1 2 3 4 5
Corriere di Gela | Gela sempre più 3°
Edizione online del Periodico settimanale di Attualità, Politica, Cultura, Sport a diffusione comprensoriale in edicola ogni sabato
notizia del 15/03/2005 messa in rete alle 15:38:57

Gela sempre più 3°

Abbonato all’uno a zero, il Gela vince nel derby contro l’Igea Virtus grazie ad una rete del solito Abate, già a quota quattro reti realizzate nel girone di ritorno su nove gare complessive. La sfida è stata parzialmente falsata dal gol, giunto dopo solo quattro minuti dal fischio iniziale, consentendo ai locali di amministrare il vantaggio conseguito chiudendosi in difesa per contenere gli attacchi di un’Igea in verità raramente pericolosa.
Un solo brivido si è verificato nel primo tempo quando Catania, solo davanti a Morello, ha colpito un palo, ma nella ripresa, nonostante il Gela sia rimasto in dieci per l’ingenua espulsione di Cuffa, i barcellonesi hanno acquisito paradossalmente minor pericolosità evitando eccessivi patemi d’animo al pubblico locale.
Se gli uomini di Domenicali vincono anche quando la squadra non manifesta il solito gioco spettacolare, senza offrire una gran prestazione, allora è giusto che cresca l’ottimismo sulla possibilità di agguantare la Cavese al primo posto in classifica, avendo recuperato nei confronti dei metelliani ben quattro punti negli ultimi due turni di campionato. I giallo-rossi vivranno alla giornata, cercando di trarre il massimo dalle ultime nove tappe che separano il campionato dalla conclusione della stagione regolare. In questa rincorsa verso Cavese e Manfredonia, il Gela dovrà fare a meno per lungo tempo dell’argentino Matias Cuffa, un giocatore solitamente corretto travolto da un raptus di follia nel derby. A causa di un violento schiaffo rivolto all’indirizzo dell’ex Matinella, Cuffa si è beccato, oltre all’espulsione, ben quattro turni di squalifica, e la sua assenza peserà più del dovuto nello scacchiere giallo-rosso, poiché Domenicali (foto) non può pescare in panchina elementi che possiedano lo spessore atletico e le qualità nel gioco aereo mostrate sin qui dal centrocampista argentino. Nel prossimo impegno di campionato, a Morro d’Oro, Cuffa, salvo infortuni dell’ultima ora, verrà presumibilmente sostituito da Serra o da Unniemi, con il primo leggermente favorito rispetto all’ex terzino del Palermo, in declino nelle ultime settimane.
Improbabile l’impiego di Marzocchi o l’utilizzo d’astruse strade alternative. E proprio su Unniemi, Marzocchi e Lo Coco appare opportuna una riflessione: questi ragazzi, tutti e tre talentuosi, hanno pochi minuti da sfruttare quando vengono inseriti a gara in corso da Domenicali, e anziché conferire alla squadra una maggiore freschezza atletica mostrando una grande determinazione, sembrano assumere in campo un atteggiamento menefreghista, con poca voglia di correre e sudare per i compagni. Magari Unniemi o Lo Coco non avranno lo spessore tecnico d’Abate e Levacovich, ma sarebbe opportuno che sfruttino a dovere le poche chance che il mister offre loro, perché nella fase attuale la realtà ci testimonia un Domenicali, al di là delle gerarchie da lui imposte, mai messo in difficoltà dai panchinari, per quanto concerne le scelte degli uomini, negli ultimi tempi.
Che imparino da Serra, un giocatore che ha voglia di recuperare il tempo perduto: entrato in campo nel derby, si è impegnato allo spasimo andando su e giù per la fascia in continuazione, sebbene non sempre con risultati soddisfacenti. Ma almeno la volontà non è mancata. Passando ad un analisi dell’avversario di domani, il Morro d’Oro, dopo un inizio di stagione disastroso e uno straordinario recupero che gli permise di assestarsi a metà classifica, è nuovamente crollato a causa delle cessioni di tre pezzi pregiati (Peruzzi, Rulli e Sergi) al Taranto in occasione del mercato di riparazione. La squadra di Amaolo è ripiombata in zona play-out, e di questo critico momento può approfittare il Gela, al quale basterà scendere in campo con la solita accortezza mostrando il gioco spumeggiante che lo ha sin qui contraddistinto. In parole povere, solo il Gela può perdere la possibilità di conseguire i tre punti, e pertanto dovrà stare attento a se stesso. La gara sarà anticipata alle ore quattordici per consentire ai giallo-rossi di prendere in tempo l’aereo.


Autore : Paolo Cordaro

» Altri articoli di Paolo Cordaro
In Edicola
Newsletter
Registrati alla Newsletter Gratuita del Corriere di Gela per ricevere le ultime notizie direttamente sul vostro indirizzo di posta elettronica.

La mia Email è
 
Iscrivimi
cancellami
Cerca
Cerca le notizie nel nostro archivio.

Cerca  
 
 
Informa un Amico Informa un Amico
Stampa la Notizia Stampa la Notizia
Commenta la Notizia Commenta la Notizia
 
㯰yright 2003 - 2021 Corriere di Gela. Tutti i diritti riservati. Powered by venturagiuseppe.it
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120