1 2 3 4 5
Corriere di Gela | Rutelli a Gela per benedire la ricandidatura di Collura
Edizione online del Periodico settimanale di Attualità, Politica, Cultura, Sport a diffusione comprensoriale in edicola ogni sabato
notizia del 26/04/2003 messa in rete alle 19:46:25

Rutelli a Gela per benedire la ricandidatura di Collura

Francesco Rutelli anche a Gela per sostenere la ricandidatura di Filippo Collura (i due nella foto insieme all’on. Cardinale per le vie di Gela) a presidente della Provincia regionale di Caltanissetta. A riceverlo in città giovedì mattina c’erano gli esponenti della Margherita. All’ingresso di Gela lo hanno raggiunto il presidente della Provincia Filippo Collura e Peppe Di Dio nella qualità di coordinatore della Margherita.
“Siamo molto grati a Francesco Rutelli per essere venuto a Gela – ha esordito Di Dio – anche per dare una risposta a coloro che malignamente sostenevano che Rutelli fosse venuto a Gela solo per la sua campagna elettorale. Ringrazio pubblicamente tutti i segretari dei partiti dell’Ulivo presenti ed in modo particolare alla coordinatrice del movimento femminile Graziella Condello, che ha dato un grosso contributo all’elezione del sindaco Rosario Crocetta; un grazie anche ai consiglieri comunali e provinciali che si spenderanno per la campagna elettorale e per dare visibilità al nostro partito”.

Il presidente della Provincia Filippo Collura ha detto di essere commosso per le parole affettuose manifestate sia dall’onorevole Cardinale che dal senatore Montagnino e dal coordinatore della Margherita. “Sto vedendo crescere il consenso nella mia città – ha affermato Collura – e veramente sono commosso. Vengo avvicinato da persone che non conosco, mi vengono a stringere la mano e la qualcosa mi gratifica enormemente”.
Ha quindi preso la parola Salvatore Cardinale che, dopo avere espresso gratitudine verso la stampa che segue con attenzione le vicende politiche legate alla Margherita, ha esortato tutti a impegnarsi nel sostenere il candidato alla Provincia Filippo Collura e per l’occasione ha specificato i motivi di questa indicazione. E’ stata quindi la volta del senatore Montagnino che si è appellato a tutti i gelesi ritenendosi certo che esprimeranno tutto il loro consenso a Collura perché la sua attività amministrativa è stata intensa per i progetti portati avanti e realizzati.
“Il nostro Movimento da oggi è con Filippo Collura – ha affermato Graziella Condello – e sono certa che saremo determinanti come lo siamo state per la vittoria del sindaco Crocetta”.
Francesco Rutelli presidente del Partito della Margherita, ha augurato successo a Collura e a tutti i partiti del centro sinistra, ma in particolar modo alla Margherita che è una forza determinante per il progetto di unità di buon governo e di coraggio.

“E’ un grande impegno e so bene come è faticoso presiedere amministrazioni in luoghi difficili – ha continuato Rutelli –. La Margherita porta con sé le sue convinzioni e le sue capacità, però sa anche di essere al servizio di tutto il popolo di questo territorio provinciale. Ed è per questo, per questa capacità di rappresentare tutti e di ascoltare tutti i cittadini, che Collura ha vinto cinque anni fa e vincerà di nuovo il 25 e il 26 maggio”.
Infine Rutelli ed il seguito si sono recati, percorrendo a piedi il corso principale e la Via Bresmes, in Municipio, dove sono stati ricevuti dagli assessori Paolo Cafà, Miguel Donegani e da Orazio Consiglio (il sindaco Crocetta era impegnato in un suo viaggio di lavoro in Tunisia).
Dopo un piccolo rinfresco c’è stata la conferenza stampa nel corso della quale i giornalisti hanno posto una serie di domande sulla polemica del 25 aprile di questi giorni che ha innescato contrasti tra le forze del centro sinistra e il presidente del Consiglio Berlusconi. “La polemica è tutta del governo – ha affermato Rutelli – quella che dovrebbe essere una giornata di festa e di orgoglio nazionale, una vicenda storica in cui il Paese si è liberato dei nazisti e della dittatura fascista, deve diventare oggi motivo di polemica? E’ incomprensibile, sbagliato, assurdo. Noi chiediamo che tutti gli italiani si debbano trovare uniti. Solo un governo di destra che vuole dividere il Paese può trasformare una giornata di festa nazionale in un giorno di polemiche. Io chiedo al presidente del Consiglio e ai partiti del centro destra di smettere con queste polemiche e di rispettare questa data che è sacra e di festa come l’anniversario della vittoria della prima guerra mondiale, come la festa della Repubblica”.

Anche il Corriere ha posto una domanda.
– Onorevole Rutelli, al di là delle celebrazioni e dello stereotipo, cosa può significare per l’Italia e per la Sicilia il 25 aprile?
“Perché dobbiamo parlare di stereotipo? E’ la storia. La seconda guerra mondiale è qualcosa di diverso naturalmente, perché in Italia c’era una dittatura che nessuno rimpiange. L’Italia era un Paese che ha dovuto combattere i nazisti che occupavano un territorio. Il 25 aprile è il momento che sancisce la fine di questa stagione storica che ha comportato ferite, sofferenze. All’estremo nord del Paese, posso ricordare che mezzo secolo dopo è ancora aperta una sofferenza ed una divisione tra i partigiani cristiani e comunisti. Bisogna rispettare anche le vicende drammatiche della storia. Singoli episodi che meritano approfondimenti non possono portarci a cambiare il giudizio storico. Il 25 aprile è un giorno di festa perché segna la nascita della democrazia in Italia dopo la caduta della dittatura”.


Autore : Nello Lombardo

» Altri articoli di Nello Lombardo
In Edicola
Newsletter
Registrati alla Newsletter Gratuita del Corriere di Gela per ricevere le ultime notizie direttamente sul vostro indirizzo di posta elettronica.

La mia Email è
 
Iscrivimi
cancellami
Cerca
Cerca le notizie nel nostro archivio.

Cerca  
 
 
Informa un Amico Informa un Amico
Stampa la Notizia Stampa la Notizia
Commenta la Notizia Commenta la Notizia
 
㯰yright 2003 - 2022 Corriere di Gela. Tutti i diritti riservati. Powered by venturagiuseppe.it
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120