1 2 3 4 5
Corriere di Gela | Il Gela sempre più a rischio
Edizione online del Periodico settimanale di Attualità, Politica, Cultura, Sport a diffusione comprensoriale in edicola ogni sabato
notizia del 19/06/2011 messa in rete alle 19:26:39

Il Gela sempre più a rischio

Un gelese conquista la promozione in Prima divisione Lega Pro e sogna il grande derby con il suo Gela nella stagione 2011/12. E' il fratello del compianto Angelo Boscaglia, tifoso del Gela prematuramente scomparso anni fa ed a cui è stata dedicata la curva del “Vincenzo Presti”. Si chiama Roberto Boscaglia, uno che ha calcato il palcoscenico dello stesso Presti con la maglia del Terranova. Gran centrocampista, piedi buoni e visione di gioco. Già allenatore della Nissa, «Robertino» (come veniva chiamato dai tifosi giallorossi) è oggi allenatore del Trapani, appena promosso in Terza Serie dopo aver vinto la finale play-off contro il blasonato Avellino. Ma ci sarà questo derby tra la società granata neopromossa e quella biancazzurra del Gela? Ad oggi nulla è certo, a parte il fatto che i fratelli Tuccio, da soli, non tireranno più la carretta. I fratelli Carmelo e Angelo Tuccio hanno fatto sapere, senza equivoci di sorta, che nella tanica non c'è più benzina.

Ad ulteriore conferma, quasi a sgomberare il campo da eventuali ed ulteriori dubbi, la società Gela calcio ha inviato una lettera indirizzata al Comune di Gela, recepita in Municipio questo lunedì, in cui si torna a chiamare in causa l'Accordo del 27 Agosto 2010, con tanto di copia del “Verbale Conferenza Capigruppo” in allegato, sottoscritto da tutti i Capigruppo del Consiglio Comunale, dal suo presidente e dal Sindaco, alla presenza di tanti giornalisti e parecchi testimoni, chiedendo senza mezzi termini di onorare gli impegni economici assunti in quell'occasione, giusto all'inizio della stagione appena conclusa con il raggiungimento dell'obiettivo minimo sul piano sportivo della salvezza, attraverso il riconoscimento dell'importo residuo di 400 mila euro a fronte della cifra originaria di 500 mila euro che il Comune di Gela si era impegnato a versare alla Società Gela Calcio SpA.

Si tratta dell'oramai noto progetto speciale “Tifo Sicuro” con tanto di impegno di cassa, fra gli altri, che l'attuale amministrazione ha ereditato dalla precedente. Nel dare atto che relativamente alla sponsorizzazione di 200 mila euro il Comune ha onorato l'impegno, di quei 500 mila euro in realtà il Gela Calcio ne ha ricevuto solo 100 mila. Ne rimane un importo residuo di 400 mila euro che rende il Comune di Gela, l'unico creditore del Gela Calcio a non aver onorato gli impegni assunti con la società presieduta da Angelo Tuccio. Nei fatti, un tale ammanco nel bilancio societario, provoca un deficit finanziario che non consente alla società biancazzurra di pagare i debiti nei confronti di enti pubblici, quali Agenzia delle Entrate, Inps ed Inail, creando una condizione di pericolo, vicina al fallimento.

Che i toni della lettera non siano granché concilianti, lo si intuisce nel momento in cui, pur convinta che il Comune di Gela farà il possibile onde evitare di assumersi la grave responsabilità di determinare il fallimento della Società Gela Calcio SpA, qualora il Comune di Gela comunque non onorasse tale impegno, la proprietà del Gela Calcio non rinuncerà ad agire a tutela dei propri interessi creditori nelle sedi opportune.

Incontestabilmente, il paventato fallimento sarebbe un esito paradossale per una società promossa dalla Covisoc e che, se iscritta, partirebbe la stagione successiva senza penalità, a differenza di altre e più accreditate società. Ma fine giugno è dietro l'angolo ed i tempi per l'iscrizione stringono. Passa inevitabilmente ed ancora una volta in secondo piano la questione tecnica. Assolutamente inutile, quasi una provocazione bella e buona, parlare di programmi, a partire dalla preparazione estiva con tanto di sede del ritiro. In organico tre giocatori sono contrattualmente vincolati: Porcaro, Aliperta e Puccio. Gli altri, compreso l'allenatore, sono a scadenza di contratto ed a Luglio saranno liberi di volare per altri lidi. Le due comproprietà da risolvere nei prossimi giorni riguardano i cartellini a metà con Triestina e Fiorentina per quanto concerne, rispettivamente, D'Aiello e D'Anna.

Aleggiato il fantasma italo-americano come l'estate scorsa, anche questa settimana non sembra portare nulla di buono. Senza grandi novità il vertice a “Palazzo di Città” con la presenza anche della deputazione. Il Sindaco sembrerebbe essere uscito allo scoperto, procedendo ad una prima conta, ma il presidente Tuccio non ha lasciato la riunione al suo termine con un sorriso smagliante: anzi è proprio il contrario e ciò la dice lunga in una prospettiva necessariamente a breve termine. Si vocifera di un ulteriore incontro questo sabato, con la presenza di qualche imprenditore. L'edilizia non batte un colpo e l'impressione è che si voglia puntare decisamente l'indice verso lo stabilimento: ad iniziare dalla Raffineria di Gela per finire a quelle imprese dell'indotto forti di una solida commessa con il “cane a sei zampe”.

Ipotizzare di eventuali soci, ovvero di una intera cordata volta a rilevare la società, però, appare operazione alquanto effimera. Di certo, alla Raffineria tutt'al più si arriverà a chiedere abbonamenti ed al massimo una qualche forma di sponsorizzazione, anche indiretta. Presumibilmente, la partita si giocherebbe più a livello di indotto. Le speranze sono ridotte al lumicino e l'orizzonte non presenta schiarite. Si ritorna, come ogni estate da un decennio a questa parte, nel buio più totale. Intanto, l'ex centrocampista della Juventina, poi JuveTerranova ed attuale allenatore in seconda del Gela Calcio, già Gela JT, Gian Luigi Di Mauro, ha passato l'esame a Coverciano ed ha acquisito il patentino che lo mette in condizione di assumere la responsabilità tecnica (primo allenatore) in Lega Pro, nonché a continuare da allenatore in seconda anche nelle categorie superiori di A e B. Al mascalese di origini, ma gelese d'adozione, vanno i nostri più sinceri oltre che doverosi complimenti.


Autore : Filippo Guzzardi

» Altri articoli di Filippo Guzzardi
In Edicola
Newsletter
Registrati alla Newsletter Gratuita del Corriere di Gela per ricevere le ultime notizie direttamente sul vostro indirizzo di posta elettronica.

La mia Email è
 
Iscrivimi
cancellami
Cerca
Cerca le notizie nel nostro archivio.

Cerca  
 
 
Informa un Amico Informa un Amico
Stampa la Notizia Stampa la Notizia
Commenta la Notizia Commenta la Notizia
 
㯰yright 2003 - 2022 Corriere di Gela. Tutti i diritti riservati. Powered by venturagiuseppe.it
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120