1 2 3 4 5
Corriere di Gela | Il Gela senza senza Cunzi riceve il Monopoli
Edizione online del Periodico settimanale di Attualità, Politica, Cultura, Sport a diffusione comprensoriale in edicola ogni sabato
notizia del 18/09/2009 messa in rete alle 21:03:49

Il Gela senza senza Cunzi riceve il Monopoli

Il Gela ne fa 4 all'Aversa – espugnando il "Rinascita" – ed ottiene la terza vittoria consecutiva dopo il pareggio all'esordio. Il totale fa 10 punti in 4 partite, vale a dire la vetta della classifica in condominio con Catanzaro e Monopoli, nonché l'attacco più forte in compagnia della corazzata Juve Stabia con 11 marcature realizzate e la difesa meno perforata al pari della Cisco Roma con sole 2 reti subite: mai la squadra principale della nostra città aveva iniziato così bene un campionato professionistico. Il tutto, è sempre bene ricordarlo, in barba ai timori – tutt'altro che fantasiosi – dettati dal grave ritardo nella preparazione e dalla repentina costruzione del gruppo in pochi giorni, a causa delle oramai stranote vicissitudini estive.

Quello allestito dal ds Donnarumma ed orchestrato da Provenza è un Gela che stupisce: la speranza è che sia destinato a farlo ancora per molto. Tale speranza è alimentata da una fortissima impressione, da noi già palesata nel numero precedente: c'è una precisa filosofia nel gioco e, circostanza affatto non trascurabile, degli interpreti che sembrano i più adatti. Anzi, nel caso di qualcuno, per quanto finora visto, possiamo persino spingerci oltre ed asserire che tale filosofia ne esalta financo le doti.

E' sicuramente il caso, dopo quelli già citati di Cunzi (nella foto) e Schiavon, anche dell'argentino Criniti: arrivato a Gela senza troppi clamori ed a segno, grazie alla doppietta di domenica scorsa, per ben 3 volte in 3 gare disputate, considerata la sua assenza nel debutto stagionale a Castellammare di Stabia. La media di Criniti è, dunque, quella di 1 goal a partita, proprio come Cunzi che, aprendo le danze contro la Normanna, ha fatto poker in 4 incontri.
Purtroppo, l'infortunio al ginocchio che lo ha costretto ad uscire dal campo pochi minuti dopo, non gli consentirà di dare seguito a questo spettacolare trend, giacché la prima diagnosi è di uno stop lungo 4 mesi.

Si tratta certamente di un episodio sfortunato, sul cui peso rinviamo ogni valutazione alle settimane successive: in quest'occasione, però, non vogliamo e non possiamo farne un dramma, quando nello stesso pomeriggio la moglie trentenne ed il piccoletto di pochi mesi dell'attaccante argentino del Manfredonia, Mauro Marchano, perdevano tragicamente la vita in un incidente stradale lungo il tragitto che li avrebbe portati a Barletta, per assistere ad un derby doverosamente mai iniziato e poi, di conseguenza, rinviato per lutto. Ovviamente, al giocatore sipontino va tutto il nostro cordoglio per la gravissima perdita.

Se vogliamo scorgere un sorriso a fronte dell'incidente di gioco che terrà fermo Cunzi, basti pensare al ritrovato gusto del goal che ha assaporato il centravanti Pasca, per quanto al secondo tentativo dagli undici metri in pochi minuti. Come per Schiavon, anche per il terminale offensivo biancazzurro possiamo parlare di un giocatore diverso rispetto a quello visto nella scorsa stagione, ben più integrato negli schemi di gioco e sicuramente molto più presente nel vivo delle azioni. Oltre la grande mole di lavoro prodotta, finalmente è arrivato il goal di cui il gocatore sentiva, visibilmente, la mancanza: l'augurio è che possa ripetersi già a partire da domenica prossima, magari su azione. Alla luce di quanto detto, altresì, va accolto con maggior favore l'arrivo di quel Rosamilia, ala di centrocampo in un'ipotesi di 4-4-2, ma che aveva iniziato la stagione nel Pescina Val Giovenco giocando da esterno offensivo nel tridente schierato dal tecnico Perrone (poi esonerato). Senza considerare, infine, gli altri tre attaccanti in rosa, quali Vianello, Manca ed il giovane Rabbeni: insomma, in avanti non siamo messi così male.

Presumibilmente, contro il Monopoli sarà Vianello a prendere il posto di Cunzi: per il resto, nessun squalificato, tutti disponibili ed undici in campo che dovrebbe essere riconfermato, Provenza permettendo. L'avversario, del resto, è davvero tosto: senz'altro, la compagine pugliese è l'altra grande sorpresa di questa prima fetta di campionato.

Se consideriamo la probabile penalizzazione in termini di punteggio in classifica pendente sul Catanzaro, per presunto illecito amministrativo, la gara al "Presti" contro il Monopoli rappresenta, pertanto, un'autentico scontro diretto tra le due squadre che si contendono il primato e, quindi, il match-clou assoluto della 5^ Giornata del girone C di 2^ divisione Lega Pro. L'appuntamento, alle ore 15:00, è di quelli da non perdere. Probabile Formazione (4-3-3): Nordi; Scopelliti, D'Aiello, Geraldi, Memé; Zaminga, Schiavon, Cammarota; Criniti, Pasca, Vianello.


Autore : Filippo Guzzardi

» Altri articoli di Filippo Guzzardi
In Edicola
Newsletter
Registrati alla Newsletter Gratuita del Corriere di Gela per ricevere le ultime notizie direttamente sul vostro indirizzo di posta elettronica.

La mia Email è
 
Iscrivimi
cancellami
Cerca
Cerca le notizie nel nostro archivio.

Cerca  
 
 
Informa un Amico Informa un Amico
Stampa la Notizia Stampa la Notizia
Commenta la Notizia Commenta la Notizia
 
㯰yright 2003 - 2022 Corriere di Gela. Tutti i diritti riservati. Powered by venturagiuseppe.it
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120