1 2 3 4 5
Corriere di Gela | Giallorossi alle prese con il Manfredonia.
Edizione online del Periodico settimanale di Attualità, Politica, Cultura, Sport a diffusione comprensoriale in edicola ogni sabato
notizia del 23/01/2005 messa in rete alle 18:19:35

Giallorossi alle prese con il Manfredonia.

Attesa spasmodica per la spettacolare sfida tra Gela e Manfredonia, gara-responso di gran rilevanza per entrambe le formazioni. Un successo servirebbe enormemente agli uomini di Domenicali per dimostrare in maniera definitiva di non rappresentare assolutamente un fuoco di paglia, mentre i tre punti farebbero comodo al tecnico dei pugliesi Bitetto sia per manifestare la propria superiorità qualitativa al cospetto di un Gela che all’andata diede una lezione di calcio agli avversari, sia per intimorire quella Cavese che ha sin qui volato in cima alla classifica senza mai cedere il primato. Anche i tifosi giallo-rossi, amareggiati per l’infruttuosa trasferta di domenica scorsa a Potenza, dove non si è giocato a causa della neve, preparano con grande zelo un adeguata coreografia per incitare al meglio i propri beniamini in una fase cruciale del campionato, poiché nelle ultime giornate il calendario prevede degli incontri più agevoli per i gelesi.
Sussistono, inoltre, tutti i presupposti affinché Montalbano e compagni possano aver ragione della corazzata ospite: innanzitutto, dal punto di vista atletico il Gela potrà sfruttare una minore stanchezza nelle gambe, non essendo sceso in campo da ben due settimane a differenza di un Manfredonia che ha giocato domenica al Selvaggio di Ragusa, non lesinando energie al fine di conseguire il successo, per poi affrontare tre giorni dopo l’Avellino in Coppa Italia di serie C.
I pugliesi hanno pertanto disputato due gare negli ultimi sette giorni, e tutto ciò costituisce l’unico ma rilevante effetto positivo determinato dal rinvio della gara tra Potenza e Gela, compensando quello svantaggio rappresentato dal fatto di dover affrontare i lucani il sei febbraio (o il due febbraio), ovvero in un frangente in cui i padroni di casa potranno schierare gli ultimi acquisti Bigica, Cibocchi e Cappuccilli, una soluzione preclusa al trainer Giacomarro qualora la gara fosse stata regolarmente disputata nell’ultimo turno di campionato.
E se il Gela potrà usufruire di una maggiore freschezza atletica nello sfidare il Manfredonia, è anche vero che, dovendo giocare con il Potenza quando il campionato osserverà un turno di riposo, alla ripresa del torneo si verificherà la situazione inversa, in cui sarà il Gela ad accusare una maggiore pesantezza fisica, evento a cui assisteremo il tredici febbraio quando al Presti verrà ospitata la pericolosa Pro Vasto.
In fin dei corsi forse è preferibile affrontare il Manfredonia nelle migliori condizioni possibili, considerando che, in caso di successo, il Gela non dovrà più sfidare tra le mura amiche formazioni di primo livello, potendo in teoria vincere tutte le rimanenti gare che si dovranno disputare al Presti. Oltre all’aspetto atletico, il Manfredonia dovrà inoltre fare a meno dell’ex-Umberto Brutto e del rognoso mediano Togni per squalifica, due assenze importanti che metteranno in crisi Bitetto. Brutto è uno dei leader della formazione pugliese, all’andata fu lui a segnare al Gela, in questa stagione inoltre è andato a rete in sei circostanze, di conseguenza non è facilmente sostituibile (probabilmente sarà rimpiazzato dal giovane e promettente brasiliano Machado, in gol a Ragusa).
Infine il Manfredonia, a differenza della Cavese, della Juve Stabia e dello stesso Gela, ha sempre mostrato nell’arco della stagione un gioco compassato e farraginoso, schierando un lineare 4-4-2 che inevitabilmente si basa sulla velocità e sulla classe degli esterni Brutto e Piccioni. Detronizzati loro, il Manfredonia diventa inoffensivo, e per questo motivo l’assenza di Brutto agevola non di poco i propositi di successo nutriti da Domenicali. Un ex del Gela che invece scenderà in campo sarà il neo-acquisto dei pugliesi Albano, uno dei protagonisti in negativo dell’undici di Ruisi che retrocesse in serie D. Per quanto concerne i giallo-rossi, Domenicali potrà fare affidamento sull’intera rosa, e soprattutto potrà contare sull’apporto dell’indispensabile Carboni, reduce da un influenza che lo ha un po’ debilitato nei giorni scorsi.


Autore : Paolo Cordaro

» Altri articoli di Paolo Cordaro
In Edicola
Newsletter
Registrati alla Newsletter Gratuita del Corriere di Gela per ricevere le ultime notizie direttamente sul vostro indirizzo di posta elettronica.

La mia Email è
 
Iscrivimi
cancellami
Cerca
Cerca le notizie nel nostro archivio.

Cerca  
 
 
Informa un Amico Informa un Amico
Stampa la Notizia Stampa la Notizia
Commenta la Notizia Commenta la Notizia
 
㯰yright 2003 - 2021 Corriere di Gela. Tutti i diritti riservati. Powered by venturagiuseppe.it
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120