1 2 3 4 5
Corriere di Gela | Intervista al presidente dell’Associazione, Luigi Calà: «Rifaremo bella Macchitella»
Edizione online del Periodico settimanale di Attualità, Politica, Cultura, Sport a diffusione comprensoriale in edicola ogni sabato
notizia del 23/10/2011 messa in rete alle 18:11:13

Intervista al presidente dell’Associazione, Luigi Calà: «Rifaremo bella Macchitella»

Una sorta di operazione di “bonifica ecologica” del giardinetto pubblico «iqbal masih», a Macchitella, è stata effettuata domenica scorsa 16 ottobre. Durante la mattinata, alcuni componenti dell'Associazione Macchitella ed altri residenti del quartiere, si sono recati in viale Enrico Mattei per fermare il degrado a cui l'area in questione era oramai sottoposta nell'abbandono più completo, ridandole la destinazione originaria di “spazio dedicato ai giochi per bambini” e non solo. Hanno presenziato anche il Sindaco Fasulo ed il vicesindaco Ferracane (espressamente invitati) che si sono impegnati ad una maggiore attenzione verso il quartiere, senza tralasciare le spinose questioni del mercato settimanale (Montelungo) e rionali (rotonda est di Macchitella e parcheggio davanti l'Istituto Suor Teresa di Valsè). Abbiamo colto l'occasione, in particolare, per scambiare quattro chiacchiere con il presidente dell'associazione, Luigi Calà.

– L’Associazione Macchitella nasce per combattere il degrado culturale, ambientale e la scaduta verticale della qualità di vita nel quartiere Macchitella. Ci spiega, in concreto, cosa significa?

«Significa che la molla è scattata. Tutti noi dell'associazione, siamo estremamente convinti che lamentarsi alla finestra, al supermercato o alla posta mentre si fa la fila, non sia d’aiuto. Ciò che lega i soci è la necessità di mettere insieme le forze sane del quartiere per trasformare le lamentele in azioni e progetti».

– Significa pure che l'associazione da lei presieduta non ha anche una vocazione imprenditoriale o commerciale? Non avete partita iva?

«No. L’Associazione non ha scopo di lucro e, lo sottolineo da subito, non è soprattutto una espressione dei partiti o di qualche comitato d’affari. Tutto quello che accade è pubblicato quasi quotidianamente sul nostro sito internet, un piccolo angolo nel web (https://sites.google.com/site/associazionemacchitella/). Le decisioni vengono prese direttamente dai soci, i quali contribuiscono come possono alle varie iniziative. Il presidente e il direttivo sono esclusivamente al loro servizio. Nessuna azione viene intrapresa senza l’avallo del direttivo o in contrasto con le direttive impartite dai soci con i loro voti. Si tratta di precisazioni che è necessario evidenziare, perché rompendo atavici equilibri, l’associazione ha attirato le attenzioni denigratorie di coloro che hanno tratto benefici, anche elettorali, dal controllo sul comitato di quartiere. In ogni caso, per quanto comunque i detrattori facciano bene il loro lavoro, non possono e non potranno evitare che l’Associazione cresca e moltiplichi i suoi sforzi a beneficio di tutti».

– Un'associazione giovane e viva, dunque. A proposito, cos'è tutto questo rumore che avete fatto negli ultimi tempi?

«Nel corso di questi primi mesi di attività, abbiamo cercato di contrastare l’usurpazione di spazi pubblici a beneficio di privati, vedasi il chiosco all’interno dell’unico spazio verde per i bambini della città, abbiamo evidenziato ben prima della Guardia Costiera quello che accadeva col depuratore di Macchitella e gli scarichi abusivi sul Gattano; abbiamo contrastato con successo, creando un coordinamento di associazioni, l’intenzione di usare aree vincolate di Macchitella per destinarle al mercato settimanale; abbiamo cercato e stiamo cercando di sensibilizzare i cittadini all’attuazione della raccolta differenziata e a denunciare sempre qualunque atto di vandalismo, rinunciando alla solita frase “qui siamo a Gela”, intendendo con questo l’impossibilità di qualsiasi miglioramento».

– Vi limiterete alla sola denuncia o ambite ad altro?

«Dopo gli innegabili contrasti che abbiamo avuto con l’amministrazione comunale, abbiamo inaugurato una nuova stagione di collaborazione con quest'ultima. Attualmente, abbiamo in corso la collaborazione con il consiglio comunale per la redazione dei regolamenti riguardanti l’uso del suolo pubblico, dei comodati d’uso e del piano colore per il quartiere, ma non ci fermeremo a questo. Intendiamo rivendicare, con forza, il diritto di Macchitella a non vedersi trasformata in parco giochi per “vastasi” di ogni genere; ad avere la presenza dei vigili urbani ad oggi negata; a perpetuare la vita degli spazi verdi preziosissimi per tutta la città. Insomma, il nostro concetto di qualità della vita è molto ampio ed abbiamo intenzione di procedere con tutto il ventaglio delle nostre capacità, professionalità ed esperienze, affinché i cittadini si riapproprino di un quartiere bello e sicuro, riscoprendo la solidarietà, la socialità, la partecipazione alle decisioni che li riguardano e, perché no, all’amministrazione stessa della città. Un concetto di democrazia che è quasi evaporato con i roghi delle auto, demolito dalla inconsistenza delle risposte delle istituzioni e che invece dev'essere ricostruito e difeso».

– In quanti siete attualmente?

«Ad oggi, una cinquantina di famiglie si sono già associate, ma non tendiamo a crescere solo numericamente: siamo più interessati alla qualità ed onestà dei soci, che al loro numero. L’unica cosa a cui non siamo interessati è l’orientamento politico dei soci. Semplicemente, non ci riguarda. Siamo dunque una forza fatta di gente responsabile, non disponibile a compromessi, capace di formulare progetti e proposte che abbiano ricadute positive per tutti».


Autore : Filippo Guzzardi

» Altri articoli di Filippo Guzzardi
In Edicola
Newsletter
Registrati alla Newsletter Gratuita del Corriere di Gela per ricevere le ultime notizie direttamente sul vostro indirizzo di posta elettronica.

La mia Email è
 
Iscrivimi
cancellami
Cerca
Cerca le notizie nel nostro archivio.

Cerca  
 
 
Informa un Amico Informa un Amico
Stampa la Notizia Stampa la Notizia
Commenta la Notizia Commenta la Notizia
 
㯰yright 2003 - 2022 Corriere di Gela. Tutti i diritti riservati. Powered by venturagiuseppe.it
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120