1 2 3 4 5
Corriere di Gela | Primarie Pd, il responso
Edizione online del Periodico settimanale di Attualità, Politica, Cultura, Sport a diffusione comprensoriale in edicola ogni sabato
notizia del 31/10/2009 messa in rete alle 18:45:52
Primarie Pd, il responso

Dentro la vittoria di tutti, c'è anche la mia: così titola l'home page del sito istituzionale del Partito Democratico a sancire la vittoria di Pierluigi Bersani eletto dal popolo delle “Primarie” nuovo segretario del partito. L'ex diessino evita il ballottaggio con il 53% e succede all’uscente Dario Franceschini, ex Margherita (34%), mentre il terzo incomodo, Ignazio Marino, ha raggiunto il quasi 13%.
In Sicilia Bersani ha totalizzato il 47%, Franceschini il 43%, Marino l'11% e ciò sembra contraddire il dato regionale, considerato che il più suffragato nell'isola a segretario regionale è stato Lupo (ufficialmente collegato a Franceschini) con il 40%, davanti a Lumia (non collegato a nessuno) con il 31% e Mattarella (collegato a Bersani) con il 29% dei voti.
Insomma, chi argomenta, interpretando i dati, che ci sia un'anima “rossa” in maggioranza nel Pd Siciliano, quasi ad auspicare un accordo tra Lumia e Mattarella perchè riferibili a livello nazionale al nuovo segretario nazionale, commette un errore grossolano. Sommando le percentuali dei due, infatti, il dato complessivo ammonterebbe al 60% ed a quel punto ci si dovrebbe chiedere dove sono finiti il 13% dei voti in meno sottraendo a tale percentuale quella effettivamente (il 47%) raggiunta da Bersani. In realtà in Sicilia si sono giocate due partite diverse e disgiunte: basti pensare che nelle varie province chi ha votato la lista “Crocetta con Lumia” a livello regionale non ha necessariamente votato Bersani a livello nazionale, anzi in tanti di essi hanno votato proprio Franceschini. Verosimile, semmai, un accordo tra Lupo e Mattarella (al primo la segreteria, al secondo la presidenza?) che secondo voci insistenti è già in essere da qualche mese. Toccherà all'Assemblea regionale dei delegati eleggere il nuovo segretario al ballottaggio con Lupo che può contare su 73 membri e Lumia su 55: decisivo, ovviamente, Mattarella ed i 52 delegati di riferimento. Peraltro, anche volendo ipotizzare un'interferenza di Bersani riluttante a consegnare la Sicilia ad un non diessino, favorendo Lumia su cui far convergere i voti di Mattarella, vale la pena di ricordare che per raggiungere il 50%+1, ossia 91 voti, a Lupo ne bastano altri 18: non tanti. Basterebbe cioè che una dozzina e mezzo di delegati mattarelliani si sottragga a tale, eventuale (ma improbabile), invasione da parte della segreteria nazionale, per assicurare lo stesso a Lupo l'elezione a segretario regionale.
Nel collegio n.2 (Enna-Caltanissetta), Bersani è stato di gran lunga il più suffragato con 17503 voti (Bersani 09: 10677; Siciliani per Bersani: 6826) contro gli 11469 di Franceschini (Democratici con Franceschini: 5037; Borsellino con Franceschini: 6432) e i 1406 di Marino. In controtendenza al dato regionale, ma con coerenza visto che era il candidato collegato a Bersani, anche Mattarella è il più votato nel collegio preso in considerazione con 11062 voti delle 2 liste a sostegno (Siciliani con Bersani e Mattarella: 3274; Con Bersani-Mattarella 09: 7788), contro i 10464 delle 2 liste di Lupo (Democratici con Lupo: 4126; Borsellino con Lupo: 6338) ed i 9115 delle 3 liste di Lumia (Lumia segretario regionale: 4327; Crocetta con Lumia: 3049; Siciliani per Lumia: 1739).
A Gela non c'è stata partita per l'elezione a segretario nazionale con Bersani (2824 voti) che stacca nettamente i due avversari Franceschini (958) e Marino (153 voti). Molto diverso il discorso sulla competizione per l'elezione a segretario regionale con i tre deputati di centro-sinistra espressi dal territorio a fare le prove generali in vista delle imminenti elezioni amministrative e con la componente della ex Margherita a far capire che non starà certo a guardare. Con i quasi 1500 della sua lista, Speziale affonda decisamente il colpo e dalle dichiarazioni all'indomani delle primarie lancia quasi ufficialmente la candidatura a sindaco, anticipando in maniera non troppo velata, o lasciando chiaramente intendere, lo slogan d'attacco: “Prima di tutto Gela”. Con oltre 800 voti, Donegani tiene sostanzialmente botta e, consapevole di poter dire la propria, da Palermo, in un'ipotesi di accordo tra Mattarella (suo candidato) e Lupo per la segreteria regionale, con Lumia sconfitto (candidato di Speziale), innesca la bomba e, per la prima volta, dichiara di non escludere a priori la sua scesa in campo, magari come ultima ratio. Chi non potrà ricandidarsi è sicuramente Crocetta che vorrebbe ancora suggerire qualcuno a lui vicino ma che da questa competizione esce notevolmente ridimensionato con poco più di 600 preferenze ottenute dalla sua lista a fronte di comizi e spot pubblicitari a iosa, come se avessero una qualche utilità nel convincere la gente ad andare nei gazebo ad esprimere il proprio consenso versando una “contributo” di 2 euro ed a dimostrazione che anche nelle Primarie non c'è voto d'opinione spontaneo se non, come per tutti gli altri election-day, indotto.
Piuttosto, quando nella sola Sicilia votano 180.000 cittadini, di cui anche immaginando che siano andati a votare tutti i tesserati (63.000) sicuramente il doppio di essi non aveva la tessera del PD (i restanti quasi 120000), viene anche normale chiedersi a che vale, allora, eleggere il segretario (nazionale o regionale) di quel partito? E, soprattutto, che senso avrebbe dopo una tale mobilitazione sovvertire il responso delle urne? Scommettiamo che Lupo sarà il prossimo segretario del Pd Sicilia?


Autore : Filippo Guzzardi

» Altri articoli di Filippo Guzzardi
In Edicola
Newsletter
Registrati alla Newsletter Gratuita del Corriere di Gela per ricevere le ultime notizie direttamente sul vostro indirizzo di posta elettronica.

La mia Email è
 
Iscrivimi
cancellami
Cerca
Cerca le notizie nel nostro archivio.

Cerca  
 
 
Informa un Amico Informa un Amico
Stampa la Notizia Stampa la Notizia
Commenta la Notizia Commenta la Notizia
 
㯰yright 2003 - 2022 Corriere di Gela. Tutti i diritti riservati. Powered by venturagiuseppe.it
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120