1 2 3 4 5
Corriere di Gela | Lavoro, tema centrale della Filctem-Cisl
Edizione online del Periodico settimanale di Attualità, Politica, Cultura, Sport a diffusione comprensoriale in edicola ogni sabato
notizia del 13/03/2010 messa in rete alle 19:42:37

Lavoro, tema centrale della Filctem-Cisl

Martedì 9 marzo scorso la Filctem Cgil ha celebrato il primo congresso regionale sindacale della categoria che è stata battezzata non più di un mese avendo la giusta risonanza anche nella nostra città ponendo come segretario Alessandro Piva. A Villa Peretti si sono dati appuntamento tutti i rappresentanti del settore della chimica, del tessile e del manifatturiero per eleggere il segretario regionale. Alessandro Piva ha fatto gli onori di casa. Ad introdurre i lavori il segretario uscente Carmelo Di Liberto che nella sua corposa relazione ha toccato tutti i temi scottanti della fabbrica, sui nuovi processi industriali, dell’unità sindacale.

“Abbiamo identificato il nostro congresso – ha detto Carmelo Di Liberto – con quattro parole secche, semplici e chiare: lavoro, contratti, giovani, futuro. Abbiamo avuto la possibilità, nei giorni scorsi di potere coniugare queste parole nei vari congressi provinciali. Su alcune cose è parte integrante il dibattito congressuale, le relazioni ai congressi provinciali, i documenti politici approvati negli stessi. Credo che sarebbe cosa utile per tutta l’organizzazione accogliere tutto questo materiale in un unicum per avere un utile strumento di lavoro e per lasciarne traccia. Il primo pezzo del ragionamento da noi ipotizzato riguarda il lavoro che c'è (poco) con tutte le contraddizioni e le necessità di tutele, a partire dai contratti e dalle condizioni di sicurezza. Il lavoro che viene meno (tanto) attraverso l'utilizzo degli ammortizzatori sociali (Cig e Mobilità) soprattutto in deroga. Le cifre di questi giorni, forniti dall'Inps, sono impressionanti. Siamo in presenza di milioni di lavoratori coinvolti: bisogna allora evitare due rischi: l'assuefazione alla scansione di questi numeri ed evitare che l'uso degli ammortizzatori finisca senza che dopo ci sia, di nuovo, la ripresa del lavoro”

“Occorre rilanciare gli investimenti produttivi a Gela e in Sicilia – ha sottolineato nel suo intervento Alessandro Piva segretario provinciale della Filctem Cgil – per creare nuove occasioni di lavoro ed incrementare il reddito delle famiglie siciliane. Eni ed Enel devono essere richiamati ad un ruolo di responsabilità sociale in questo grave momento di crisi per contribuire a superare le difficoltà dei lavoratori e delle imprese dell’indotto”.


Autore : Nello Lombardo

» Altri articoli di Nello Lombardo
In Edicola
Newsletter
Registrati alla Newsletter Gratuita del Corriere di Gela per ricevere le ultime notizie direttamente sul vostro indirizzo di posta elettronica.

La mia Email è
 
Iscrivimi
cancellami
Cerca
Cerca le notizie nel nostro archivio.

Cerca  
 
 
Informa un Amico Informa un Amico
Stampa la Notizia Stampa la Notizia
Commenta la Notizia Commenta la Notizia
 
㯰yright 2003 - 2022 Corriere di Gela. Tutti i diritti riservati. Powered by venturagiuseppe.it
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120