1 2 3 4 5
Corriere di Gela | Il Gela ci prova a Roma
Edizione online del Periodico settimanale di Attualità, Politica, Cultura, Sport a diffusione comprensoriale in edicola ogni sabato
notizia del 17/04/2011 messa in rete alle 17:27:18

Il Gela ci prova a Roma

Un Gela spuntato, con Docente (nella foto) e Carbonaro inutilizzabili, Cunzi a mezzo servizio ed il giovane Rabbeni costretto ad adattarsi in un ruolo come quello di punta centrale che non gli si addice a questi livelli, ha la meglio sul Siracusa e s'aggiudica il derby di ritorno al “Presti” vendicando la sconfitta rimediata nel girone d'andata al “De Simone” grazie alla rete di Bigazzi, non a caso tornato col bel tempo in gran spolvero come ad inizio stagione, abile a sfruttare l'indecisione di Pepe preferito da Ugolotti al più esperto Lucenti. Legge dei grandi numeri, quindi, rispettata. Il Gela era rimasta, infatti, l'unica squadra che non aveva ancora provato l'ebbrezza dei tre punti nel girone di ritorno. Sfatato, invero, un doppio tabù: l'1-0 con cui i biancazzurri sconfiggono i cugini aretusei, di fatto, battezza anche la prima volta assoluta di Ammirata nella terza serie professionistica, dove il tecnico di origini palermitane non aveva mai assaporato il successo in carriera. Il tutto, a conclusione di una settimana durante la quale lo stesso Ammirata ha compiuto 60 anni. Giusto festeggiare, pertanto, con tanto di dedica al Presidente Tuccio da parte del capitano Cardinale, in nome dell'intera squadra, nonché del tecnico che in sala stampa non ha perso occasione di ringraziare, altresì, il pubblico gelese, omaggiandolo della vittoria.

Una vittoria importante e meritata, nonostante il dubbio sull'episodio in area biancazzurra con potenziale calcio di rigore per gli uomini dell'ex Ugolotti. Certo, ci si aspettava qualcosa di più dal Siracusa, una squadra che si scioglie al sole, come l'ha definita il suo stesso trainer a fine gara, incapace di impensierire davvero Nordi durante tutto il match, anche dopo essere passati in svantaggio. Insomma, al “Presti” abbiamo visto il classico Siracusa in versione trasferta, tutt'altra cosa rispetto a quello applaudito ed apprezzato fra le mura amiche. Merito, in realtà, anche di un Gela accorto, motivato, ancora una volta disciplinato tatticamente. Un Gela che ci ha messo testa e cuore. Un Gela di Ammirata che una volta tanto ha raccolto ciò che ha saputo seminare. In un torneo equilibrato verso il basso, come già sosteniamo da settimane, ottenere l'intera posta in palio ti permette balzi in avanti consistenti. Sicché, il Gela esce immediatamente dalla zona rossa della classifica, agganciando il Pisa che domenica in casa affronterà nel derby e scontro diretto il Foligno e, soprattutto, mettendo dietro di se la Ternana che sarà ospite del Gela la domenica ancora successiva, in occasione della quartultima giornata di campionato.

Nel mezzo, la sfida in trasferta contro l'ex spauracchio Atletico Roma, anticipando al sabato, ma sempre con inizio alle ore 15. L'Atletico si ritrova così, a 5 giornate dal termine, in una posizione di classifica che ne mette in discussione anche l'accesso ai play-off. Rientra dalla squalifica Miglietta che potrebbe scalzare dall'undici di partenza Baronio. Dubbio Mazzeo-Esposito.

Ammirata, dal canto suo, recupera in attacco Docente che rappresenterà, verosimilmente, una delle due novità nella formazione iniziale rispetto alla sfida contro il Siracusa. Per questa via, tornerà fra le riserve Rabbeni, al fianco di Cunzi che non s'è allenato al meglio in settimana a causa di un attacco influenzale e che dunque ripartirà dalla panchina. L'altra novità concerne il centrocampo, privo dell'infortunato Giardina. Verrà confermata la linea difensiva con Porcaro sulla fascia, ma non è escluso l'impiego stavolta a sinistra, con Petrassi che torna a destra, nella corsia che più predilige. Al “Flaminio” di Roma, arbitrerà Guido Operato d'Isernia, assistito da Paolo Donini di Bergamo e Maurizio De Troia di Termoli. Di seguito, le probabili formazioni. ATLETICO ROMA (4-2-3-1): Ambrosi; Balzano, Galuppo, Padella, Mazzarani; Romondini, Miglietta (Baronio); Mazzeo (Esposito), Caputo, Franchini; Ciofani. All. Incocciati. GELA (4-4-1-1): Nordi; Petrassi, Cossentino, Cardinale, Porcaro; Scopelliti, Piano (Avantaggiato), Zaminga, Bigazzi; D'Anna; Docente. All. Ammirata


Autore : Filippo Guzzardi

» Altri articoli di Filippo Guzzardi
In Edicola
Newsletter
Registrati alla Newsletter Gratuita del Corriere di Gela per ricevere le ultime notizie direttamente sul vostro indirizzo di posta elettronica.

La mia Email è
 
Iscrivimi
cancellami
Cerca
Cerca le notizie nel nostro archivio.

Cerca  
 
 
Informa un Amico Informa un Amico
Stampa la Notizia Stampa la Notizia
Commenta la Notizia Commenta la Notizia
 
㯰yright 2003 - 2022 Corriere di Gela. Tutti i diritti riservati. Powered by venturagiuseppe.it
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120