1 2 3 4 5
Corriere di Gela | Crocetta in aula per la relazione semestrale
Edizione online del Periodico settimanale di Attualità, Politica, Cultura, Sport a diffusione comprensoriale in edicola ogni sabato
notizia del 21/11/2006 messa in rete alle 15:45:28

Crocetta in aula per la relazione semestrale

Finalmente il sindaco ha esaudito il desiderio dell’opposizione, sempre critica con lui, di presentare in aula la relazione semestrale. Ce n’è voluto per arrivare a tanto. Chi si aspettava qualcosa di dettagliato, argomentato, ma soprattutto delle novità è rimasto con tanto di naso. Qualcuno dell’opposizione quando ha notato nelle mani del sindaco due libroni spessi spessi che avrebbe dovuto leggere, si è messo le mani ai capelli. Per digerire quelle centinaia di pagine non ci sarebbe bastata tutta la notte. Solo che Crocetta (nella foto nel corso del suo intervento in aula) quando ha iniziato a relazionare ha subito spento ogni entusiasmo e qualche paura. Quei libroni erano le relazioni annuali che per legge accompagnano lo schema di bilancio ed il rendiconto finale.
“Di relazioni semestrali non se ne parla – esordisce dopo essersi fatto attendere in aula – come sapete non sono più contemplate dalla legge. Le argomentazioni ivi riportate, le ho sempre fatte presente di volta per volta in aula. Non c’è stata mai iniziativa – continua Crocetta – nè intervento di cui il Consiglio non sia mai stato informato”.
Qualcuno pensa ad una burla fino a quando Crocetta non inizia per linee generali ad esporre i contenuti della sua relazione. Bastano poche battute perché tutti capiscano che quanto Crocetta sta esponendo, lo conoscono perfettamente. E via ad un elenco di tutto ciò che l’amministrazione ha realizzato: sblocco delle opere pubbliche; interventi sulle manutenzioni secondo nuovi criteri; stabilizzazione definitiva dei precari; azione profonda di recupero degli ex detenuti; istituzioni di centri per ragazzi a rischio, per anziani e disabili; trasmissione di atti per la definitiva conclusione del Prg; inserimento di 50 progetti nel piano triennale delle opere pubbliche;
abbattimento dei costi nella discarica; pulizia delle spiagge;
completamento illuminazione della Gela-Manfria, ecc.
Le sue conclusioni di fronte ad un pubblico di consiglieri attenti sono forti e coerenti con le sue premesse.
“Abbiamo posto le basi – conclude dopo un intervento durato quaranta minuti – per una riqualificazione urbana. Abbiamo messo dei semi, sono nati dei germogli, gli alberi hanno bisogno dei tempi. Posso dire di avere dato ogni goccia del mio sangue per la rinascita della città. Ho la coscienza di potermi guardare in faccia. Ho fatto il mio dovere fino in fondo”.
Non c’è stato alcun dibattito data l’ora tarda. Ma ci sarà in seguito. Non giovedì perché il sindaco annuncia di essere a Roma, né lunedì prossimo perché in quella sede ci sarà una seduta monotematica sull’ambiente, malformazioni e aumento di neoplasie.
La seduta è presieduta dal consigliere forzista Massimo Catalano che legge il primo punto all’ordine del giorno: Salvaguardia equilibri di bilancio anno 2006. Si tratta di una proposta di delibera dell’Amministrazione con cui si chiede al Consiglio di prendere atto della ricognizione dello stato dei programmi. Sulla scorta delle relazioni dei dirigenti non emergono elementi tali da far pensare a disequilibrio delle poste di bilancio. Il bilancio 2005-2006 è perfettamente equilibrato.
Catalano subito dopo legge una lettera che il presidente della commissione bilancio ha scritto al presidente del consiglio comunale. Vi si afferma che nella proposta dell’Amministrazione manca il parere del Collegio dei revisori. C’è anche lettera del segretario generale dottoressa Lotta che pure scrive al presidente del C.C. e con le funzioni di controllo che le deriva dalla legge, comunica che l’atto non necessita del parere del collegio in quanto il bilancio è perfettamente equilibrato e come tale non andava trasmesso al collegio sindacale per il prescritto parere. Il segretario generale Lotta interviene per puntualizzare il suo parere. C’è un po’ di scompiglio e disappunto tra le fila del centro destra, ma anche Bonura del neogruppo Sicilia democratica non capisce e chiede maggiori ragguagli. C’è una breve sospensione e subito dopo si concorda di accantonare all’ultimo punto l’argomento controverso. Ad apertura di seduta, poiché ancora il sindaco non si fa vivo, si procede alla sospensione dei lavori.
Si viene a conoscenza che Crocetta è nei paraggi e che verrà in aula per leggere la sua relazione semestrale perché aveva annunciato la sua disponibilità per il 14 novembre. Infatti il sindaco di lì a poco mette piede in aula e si comincia. Un po’ tutti si attendono un intervento a braccio per lavoro che l’attuale amministrazione ha svolto nell’ultimo anno.
Si smorzano i primi entusiasmi, soprattutto quelli di Massimo Catalano che ad inizio di seduta aveva stigmatizzato l’assenza del sindaco. Crocetta mette le mani avanti quando afferma che quanto sta per relazionare è tutto contenuto nei due volumi che ciascun consigliere possiede. Puntualizza che non si attendano una relazione semestrale in quanto questa non esiste più per legge. “Del resto – continua Crocetta – vi abbiamo sempre informato di tutte le situazioni e ne abbiamo sempre discusso in tutte le fasi del processo. Non vi è mai mancata l’informativa. Lo abbiamo fatto in fase di bilancio e lo stiamo facendo ora in fase di consuntivo. Non sarò didascalico come ho fatto nella relazione depositata in quanto vorrei lasciare molto spazio ai consiglieri. La mia sarà una illustrazione generale e posso assicurarvi che in fase di dibattito sono pronto a fornire ogni delucidazione”. E così il sindaco inizia a fare un lunghissimo elenco di quanto la giunta da lui presieduta ha realizzato. Si sofferma su tutte le opere pubbliche avviate e concluse e quelle che si concluderanno entro l’anno in corso. Nelle sue parole c’è sempre quel compiacimento e soddisfazione di avere realizzato in un anno molto di più di quanto abbia realizzato la giunta Scaglione e qualunque altra giunta che ha preceduto la sua.


Autore : Nello Lombardo

» Altri articoli di Nello Lombardo
In Edicola
Newsletter
Registrati alla Newsletter Gratuita del Corriere di Gela per ricevere le ultime notizie direttamente sul vostro indirizzo di posta elettronica.

La mia Email è
 
Iscrivimi
cancellami
Cerca
Cerca le notizie nel nostro archivio.

Cerca  
 
 
Informa un Amico Informa un Amico
Stampa la Notizia Stampa la Notizia
Commenta la Notizia Commenta la Notizia
 
㯰yright 2003 - 2022 Corriere di Gela. Tutti i diritti riservati. Powered by venturagiuseppe.it
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120