1 2 3 4 5
Corriere di Gela | Com’è cambiata la geopolitica della Giunta
Edizione online del Periodico settimanale di Attualità, Politica, Cultura, Sport a diffusione comprensoriale in edicola ogni sabato
notizia del 13/10/2013 messa in rete alle 16:11:50
Com’è cambiata la geopolitica della Giunta

Concludiamo il nostro lavoro sui cambiamenti in consiglio e in giunta comunale, la cui prima parte è stata pubblicata nello scorso numero del Corriere. Abbiamo ritenuto che l’aspetto gestionale della cosa pubblica che si estrinseca attraverso il lavoro della giunta fosse anche meritevole di attenzione. Un breve articolarsi nel tempo degli uomini che hanno rappresentato l’esecutivo di Angelo Fasulo. Con questo lavoro di ricerca non riteniamo di essere stati esaustivi sulla complessa macchina politico-amministrativa che ha gestito il Comune. Ci scusiamo con i lettori e con gli interessati per eventuali sviste od omissioni nelle quali potremmo avere incorso. Saremmo sicuramente grati a quanti, nel caso, volessero segnalarci imprecisioni.

Antonio Sammito (Partito liberale)

E’ nato a Gela quarantanove anni fa. E’ sposato con la signora Elvira che gli ha dato tre figli: Glenda, Mattia e Simone. Ha conseguito la maturità scientifica. Si occupa di informatica, di gestione dei tributi locali, ma anche di grafica e marketing. Consigliere comunale e capogruppo dal 1994 al 2007 al Comune di Gela – Presidente commissione Bilancio e Annona e Sviluppo Economico.- Delega ai rapporti culturali e commerciali con i Paesi dell’area del Mediterraneo.- Ama la musica, la lettura ed il teatro.

Giuseppe D’Aleo (ex Mpa) Urbanistica, mare e patrimonio

E’ nato a Gela. Quarantaquattro anni, avvocato. Oltre all’attività forense, insegna materie giuridiche ed economiche negli istituti superiori. Svolge mansioni all’interno della provincia regionale di Caltanissetta, Asl con responsabilità di controllo gestione.

E’ neofita della politica scendendo per la prima volta in campo accettando un incarico di assessore. E’ stato sempre vicino all’attuale presidente della provincia Pino Federico. Auspica che la sua esperienza amministrativa possa riuscire utile ad una città che ha bisogno di certezze e di nuovi punti di riferimento.

Maria Palumbo (Partito Democratico)

E’ nata a Gela. Ha quarantasei anni, sposata con tre figli: Emanuele, Daniele e Francesca. Ha frequentato studi classici per poi laurearsi in medicina e chirurgia presso l’Università di Catania. Specializzata i medicina generale.

Anche se volesse non può praticare degli hobby, in quanto il suo tempo lo dedica al lavoro e alla famiglia. Definisce la politica un bellissimo incidente di percorso su cui ha voluto buttarsi non appena il sindaco Fasulo le ha proposto di far parte della sua squadra assessoriale. Dichiara di essere molto ambiziosa ma senza cattiveria.

Fortunato Ferracane (ex Mpa)

E’ nato a Gela 45 anni fa. Sposato con la signora Concetta D’Aleo che gli ha regalato tre figli, l’ultimo dei quali si chiama Marco. Ha studiato al liceo scientifico Vittorini e poi iscrittosi all’università di Catania, si è laureato nel 1991 in medicina. Non ha particolari hobby, ma quando il tempo glielo consente gioca a pallone. Ha cominciato ad occuparsi di politica intorno agli anni 2000. Ha partecipato alla rifondazione del Nuovo Psi a Gela, confluendo successivamente su Nuova Sicilia ed attualmente è uno dei maggiori esponenti dell’ex Mpa. Oltre ad ottenere la delega di assessore, avrà anche funzioni di vicesindaco. Le sue aspirazioni sono quelle di occuparsi di servizi sociali.

Orazio Rinelli (Italia dei valori) assessore alla polizia urbana, protezione civile e annona

E’ nato a Gela ed ha quarantadue anni. Sposato con la signora Antonella Vella che gli ha dato tre figli: Tatiana, Gabriele Adriano. Ha frequentato il liceo scientifico e successivamente si è laureato in giurisprudenza. Attualmente esercita la professione forense. Riesce rare volte a dare sfoggio ai suoi hobby che sono il tennis ed il calcetto. E’ approdato alla politica nel 1994 iscrivendosi nella lista civica Liberare Gela”, successivamente è passato al Pds e quindi nel partito dei comunisti italiani. Attualmente, anche se per motivi di dissenso dalle direttive nazionali risulta sospeso, milita in Italia dei Valori.

Orazio Maganuco (Partito Democratico) Assessore al territorio, ambiente ed ecologia.

Quarantaquattro anni. Infermiere professionale presso l’ospedale di Gela. Felicemente sposato con la signora Giuseppina Gerotti che gli ha dato una bambina dal nome Martina. Ama il mare e l’attività subacquea.

E’ alla sua prima esperienza politica, ma ha dalla sua, una grande esperienza sindacale essendo stato segretario della Cisl degli ospedalieri.

Si distingue per impegno e competenze. Riesce ad organizzare bene il servizio di raccolta differenziata dei rifiuti attraverso una serie di incontri ed approcci con i quartieri. Si avvia un primo esperimento ben riuscito di raccolta differenziata.

Per la prima volta l’amministrazione dialoga con i cittadini interpretandone i bisogni. L’esperienza sindacale si fonde molto bene con l’impegno politico. Con queste brevi parole rispose ad una nostra stringata intervista: «Questo è il mio primo approccio politico. Spero di dare il massimo di me stesso. L’avere avuto questo incarico è motivo di grande gioia, perchè lo considero un fatto prestigioso al di sopra delle mie aspettative. Pur con i pochi mezzi a mia disposizione il mio lavoro sarà improntato sulla volontà del fare».

Nella prima decade del mese di marzo 2011, Orazio Maganuco passa la mano al giovane e dinamico avvocato Giuseppe Ventura che entra ufficialmente a far parte della giunta comunale di Gela. Alla cerimonia di insediamento assistono commossi i genitori del giovane assessore ed il deputato regionale on. Miguel Donegani.

Ventura è stato per molti anni impegnato con la politica giovanile ha maturato la sua esperienza come consigliere comunale e si insedierà a quattro mesi e mezzo dalle dimissioni da assessore di Orazio Maganuco avendo optato di fare il consigliere comunale. Il sindaco Fasulo gli assegna la delega al Territorio e ambiente, Ecologia, Università, politiche giovanili e manutenzione.

Nell’Aprile 2011 giura il neoassessore ai lavori pubblici Carmelo Casano di stretta fede crocettiana. Non è alla sua prima esperienza in quanto già nel 2009 ha svolto lo stesso incarico nella giunta Crocetta. E’ l’assessore che riesce a mettere un po’ d’ordine nei lavori pubblici. Riesce ad inaugurare un nuovo modo di approcciarsi con le imprese edili.

Rappresenta il principio dell’efficienza e del saper fare. Celerità negli interventi e accelerazione di lavori con una sorta di premio alle imprese che riescono a consegnare i lavori prima della scadenza contrattuale. Il 14 aprile del 2011, il giorno dopo il suo insediamento, Casano è il destinatario di una lettera di minacce. Il neoassessore non lascia spazio al compromesso. Trasparente e improntato0 alla massima legalità nel suo operato, dà fastidio a certi ambienti che ha il coraggio di denunciare. In altre situazioni minaccia anche di dimettersi a seguito di un forte scambio di vedute col direttore dei lavori di manutenzione di una delle strade di contrada Marchitello. L’intervento del sindaco Fasulo è risolutivo. Casano continua nel suo impegno con risultati più che soddisfacenti.

Nella mattinata del 17.11.2011 il sindaco Angelo Fasulo presenta due nuovi assessori che succedono ad Orazio Rinelli e Antonio Sammito. Si tratta di Marina La Boria (assessore pubblica Istruzione), avvocato, di fede socialista, che per la prima volta assume un incarico politico pubblico, e di Ugo Costa (assessore alla Polizia urbana), docente al Cnos-Fap dei salesiani, coordinatore cittadino e già capogruppo consiliare. Qualche tempo prima Fasulo aveva chiesto a Mariuccia Palumbo di passare la mano per esigenze politiche.

Il 20 giugno 2013 nove consiglieri su dieci del Pd (tranne il consigliere Gulizzi) con in testa il segretario Carlo Romano chiedono l’azzeramento della giunta al sindaco Fasulo. E Fasulo li accontenta. Deleghe congelate in attesa di una rimodulazione. Viene chiesto un rilancio amministrativo. Il sindaco scende dalle nuvole. Manca dialogo e difetto di comunicazione tra partito e giunta. Il sindaco sostiene che il rilancio amministrativo è già stato avviato a livello di funzionari e dirigenti comunali con buoni risultati. Per quanto riguarda la rimodulazione della giunta non se ne parla.

Il 4 luglio sotto le pressioni dei consiglieri Pd e la minaccia di dimissioni del segretario Pd Carlo Romano, Fasulo azzera la giunta, ma si tratta di un azzeramento virtuale che si trascina per qualche mese. Giungono le dimissioni di Carlo Romano. Finalmente la giunta viene rimodulata, ma si tratta solo di un’operazione di facciata con uno scambio di deleghe all’interno dell’Mpa.

Attuale composizione della giunta Fasulo con rispettive deleghe:

Maria Rita La Boria (Istruzione)

Ugo Costa (Servizi sociali). Prima della rimodulazione della giunta deteneva l’assessorato alla Polizia urbana.

Giuseppe D’Aleo (Polizia urbana). Prima della rimodulazione della giunta deteneva l’assesso-rato all’urbanistica.

Fortunato Ferracane (Urbanistica e vice sindaco). Prima della rimodulazione della giunta deteneva l’assessorato ai servizi sociali.

Carmelo Casano (Lavori pubblici e Protezione civile)

Giuseppe Ventura (Sport, turismo e ambiente)

I longevi. Gli unici assessori a mantenere la carica sin dall’inizio, sia pure cambiando delega, sono D’Aleo e Ferracane.


Autore : Nello Lombardo

» Altri articoli di Nello Lombardo
In Edicola
Newsletter
Registrati alla Newsletter Gratuita del Corriere di Gela per ricevere le ultime notizie direttamente sul vostro indirizzo di posta elettronica.

La mia Email è
 
Iscrivimi
cancellami
Cerca
Cerca le notizie nel nostro archivio.

Cerca  
 
 
Informa un Amico Informa un Amico
Stampa la Notizia Stampa la Notizia
Commenta la Notizia Commenta la Notizia
 
㯰yright 2003 - 2022 Corriere di Gela. Tutti i diritti riservati. Powered by venturagiuseppe.it
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120