 4 5
Corriere di Gela | In Consiglio comunale è tempo di tatticismi
Edizione online del Periodico settimanale di Attualità, Politica, Cultura, Sport a diffusione comprensoriale in edicola ogni sabato
notizia del 08/02/2003 messa in rete alle 21:41:10

In Consiglio comunale è tempo di tatticismi

Non ci sono bastate due sedute consiliari, neppure la sospensione di un’ora per dire si o no alla variante urbanistica riguardante la realizzazione dell’aeroporto Federico II in contrada Ponte Olivo. Sotto la presidenza di Angela Galioto, (nella foto) si è registrato un dibattito per certi verso sereno, ma non sono mancate le solite battute a volte ironiche e a volte arroganti per avanzare pretese di primogeniture di atti consiliari. Il discorso si riferisce sia ai consiglieri di centro sinistra che di centro destra. Si è toccato il tasto sul vecchio progetto riguardante l’autostrada Gela-Siracusa, incompiuta, interrotta, dimenticata ed ora ritornata alla ribalta per una variante urbanistica. Chi ne fu l’artefice? Il centro sinistra, con in testa il gruppo Pdci ha gridato ai quattro venti di lasciare a Cesare ciò che è di Cesare e forse non ha tutti i torti anche se un atto iniziato decenni fa trova la sua conclusione ora che impera il centro destra. Mercoledì lo ha rispolverato il centro sinistra anche se la legge del silenzio assenso aveva già operato.

Ma torniamo alla variante dell’aeroporto. Dopo che tutti i consiglieri, nell’ora di sospensione della seduta, avevano avuto modo di verificare tutti gli incartamenti e le caratteristiche tecniche della variante si è arrivati alla ripresa dei lavori per decidere di votare. Solo che sono cominciate una serie di critiche riguardanti la fattibilità o meno del progetto. Ci si è chiesto il perché dell’allungamento della pista di atterraggio, se veramente un aeroporto siffatto avrà la forza politica di essere sostenuto dal momento che ci sono altri aeroporti candidati e sostenuti, uno dal governatore Cuffaro e l’altro dal potente Musumeci. E poi, si è detto, è necessario conoscere molto di più e si è invocata la presenza dell’assessore allo sviluppo economico Enzo Antonuccio, assente perché in missione. E allora che fare? Non resta da fare altro che rinviare nuovamente la seduta. Nel frattempo Antonuccio sarà tornato. E quando l’assessore proponente sarà in aula consiliare, quali altri intoppi potranno esserci? E’ tutto da vedere perché al punto in cui siamo ogni atto è buono per fare polemica spicciola, per fare congetture oscure e per non concludere alcunché. Questa volta l’intoppo è avvenuto sulla variante al progetto dell’aeroporto, la prossima volta dove “cadrà l’asino”?


Autore : Nello Lombardo

» Altri articoli di Nello Lombardo
In Edicola
Newsletter
Registrati alla Newsletter Gratuita del Corriere di Gela per ricevere le ultime notizie direttamente sul vostro indirizzo di posta elettronica.

La mia Email è
 
Iscrivimi
cancellami
Cerca
Cerca le notizie nel nostro archivio.

Cerca  
 
 
Informa un Amico Informa un Amico
Stampa la Notizia Stampa la Notizia
Commenta la Notizia Commenta la Notizia
 
㯰yright 2003 - 2022 Corriere di Gela. Tutti i diritti riservati. Powered by venturagiuseppe.it
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120