1 2 3 4 5
Corriere di Gela | ll ritorno di Sanderra
Edizione online del Periodico settimanale di Attualità, Politica, Cultura, Sport a diffusione comprensoriale in edicola ogni sabato
notizia del 07/10/2007 messa in rete alle 16:15:02

ll ritorno di Sanderra

La sua partenza aveva suscitato più di un rimpianto, ma dopo tre mesi eccolo nuovamente sulla panchina del Gela. Stefano Sanderra (foto), quarant’anni, è il nuovo allenatore del club biancazzurro, rimpiazzando il dimissionario Pino Irrera. Anche nella passata stagione subentrò, al posto di Sorbello, a campionato iniziato, ossia dopo il settimo turno del girone di ritorno, e ottenne il riscatto personale, dopo anni d’assenza dal mondo professionistico, conducendo Comandatore e compagni verso la partecipazione ai play-off.
Adesso una nuova battaglia, ancor più difficile, attende Sanderra. Occorre resuscitare una squadra ultima in graduatoria, e accompagnarla in acque più tranquille. Ma il tecnico romano potrà lavorare con maggiore tranquillità rispetto ad Irrera, godendo della fiducia e della stima manifestata da un ambiente entusiasta per il suo ritorno.
Sanderra dichiara d’essere ottimista per il futuro, alla luce dell’esperienza vissuta nella passata stagione. «A Gela mi son trovato bene, i tifosi mi hanno accolto calorosamente, e non ho rimpianti per l’eliminazione nei play-off ad opera del Potenza perchè i lucani, anche in C1, stanno dimostrando il loro valore. Mi è dispiaciuto non regalare il salto di categoria alla splendida tifoseria gelese, ma siamo stati estromessi con due pareggi».
L’accordo con il presidente Tuccio è stato concluso senza difficoltà. «Ho dovuto lasciare Gela per problemi familiari – prosegue Sanderra – ma adesso li ho risolti e ho potuto accettare con entusiasmo l’offerta prospettatami dal presidente. E infatti lo ringrazio per la nuova opportunità concessami». Che il legame tra Gela e Sanderra non sia stato reciso è confermato da un aspetto evidenziato dallo stesso tecnico laziale. «Ho visionato con un paio di videocassette le gare con il Cassino e il Monopoli. Ho constatato la presenza di un organico valido, anche se necessita d’alcuni interventi».
Per gli addetti ai lavori l’organico biancazzurro richiede alcuni innesti immediati, soprattutto a centrocampo e in difesa. Sanderra predilige quale modulo il classico 4-4-2, e a questo punto emerge la carenza di esterni di centrocampo. A parte Ike e Di Franco, peraltro molto offensivi, non ci sono esterni di ruolo in grado di svolgere egregiamente la fase difensiva e quella d’attacco.
Sono previsti interventi immediati nel calcio-mercato?
«Prima devo valutare bene il gruppo che ho a disposizione. In effetti occorrerebbe qualche innesto per le fasce, ma acquisteremo giocatori svincolati solo se sono a posto fisicamente. Non vogliamo fregature».
L’obiettivo oramai s’è ridotto ad una semplice salvezza.
«La dirigenza mi ha chiesto la permanenza nella categoria – precisa Sanderra – e sebbene qualcuno abbia accennato ai play-off, il nostro obiettivo sarà quello. La squadra è in difficoltà, non pressiamola».
Chiaro e lineare mister Sanderra, chiamato a risollevare una squadra con il morale a pezzi. E per rendersene conto, è sufficiente visionare la sfida di Lamezia, una piccola Waterloo per il Gela. Doveva essere la gara d’appello per Irrera, e i suoi uomini, dopo neanche venti secondi dall’avvio dell’incontro, subiscono il vantaggio dei lametini a causa di un marchiano errore della difesa. Nella ripresa, dopo l’espulsione del recidivo D’Aiello, i biancazzurri sono crollati definitivamente.
Stupisce l’atteggiamento del tecnico messinese: naufragato dopo due giornate il 4-3-3, il passaggio al 5-3-2 aveva leggermente migliorato le prestazioni del Gela e comunque limitato i danni. Con quest’ultimo modulo Mancini e compagni hanno perso immeritatamente a Palma Campania, contro la Sangiuseppese, subendo il gol decisivo allo scadere; hanno battuto in casa il Cassino; e infine hanno perso a Monopoli solo dopo aver patito l’inferiorità numerica per l’espulsione rimediata da Bucolo.
A Lamezia Irrera ha riproposto il prediletto 4-3-3, e inevitabilmente la prestazione si è rivelata un pianto per i tifosi gelesi presenti in Calabria. Oltre all’ex-tecnico della primavera del Catania, ha rassegnato le dimissioni il direttore generale e sportivo del club Antonio Alabiso. In settimana la dirigenza del club biancazzurro ha ufficializzato l’ingaggio di un nuovo portiere, il ceco Milan Zahalka, trent’anni. Al di là della facile ironia che può suscitare l’ingaggio di un portiere ceco, il neo-acquisto, ingaggiato a causa dei problemi fisici patiti da Orlandi, è un ottimo giocatore ed è stato quarto portiere del Como in serie A nella stagione 2002-2003. Nella passata stagione ha difeso egregiamente i pali del Poggibonsi, in serie C2.
Il prossimo turno di campionato vede il Gela ospitare al Presti il Celano, formazione abruzzese allenata da Giacomino Modica, tecnico zemaniano che imita pedissequamente il 4-3-3 del tecnico boemo. I marsicani hanno avuto un buon inizio di stagione, si trovano al quinto posto in classifica e potrebbero scendere in campo appagati favorendo positivamente i ragazzi di Sanderra. I punti di forza degli avversari sono il centrocampista argentino Barrioneuvo e l’attaccante Dionisi, ma vi sono altri elementi validi da tenere d’occhio. Due ex del Gela nelle fila abruzzesi: Danilo Bacchi e Gaetano Lo Coco, entrambi riserve. Il Gela si schiererà in campo con il 4-4-2: a centrocampo Berti e Parlagreco saranno i centrali, mentre i dubbi riguardano gli esterni e il duo d’attacco. Squalificato D’Aiello, rientra Bucolo. Assenti gli infortunati Orlandi e Russiano.


Autore : Paolo Cordaro

» Altri articoli di Paolo Cordaro
In Edicola
Newsletter
Registrati alla Newsletter Gratuita del Corriere di Gela per ricevere le ultime notizie direttamente sul vostro indirizzo di posta elettronica.

La mia Email è
 
Iscrivimi
cancellami
Cerca
Cerca le notizie nel nostro archivio.

Cerca  
 
 
Informa un Amico Informa un Amico
Stampa la Notizia Stampa la Notizia
Commenta la Notizia Commenta la Notizia
 
㯰yright 2003 - 2021 Corriere di Gela. Tutti i diritti riservati. Powered by venturagiuseppe.it
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120