1 2 3 4 5
Corriere di Gela | Il Gela con il mal d'attacco
Edizione online del Periodico settimanale di Attualità, Politica, Cultura, Sport a diffusione comprensoriale in edicola ogni sabato
notizia del 16/10/2004 messa in rete alle 21:38:30

Il Gela con il mal d'attacco

Dopo aver affrontato avversari che giocano a viso aperto riscuotendo larghi consensi, il Gela è bloccato al Liotta di Licata da un Rende eccessivamente guardingo e falloso, pregiudicando così la possibilità di riagguantare il primo posto in classifica.
Un brutto segnale, poiché se la squadra di Domenicali ha sofferto contro gli ambiziosi calabresi di Simeoni, figuriamoci quali pene potrebbero patire Berti e compagni quando al Presti scenderanno in campo squadre che lottano per la salvezza e con l’acqua alla gola. Gara dopo gara cresce sempre di più il rammarico per l’assenza di una punta centrale in grado di sfondare la retroguardia avversaria, e non sempre i vari Carboni, Catalucci e Levacovich (foto) potranno togliere le castagne dal fuoco a mister Domenicali.
Spesso e volentieri, quando una squadra indiscutibilmente forte non riesce ad aver ragione di un avversario nettamente inferiore sul piano tecnico a causa della tattica ostruzionistica da questi adottata sul terreno di gioco, sovviene in aiuto la giocata del singolo, del fuoriclasse, magari rimasto in ombra, durante l’incontro, per 89 minuti, ma pur sempre in grado di annullare una prestazione deludente con una mossa decisiva ai fini del successo.
Ecco cosa è mancato al Gela sceso in campo con il Rende: il colpo risolutore, quel colpo che, a parte Levacovich o Carboni, difficilmente può attuare il tenero Abate o il vivace, ma poco prolifico, Lo Coco. Disponesse di una prima punta capace di realizzare al-meno una decina di reti in questa stagione, il Gela e i suoi tifosi potrebbero sognare un obiettivo ancora più prestigioso di quello prefissato all’inizio del torneo, e vale a dire il primo posto in classifica.
A questa squadra manca la classica ciliegina sulla torta, quell’attaccante che permetta un definitivo salto di qualità della compagine giallo-rossa, il cui reparto offensivo non può competere con il terminale d’attacco della Cavese (Scichilone-Placentino), del Manfredonia (Manca, Mitri, Vadacca) o della Rosetana (Bizzarri, Colella, La Cava). Per ora accontentiamoci di un Gela comunque da elogiare, essendo ancora imbattuto mantenendo una posizione più che soddisfacente in classifica, e l’altalenante prestazione avuta contro il Rende non deve far sorgere alcun dubbio sulla competitività dell’undici di Domenicali per quanto concerne l’obiettivo dei play-off.
Bisogna tener conto, inoltre, delle difficoltà di un calendario poco favorevole per il Gela nelle prime sei giornate, e per quanto riguarda i quattro match sin qui disputati si può tranquillamente asserire che Unniemi e compagni hanno superato tali avversità con gran personalità. Restano gli ultimi due ostici appuntamenti, ossia le consecutive trasferte in Abruzzo, a Vasto e a Roseto per l’esattezza, dopo di ché il calendario sarà in discesa per il Gela dovendo affrontare Taranto, Igea e Morro d’Oro. A Vasto sarà molto dura per l’undici giallo-rosso, poiché la squadra abruzzese è reduce da due sconfitte, in casa contro la Rosetana e poi a Morro d’Oro, e di conseguenza vorrà riscattarsi per evitare l’imminente apertura di una crisi che striderebbe con l’obiettivo dei play-off perseguito dalla dirigenza. Ripescata all’ultimo momento dai dilettanti dopo aver addirittura disputato la prima giornata nel girone H, perdendo peraltro in casa, la Pro Vasto ha usufruito di una proroga di mercato dalla Lega per poter allestire un organico competitivo per la C2, risultato quasi raggiunto dalla società poiché a fronte d’arrivi importanti, soprattutto per il centrocampo e l’attacco quali Marziano, Muratore e Di Corcia, funge da contrasto l’assenza d’elementi adeguati in difesa, anello debole della rosa abruzzese, affidata all’esperto Fausto Silipo (dopo il clamoroso rifiuto di Cadregari, prima scelta per la dirigenza e in panchina solo a Nocera nella partita d’esordio conclusasi con una sconfitta). Proprio l’ex-centrocampista di Catania, Taranto e Pescara, Igor Marziano e l’attaccante Di Corcia saranno assenti per squalifica, insieme a Marasco, nel match contro il Gela.
Assenze pesanti che potrebbero favorire la squadra di Domenicali, il quale al contrario non dovrebbe avere problemi di formazione, ed è tentato dall’idea di schierare sin dal primo minuto Lo Coco (al posto d’Abate) e Unniemi (fuori Catalucci), entrambi positivi nel secondo tempo della sfida contro il Rende.
La Pro Vasto, ancora alla ricerca di un modulo fisso e in generale di una propria identità, annovera tra le proprie fila un fresco ex del Gela, Luca Campanile, sceso in campo a Nocera, con esiti soddisfacenti, nella gara inaugurale, per poi subire un nuovo infortunio che lo ha costretto a stare fermo e quasi sicuramente non potrà sfidare la sua ex squadra.
Per quanto riguarda le vicende extra-calcistiche del Gela, ricordiamo che in settimana si è tenuto un incontro ufficiale nel palazzo di città tra i dirigenti giallo-rossi e l’amministrazione comunale, la quale ha promesso di elargire un contributo speciale pari a trecentomila euro in favore della società di Cammarata e Romano, da spalmare nei prossimi tre anni e da inserire nella voce “sponsorizzazione” nell’ambito del bilancio comunale. E’ stato inoltre deciso che il precedente proprietario del Gela, Fraglica, non potrà liberarsi della fideiussione prestata a garanzia della società fino a quando non avrà pagato i debiti pregressi, tra cui alcuni stipendi relativi a giocatori ancora tesserati per il Gela (Castelli e Mariani, presenti all’incontro). In conclusione, un segnale più che positivo a conferma della volontà da parte del Comune di aiutare la nuova dirigenza nell’obiettivo di portare in alto il nome di Gela e del Gela Jt, ma ci auguriamo che a tali promesse, contratte dall’amministrazione comunale, segua il rispetto degli impegni presi nei confronti dei cittadini e dei tifosi giallo-rossi.


Autore : Paolo Cordaro

» Altri articoli di Paolo Cordaro
In Edicola
Newsletter
Registrati alla Newsletter Gratuita del Corriere di Gela per ricevere le ultime notizie direttamente sul vostro indirizzo di posta elettronica.

La mia Email è
 
Iscrivimi
cancellami
Cerca
Cerca le notizie nel nostro archivio.

Cerca  
 
 
Informa un Amico Informa un Amico
Stampa la Notizia Stampa la Notizia
Commenta la Notizia Commenta la Notizia
 
㯰yright 2003 - 2021 Corriere di Gela. Tutti i diritti riservati. Powered by venturagiuseppe.it
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120