1 2 3 4 5
Corriere di Gela | Nel Gela debuttano i nuovi
Edizione online del Periodico settimanale di Attualità, Politica, Cultura, Sport a diffusione comprensoriale in edicola ogni sabato
notizia del 12/01/2008 messa in rete alle 19:42:45

Nel Gela debuttano i nuovi

Terminato splendidamente il 2007, con due vittorie esterne consecutive ottenute sui campi di Melfi e Scafati, il Gela inizia il nuovo anno con il proposito di agguantare quella che sembrava essere, soltanto un paio di mesi addietro, una chimera, vale a dire la zona play-off. Obiettivo distante solo tre punti, ma da un punto di vista potenziale i biancazzurri potrebbero trovarsi al quinto posto, dovendo, a differenza delle dirette rivali, recuperare la gara con il Pescina, non disputata per l’impraticabilità del Presti. La Lega ha fissato la data dell’incontro: come previsto la sfida con gli abruzzesi si giocherà domenica tre febbraio, sfruttando il turno di riposo osservato dal torneo di C2. Anche il calendario offre una mano d’aiuto al Gela per poter eseguire l’ingresso tra le prime cinque: nel mese di gennaio Orlandi e compagni giocheranno in casa contro Sangiuseppese e Monopoli, affrontando in trasferta soltanto il Cassino, mentre i primi due incontri di febbraio vedranno i biancazzurri ospitare al Presti il Pescina e il Lamezia di Ammirata.
Quattro gare su cinque tra le mura amiche, e considerato il rendimento casalingo del Gela sotto la gestione Sanderra, appare legittima la speranza della tifoseria in un ruolino di marcia più che soddisfacente.
Con Irrera il club di Tuccio aveva ottenuto complessivamente soltanto tre punti in sei gare, cui bisogna aggiungere il punticino ottenuto da Di Mauro nell’incontro interno con il Celano. Sotto la guida di Sanderra il Gela ha conquistato diciannove punti in nove gare, un bottino straordinario frutto delle notevoli capacità di cui il tecnico è in possesso e diretta conseguenza di un inevitabile modifica del modulo tattico.
Se da un lato l’allenatore ha creato un clima di serenità all’interno dello spogliatoio e garantito equilibrio alla disposizione in campo della squadra, dall’altro lato non si può non sottolineare quanto aiutino la classe e le giocate della rivelazione Franciel.
Dopo un inizio in sordina, in cui ha pagato una serie di infortuni, il brasiliano ha ritrovato confidenza con il gol, siglando cinque reti nelle ultime quattro gare in cui è sceso in campo. Sette realizzazioni in dodici presenze, tutte di pregevole fattura, senza considerare i tre pali (contro Benevento, Melfi e Scafatese) colpiti. Ha segnato un gol su rigore, due su calci di punizione battuti magistralmente, una al volo in spaccata, un'altra in diagonale ad incrociare sul secondo palo, ed infine i gol realizzati a Melfi con estrema astuzia inserendosi tra difensore e portiere, e a Scafati con un tiro da lontano che ha spedito la palla nel “sette”.
E’ diventato un beniamino della tifoseria, e a fatica il presidente Tuccio dovrà resistere alla tentazione di cederlo a club militanti in categorie superiori.
Il massimo dirigente d’altro canto vuole puntare nuovamente ai play-off, dopo la cocente delusione patita nella passata stagione, e ha già rafforzato l’organico avallando l’acquisto di Marinucci Palermo e Ciòfani, (foto) entrambi in ritiro a Malta con il team di Sanderra prima del rientro in sede. Il contratto dei due giocatori è già stato depositato in Lega alla riapertura del mercato di riparazione, e pertanto potranno essere utilizzati nel match di domenica contro la Sangiuseppese.
Ciòfani è un giovane attaccante, ventiduenne, giunto dal Pescara, è alto un metro e novanta, ed è stato ingaggiato per fungere da “alter ego” di Franciel, poiché mancava nella rosa un elemento con le caratteristiche del brasiliano. Ciòfani è un po’ macchinoso, non ha molta confidenza con il gol, ma è abile nel tener palla e far risalire la squadra, sfruttando doti tecniche discrete. Nella passata stagione ha recitato un ruolo da protagonista nel Celano, realizzando sette reti in campionato. Un buon acquisto, ma solleva perplessità l’eventuale rinuncia al funambolico Falconieri: nella prima parte di stagione è stato uno dei più convincenti, per poi patire un periodo di crisi alla fine del girone d’andata, tuttavia è un giocatore in possesso di grandi qualità e non si comprende il motivo per cui il Gela debba privarsi di un elemento in grado di sopperire all’allergia al gol che ha colpito Omolade.
D’altro canto Sanderra aveva affermato che l’acquisto di un nuovo elemento avrebbe comportato la partenza di un giocatore della rosa: con l’arrivo di Ciòfani appare naturale la rinuncia a Iannelli e Monastra, fin qui poco utilizzati, per mantenere un attacco di primo livello con Franciel, Omolade, Falconieri, Ciofani e all’occorrenza Ike. Il vero colpo della campagna-acquisti è però rappresentato da Marinucci Palermo, classe ’80, centrocampista centrale dal gran dinamismo, tra i migliori della categoria. La dirigenza ha sfruttato l’amicizia di lunga data che caratterizza il rapporto tra il ds De Filippis e il giocatore, e così è giunto a Gela un infaticabile motorino di centrocampo già amato dai tifosi prima ancora del suo debutto con la maglia biancazzurra. Nella passata stagione, al Presti, diede spettacolo con la maglia della Val di Sangro, colpendo al cuore Sanderra e il pubblico gelese presente sugli spalti.
Altro obiettivo di De Filippis è Luca Galuppi, centrocampista ventottenne appartenente proprio alla formazione sangrina e richiesto da numerose società: fu proprio Sanderra a lanciare il giocatore frusinate, ancora diciottenne, a L’Aquila, in serie D, nella stagione trionfale in cui il club ottenne la promozione in C2. Giocatore di spessore, Galuppi può ricoprire il ruolo di esterno destro o sinistro del centrocampo, e all’occorrenza può posizionarsi in mezzo al campo. Bravissimo negli inserimenti offensivi, indubbiamente la sua presenza accrescerebbe la qualità del gioco, e può vantare una decennale esperienza sui campi professionistici. Unico neo: è sempre apparso un po’ troppo discontinuo, ma al Gela un giocatore come Galuppi serve come il pane per rafforzare soprattutto la corsia esterna destra. Qualora non si dovesse concretizzare l’ingaggio del laterale di Alatri, è pronta l’alternativa: Masciantonio del Benevento, altro elemento conosciuto e allenato da Sanderra, a Frosinone, e anch’egli esterno destro. I sanniti sono sul punto di ingaggiare Ciccio Corapi: con il calabrese e con il capitano Imbriani si chiudono definitivamente le porte per Masciantonio, motivo per cui il suo arrivo al Gela appare meno difficile rispetto ad un eventuale approdo in Sicilia di Galuppi.
Al di là del mercato, occorre preparare al meglio la gara che si disputerà domenica al Presti contro la Sangiuseppese: Sanderra potrà disporre dei nuovi acquisti ma deve rinunciare allo squalificato Ambrosecchia. Al suo posto ritorna in difesa Lo Piccolo. Possibile il debutto dal primo minuto per Marinucci, mentre Ciòfani dovrebbe partire dalla panchina.
I campani dovranno rinunciare per squalifica ai giocatori Izzo e Scognamiglio (anche Ausoni è stato fermato per un turno ma è stato ceduto al Cassino), e si sono rafforzati notevolmente nei primi giorni di mercato. Terz’ultima in classifica, a metà dicembre è stato esonerato il tecnico Mandragora per far posto all’esperto Porta, ex-allenatore dell’ottimo Giugliano che affrontò il Gela di Domenicali nei play-off per la C1. Porta ha chiesto alla società proprio i due cecchini di quel Giugliano, Perna e Pignalosa, ed è stato accontentato, non a caso saranno già in campo, salvo sorprese, al Vincenzo Presti. Per far posto a Pignalosa la società ha dovuto sacrificare l’esperto De Cesare, effettuando uno scambio di prestiti con il Potenza.


Autore : Paolo Cordaro

» Altri articoli di Paolo Cordaro
In Edicola
Newsletter
Registrati alla Newsletter Gratuita del Corriere di Gela per ricevere le ultime notizie direttamente sul vostro indirizzo di posta elettronica.

La mia Email è
 
Iscrivimi
cancellami
Cerca
Cerca le notizie nel nostro archivio.

Cerca  
 
 
Informa un Amico Informa un Amico
Stampa la Notizia Stampa la Notizia
Commenta la Notizia Commenta la Notizia
 
㯰yright 2003 - 2021 Corriere di Gela. Tutti i diritti riservati. Powered by venturagiuseppe.it
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120