1 2 3 4 5
Corriere di Gela | Calcio-Eccellenza /Atletico da rivedere
Edizione online del Periodico settimanale di Attualità, Politica, Cultura, Sport a diffusione comprensoriale in edicola ogni sabato
notizia del 30/09/2012 messa in rete alle 18:26:48
Calcio-Eccellenza /Atletico da rivedere

L'Atletico Gela crolla al Presti contro il Misterbianco, avversario ancora una volta ridotto in inferiorità numerica ma che ha strameritato di vincere.

A parte il risultato subito, una sconfitta di misura, è la prova assolutamente incolore sotto tutti i punti di vista – tattico, tecnico ed atletico – a preoccupare l'ambiente. Il grave infortunio al ginocchio occorso a Fabio Comandatore non ha fatto altro che acuire ulteriormente le grandi difficoltà già emerse nella zona nevralgica del campo, laddove cioè c'è da costruire gioco e da assicurare filtro difensivo.

Non a caso, ad un reparto avanzato apatico è corrisposto un reparto arretrato che ha sbandato più volte.

I giallorossi, anche nella ripresa giocata interamente con l'uomo in più, non sono riusciti mai a rendersi davvero pericolosi dalle parti del portiere ospite, mentre il Misterbianco aveva sfiorato il goal ripetutamente, colpendo ben 2 legni (un palo ed una traversa) e sbagliando un penalty dagli 11 metri con Camiolo bravo a stendersi ed a salvare momentaneamente il risultato. Il goal di Caruso in zona cesarini ha solo reso giustizia rispetto a quanto si era visto in campo.

Il calcio non sarà una scienza ma non è facile inventare qualcosa dal nulla. L'avere smantellato un gruppo che nella serie inferiore così male non aveva fatto, tanto da “meritarsi” la chance del ripescaggio in Eccellenza e, al contempo, costruire ex novo praticamente tutto l'impianto della rosa, avrebbero dovuto suggerire, almeno allo start, propositi meno velleitari corredate da esternazioni più caute.

Oggi, parlare di salvezza per quella che rimane una matricola del torneo, benché rappresentativa della sesta città isolana e di un calcio locale che ha conosciuto palcoscenici professionistici fino a ieri, significa tornare saldamente con i piedi per terra. Al “Memo Di Pasquale” ci sarà da lottare a denti stretti contro un Real Avola affamato di punti, fanalino di coda del girone B, dopo 3 sconfitte consecutive subite.


Autore : Filippo Guzzardi

» Altri articoli di Filippo Guzzardi
In Edicola
Newsletter
Registrati alla Newsletter Gratuita del Corriere di Gela per ricevere le ultime notizie direttamente sul vostro indirizzo di posta elettronica.

La mia Email è
 
Iscrivimi
cancellami
Cerca
Cerca le notizie nel nostro archivio.

Cerca  
 
 
Informa un Amico Informa un Amico
Stampa la Notizia Stampa la Notizia
Commenta la Notizia Commenta la Notizia
 
㯰yright 2003 - 2022 Corriere di Gela. Tutti i diritti riservati. Powered by venturagiuseppe.it
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120