1 2 3 4 5
Corriere di Gela | Una nuova struttura per minori diversamente abili
Edizione online del Periodico settimanale di Attualità, Politica, Cultura, Sport a diffusione comprensoriale in edicola ogni sabato
notizia del 10/01/2009 messa in rete alle 18:34:59

Una nuova struttura per minori diversamente abili

Sabato 10 gennaio sarà inaugurata la comunità alloggio per minori “Casa degli Angeli”, in Vico Borodini n. 6. Ad officiare la cerimonia sarà don Enzo Romano. Tra gli inviati, il presidente della Provincia on. Pino Federico, il sindaco Rosario Crocetta, il presidente del Consiglio comunale Peppe Di Dio e l’assessore ai servizi sociali Peppe Arancio.
La nuova struttura, che comincerà a operare la prossima settimana, in regime di convenzione con Asl, Servizi sociali del Comune e Tribunale, potrà ospitare minori e anche bambini diversamente abili. La comunità alloggio si richiama agli standard di legge in quanto ad operatori del settore, si avvale di un’equipe di operatori professionalmente qualificati (psicologi, due operatori socio assistenziali, educatori, assistenti sociali e infermieri).
L’iniziativa parte da lontano ed esattamente da una indagine conoscitiva svolta dalla Cooperativa sociale “Horizon 200”, presieduta da Francesco Di Dio e dalla quale emergeva un dato inconfutabile: l’assenza nella nostra città di strutture di accoglienza del tipo di comunità alloggio. “Numerose famiglie – afferma il presidente della Horizon 2000 Francesco Di Dio – sono costrette a recarsi ad Agrigento o in altri comuni del nisseno. Le frasi più ricorrenti che le famiglie con figli diversamente abili si chiedevano erano del tipo: dopo che noi non ci saremo più, chi accudirà i nostri figli? E’ stata un po’ questa anche la molla che ha fatto scattare in noi l’idea di creare questa struttura. Ci auguriamo adesso di avere tutto il sostegno delle istituzioni per partire subito con il servizio”. Questa comunità alloggio, unica nella nostra città, potrà dare quelle risposte alle famiglie che le avevano invocate ed ora finalmente potranno fruire di questo servizio senza più estenuanti e dispendiose trasferte. E’ chiaro che il percorso dovrà essere completato con la stipula delle convenzioni, affinchè la comunità possa subito avviare il servizio. Si tratta di un’iniziativa di grande interesse sociale per due ordini di motivi: da un canto assolverà a servizi alla persona, dall’altro offrirà occasioni di lavoro ad operatori del settore.
Il presidente Di Dio ci ricorda anche che la Coooperativa sociale lo scorso anno ha organizzato due corsi di formazione per operatore socio assistenziale e che per i prossimi anni ne realizzerà altri, sempre nell’ambito del settore assistenza. Ai fini del funzionamento della comunità alloggio a vario titolo intervengono Comune, Provincia e Regione.


Autore : Nello Lombardo

» Altri articoli di Nello Lombardo
In Edicola
Newsletter
Registrati alla Newsletter Gratuita del Corriere di Gela per ricevere le ultime notizie direttamente sul vostro indirizzo di posta elettronica.

La mia Email è
 
Iscrivimi
cancellami
Cerca
Cerca le notizie nel nostro archivio.

Cerca  
 
 
Informa un Amico Informa un Amico
Stampa la Notizia Stampa la Notizia
Commenta la Notizia Commenta la Notizia
 
㯰yright 2003 - 2022 Corriere di Gela. Tutti i diritti riservati. Powered by venturagiuseppe.it
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120