1 2 3 4 5
Corriere di Gela | Il nuovo tecnico Ugolotti debutta contro l’insidioso Melfi
Edizione online del Periodico settimanale di Attualità, Politica, Cultura, Sport a diffusione comprensoriale in edicola ogni sabato
notizia del 08/11/2003 messa in rete alle 19:10:40

Il nuovo tecnico Ugolotti debutta contro l’insidioso Melfi

Duplice impegno casalingo per il Gela, che ospiterà al Presti il Melfi e l’Isernia, formazioni che in classifica precedono i giallo-rossi attraversando entrambe un ottimo momento di forma. Cresce l’attesa per vedere all’opera l’undici che verrà messo in campo dal nuovo tecnico Guido Ugolotti (nella foto), il quale con la professionalità e la serietà che lo contraddistinguono, ha già apportato una buona dose di serenità ed entusiasmo in seno all’ambiente giallorosso. L’ex attaccante della Roma è ben consapevole del desiderio, espresso più volte dalla dirigenza, di trarre il bottino pieno da questi due incontri casalinghi al fine di proiettare immediatamente il club nei primi posti della graduatoria. Avendo costatato un livello tecnico del campionato non eccelso, la società ritiene che il Gela possa vantare tutte le credenziali per perseguire seriamente quantomeno l’obiettivo dei play-off. Non si può negare l’incremento della qualità in seno all’organico gelese in virtù dell’acquisto dei due pezzi da novanta Ferretti e Campanile, giunti per rinforzare una rosa non molto competitiva, ma il pensiero della dirigenza in ogni modo appare una forzatura e rischia di responsabilizzare oltremodo alcuni elementi della compagine giallo-rossa, chiamati a fornire un rendimento e un contributo forse al di sopra delle proprie possibilità. Innanzi tutto, confrontando sulla carta gli organici, difficilmente potremmo reputare quello gelese superiore ad alcuni avversari che, unitamente al Gela, perseguono l’obiettivo dei play-off.

I cugini del Vittoria, per esempio, oltre ai quotati Marco Comandatore, Misiti, Berti e via dicendo, vanta in attacco una coppia-gol avanti negli anni ma pur sempre di lusso per la categoria, Pisano-Fresta, oppure basta valutare la rosa del Frosinone, che ai nastri di partenza avrebbe dovuto lottare per la promozione insieme a Brindisi e Palmese, annoverando elementi del calibro di Manca, Memmo, Piccioni e i due De Angelis, e, in seguito ad una stentata partenza, è stato esonerato due settimane fa il tecnico Giorgini, cui è subentrato l’ex-allenatore di Palermo e Messina Arrigoni, anch’egli un lusso per la C2, torneo che ha già vinto anni fa a sorpresa con la Vis Pesaro. Oppure, tralasciando altre formazioni già nei play-off come Fidelis Andria (con lo straordinario Paco Soares) o Igea (con Polessi, Caserta, Rosa e Marra) potremmo semplicemente prendere in considerazione il prossimo avversario del Gela, la matricola Melfi (primo torneo in C2 nella sua storia), la società professionistica che in estate ha compiuto il maggior numero d’acquisti (ben 26). La compagine lucana presenta in attacco una coppia, Spinelli-Verolino, che ha già siglato nove reti sulle quattordici complessive, a differenza di un Gela che dispone di punte meno concrete.
In parole povere, forse si è verificata un eccessiva sopravvalutazione della squadra passata nelle mani d’Ugolotti, poiché vi sono delle lacune (oltre alla scarsa concretezza degli attaccanti, l’assenza nell’organico di un intenditore di ruolo e di un esterno offensivo) che altre squadre non presentano o che comunque si stanno adoperando nel colmarle al più presto.
Sebbene sia incontestabile l’inferiorità qualitativa del Gela, ciononostante i giallorossi potrebbero comunque conquistare i play-off sfruttando l’armonia dello spogliatoio, definito “molto unito” da Ugolotti, e una disposizione tattica confacente alle caratteristiche dei giocatori, e su quest’ultimo aspetto dovrà lavorare con assiduità il nuovo allenatore, il cui esordio avverrà presumibilmente schierando il 3-4-1-2.
E poi chissà, qualora il Gela riesca a mantenere una posizione in classifica più che ottimale, magari a gennaio potrebbero giungere nuovi rinforzi che in quel caso renderebbero altamente competitivo il club giallo-rosso. Contro il Melfi tornano a disposizione del tecnico di Massa il fantasista Campanile, Bruno e Moussa. La formazione ospite, allenata da Palumbo, scenderà in campo con il 4-4-2.


Autore : Paolo Cordaro

» Altri articoli di Paolo Cordaro
In Edicola
Newsletter
Registrati alla Newsletter Gratuita del Corriere di Gela per ricevere le ultime notizie direttamente sul vostro indirizzo di posta elettronica.

La mia Email è
 
Iscrivimi
cancellami
Cerca
Cerca le notizie nel nostro archivio.

Cerca  
 
 
Informa un Amico Informa un Amico
Stampa la Notizia Stampa la Notizia
Commenta la Notizia Commenta la Notizia
 
㯰yright 2003 - 2021 Corriere di Gela. Tutti i diritti riservati. Powered by venturagiuseppe.it
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120