1 2 3 4 5
Corriere di Gela | Consiglio, manca il sindaco e non si parla di porto rifugio
Edizione online del Periodico settimanale di Attualità, Politica, Cultura, Sport a diffusione comprensoriale in edicola ogni sabato
notizia del 29/06/2005 messa in rete alle 18:56:39
Consiglio, manca il sindaco e non si parla di porto rifugio

Aspettavano il sindaco per affrontare il problema del porto rifugio. C’è stata una sospensione della seduta per mezz’ora per consentire al primo cittadino di concludere l’incontro con l’Associazione “Il Gabbiano”. Purtroppo dato il protrarsi della riunione, i lavori hanno avuto inizio con la discussione sul piano del traffico. “Adesso basta – ha detto quasi urlando al microfono il presidente dell’assemblea Federico – è da diversi mesi che accade la stessa cosa. Sempre riunioni proprio quando ci sono le sedute consiliari. Perché non le fa prima o la notte?” E’ proprio lui a chiedere il prelievo del punto successivo. Si parlerà del traffico di Capo-soprano, della viabilità e dell’inquinamento.
A prendere la parola è il forzista Massimo Catalano che parla di una petizione che ha raccolto quasi 2 mila firme di cittadini i quali chiedono la revoca dell’ordinanza sindacale dichiarandosi disponibili a soluzioni meno traumatiche ed è auspicato un incontro. Catalano partendo da lontano e precisamente dal febbraio, fa la storia di come siano stati attuati gli interventi dell’amministrazione, delle iniziative e richieste dei cittadini. Il suo è un atto di accusa e definisce l’ordinanza di Crocetta un percorso a tentativi, piena di errori ed improvvisazioni da costituire un vero e proprio fascicolo di carte. Nel richiamare le dichiarazioni del sindaco che annunciava l’uso di un autobus a metano che avrebbe percorso via Palazzi, chiede che tale circostanza venga estesa a tutta la città. Conclude ponendo una domanda all’amministrazione: perché non è stato reso esecutivo il piano urbano del traffico che potrebbe risolvere i problemi della città?
Il capogruppo dei Ds Salvatore D’Arma interviene per rappresentare che l’amministrazione ha lavorato con metodo e risoluzione effettuando degli studi senza alcuna improvvisazione. Cerca di comprendere lo spirito dell’intervento di Catalano e lo rassicura che col dialogo si potranno avere dei miglioramenti al piano del traffico. Riguardo all’inquinamento che a Caposoprano, dopo l’intervento dell’amministrazione ha fatto registrare un tasso zero, sarebbe auspicabile che si procedesse allo stesso modo in tutti i quartieri della città fruendo di finanziamenti regionali ed europei.
Non si fa attendere l’intervento del consigliere socialista Rosario Italiano che tra l’altro è presidente della Commissione sul traffico e che si è speso tantissimo per suggerire il percorso che desse i migliori risultati sia i termini di riduzione del tasso di inquinamento, sia di alleggerimento e fluidità del traffico in Via Palazzi. Mentre Catalano aveva parlato di disagi che subiscono i commercianti e dei irrisori vantaggi determinati dall’interdizione del passaggio ai motorini, Italiano confuta la regolarità della petizione sottoscritta dai cittadini i quali avevano firmato in bianco senza leggerne il testo. Non si tratta di un’accusa a qualche politico – precisa Italiano – ma sottolinea la scorrettezza della raccolta delle firme. Addirittura qualcuno che teneva i fogli della petizione aveva chiesto a lui personalmente di firmare, ma nel momento in cui ha chiesto quale fosse il testo, si era defilato. Nel suo intervento Italiano dà anche una lezione di stile mantenendosi sereno e ribattendo alle critiche ricevute esibendo i dati oggettivi. Non è tutto contestabile quanto dicono gli oppositori dell’ordinanza, e qui la mano tesa per trovare assieme gli aggiustamenti nell’interesse della città. Si dichiara d’accordo con Catalano sulla esiguità del numero di vigili urbani ma a questo punto invita tutti a are quadrato coinvolgendo il sindaco per aumentare il loro numero. Apprezzabile il gesto di Catalano che, accorgendosi delle difficoltà del consigliere Italiano a proseguire il discorso con voce rauca, si alza dal suo scranno e va ad offrirgli un bicchiere d’acqua.
Un veloce scambio di ringraziamenti e il presidente della commissione traffico conclude annunciando che l’amministrazione sta facendo una programmazione a breve, medio e lungo termine riguardo ai parcheggi ed all’allargamento di alcune carreggiate, come quella di Viale Indipendenza. L’intervento più forte è quello dove annuncia l’abbattimento a zero dei tassi di inquinamento fatti registrare dal-le centraline e comunicati dal competente ufficio della Provincia. Molti si sono chiesti perché si è intervenuto a Caposoprano per disciplinare il traffico e ridurre con alcuni interventi l’inquinamento. Italiano lo spiega che si tratta di un punto di partenza in quanto in quella zona confluiscono molte scuole. Ma anche Via Venezia è problematica e proprio per tal motivo si sta facendo uno studio per creare uno svincolo a nord e spostare l’uscita dal Castelluccio cento metri più ad ovest per toglierla dalla curva dove attualmente sbocca. Il Put invocato da Catalano è ormai vecchio e va rimodulato. Invece occorre pensare ad un altro strumento ossia all’Ufficio del traffico che è tutt’altra cosa. Conclude infine il suo intervento invitando tutti a collaborare per trovare assieme le soluzioni.
Il diessino La Folaga plaude al presidente della Commissione traffico però ne contesta alcune sue posizioni come quella secondo cui la petizione non ha alcuna validità. Per l’ex segretario Ds tutte le petizioni vanno ascoltate e riguardo all’esiguo n umero di vigili urbani, ritiene che il loro utilizzo vada affrontato con maggiore oculatezza.
Il consigliere comunista Bonura stigmatizza l’intervento dell’amministrazione che per circa una settimana ha praticamente costretto i vecchietti a farsi la strada a piedi dal cimitero lungo la Via Palazzi per raggiungere l’ospedale. Invita l’amministrazione a gran voce a riesumare una determina del 2000 con la quale si pensava ad una corsia preferenziale per gli autobus urbani. La seduta si chiude con l’intervento dell’assessore alla vivibilità urbana Ugo Granvillano che annuncia piena disponibilità a tener conto delle petizioni dei cittadini. Annuncia che martedì indirà una riunione sul traffico a Caposoprano, alla quale saranno invitati a partecipare anche residenti e commercianti.


Autore : Nello Lombardo

» Altri articoli di Nello Lombardo
In Edicola
Newsletter
Registrati alla Newsletter Gratuita del Corriere di Gela per ricevere le ultime notizie direttamente sul vostro indirizzo di posta elettronica.

La mia Email è
 
Iscrivimi
cancellami
Cerca
Cerca le notizie nel nostro archivio.

Cerca  
 
 
Informa un Amico Informa un Amico
Stampa la Notizia Stampa la Notizia
Commenta la Notizia Commenta la Notizia
 
㯰yright 2003 - 2022 Corriere di Gela. Tutti i diritti riservati. Powered by venturagiuseppe.it
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120