1 2 3 4 5
Corriere di Gela | Basket/Under19/Eurogroup, stagione da incorniciare
Edizione online del Periodico settimanale di Attualità, Politica, Cultura, Sport a diffusione comprensoriale in edicola ogni sabato
notizia del 11/06/2011 messa in rete alle 20:46:53
Basket/Under19/Eurogroup, stagione da incorniciare

L'under 19 Eurogroup Basket Gela chiude la stagione all'ultimo posto della “final four” disputata a Cividale del Friuli. I ragazzi allenati dall'ibleo Gianfranco Di Stefano, coadiuvato dal gelese Angelo Calandra, si sono dovuti inchinare (68-54) in semifinale a niente poco di meno che la Snaidero Udine, uscendo a testa alta e tra gli applausi convinti del Pala Longobardo. Giocata punto a punto la finalina contro la Montanara Napoli, persa in dirittura d'arrivo (71-69).

I ragazzi rimangono fuori dal podio del Trofeo Coppa Italia ed è un gran peccato, ma l'essere additati come la rivelazione del mini torneo, tutt'altro che una cenerentola, rivaleggiando con le blasonate avversarie a viso aperto, è un grande merito che va concesso a questi 11 valorosi ragazzi, freschi vincitori del titolo di campioni regionali, che elenchiamo in rigoroso ordine alfabetico: Abela Sergio, Alabiso Rocco, Caiola Emanuele, Ciaramella Filippo, D'Arma Salvatore, Di Dio Giovanni, Dispinzeri Luigi, Maganuco Cristian, Occhipinti Giovanni, Sanfilippo Claudio e Ventura Orazio. A Gela non era mai successo. E se questo è il vivaio della pallacanestro gelese, vale a dire tra i primissimi in Italia, siamo di fronte ad un ingente capitale umano su cui investire, non solo nel medio e lungo termine, ma anche nell'immediato futuro. Vale la pena di ricordare che molti tra questi ragazzi hanno, di fatto, dimostrato sul parquet di tenere la categoria costituendo parte integrante della prima squadra qualificatasi ai play-off della serie C dilettanti.

Un punto di partenza non poco invidiato da tanti altri club cestistici. Il presidente Urrico, lo staff societario e quello tecnico, a cui va un plauso per il lavoro svolto durante questa memorabile annata, ne sono consapevoli e sanno perfettamente di essere sulla buona strada. Quando al duro sacrificio si affianca una seria programmazione ed hai la fortuna di lavorare sul talento, i frutti prima o poi non tardano ad arrivare. E gli indicatori ci sono tutti per poter ipotizzare che siamo solo all’inizio di una lunga serie.


Autore : Filippo Guzzardi

» Altri articoli di Filippo Guzzardi
In Edicola
Newsletter
Registrati alla Newsletter Gratuita del Corriere di Gela per ricevere le ultime notizie direttamente sul vostro indirizzo di posta elettronica.

La mia Email è
 
Iscrivimi
cancellami
Cerca
Cerca le notizie nel nostro archivio.

Cerca  
 
 
Informa un Amico Informa un Amico
Stampa la Notizia Stampa la Notizia
Commenta la Notizia Commenta la Notizia
 
㯰yright 2003 - 2022 Corriere di Gela. Tutti i diritti riservati. Powered by venturagiuseppe.it
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120