1 2 3 4 5
Corriere di Gela | Il Gela reagisce e vince
Edizione online del Periodico settimanale di Attualità, Politica, Cultura, Sport a diffusione comprensoriale in edicola ogni sabato
notizia del 18/03/2007 messa in rete alle 15:16:53

Il Gela reagisce e vince

Ci pensa sempre lui, Emiliano Parlagreco, a togliere le castagne dal fuoco al Gela. Dopo aver firmato la rete decisiva e regalato i tre punti nella sfida interna con il Melfi, si è ripetuto domenica scorsa nel derby con l’Igea, riportando serenità in un ambiente depresso dall’imbarazzante rendimento mostrato dalla squadra negli ultimi mesi.
Un debutto dunque positivo e fortunato per mister Sanderra, il quale ha potuto gioire per una vittoria assolutamente immeritata per il modo in cui è maturata, ma altrettanto necessaria per sbloccare i giocatori dal punto di vista psicologico. Le difficoltà che il Gela avrebbe incontrato in campo erano prevedibili: i barcellonesi di Bianchetti in trasferta danno il meglio di sé, con prestazioni qualitativamente pregevoli, in cui i giocatori esaltano le proprie caratteristiche di contropiedisti. Fino al momento dell’inferiorità numerica in cui è occorso il Gela, i messinesi hanno surclassato sul piano del gioco la squadra di casa, sciupando alcune palle-gol clamorose, ma nella ripresa, dopo l’espulsione di D’Aiello e l’ottimo cambio effettuato da Sanderra che ha richiamato in panchina Ceccarelli per far posto a Bacchi, i biancazzurri hanno preso le contromisure a Matinella e compagni ottenendo, a sorpresa, un successo che appariva sinceramente improbabile.
Una vittoria figlia del carattere, era uno spettacolo assistere al Gela del secondo tempo, combattivo, grintoso, mai disunitosi e con i giocatori stoici nel sacrificarsi e nell’aiutarsi l’un l’altro su un campo pesante per la pioggia caduta nei giorni che hanno preceduto il derby. Finalmente abbiamo visto e ammirato, dopo tanti mesi, una vera squadra, un gruppo che ha dissotterrato l’ascia ed è tornato a combattere in un momento di grande difficoltà, dovendo fronteggiare l’inferiorità numerica, le condizioni fisiche precarie di alcuni elementi, debilitati dall’influenza, e infine l’assenza di un gioco, di una sequela di schemi da attuare in campo, e su quest’aspetto dovrà ovviamente concentrarsi il lavoro del nuovo tecnico. Il cui merito risiede pertanto nell’aver motivato a dovere la squadra, in attesa di poter conferire ai suoi uomini quell’identità tattica che serve per lottare ad armi pari fino al termine del campionato, ma al momento si è fatto notare per aver schierato nel derby un undici razionale e logico che rispecchia le caratteristiche dei giocatori. Da elogiare in particolar modo proprio Parlagreco, un vincente di questa squadra, poiché giunto in sordina, involontario colpevole di opache prestazioni personali che lo hanno messo in cattiva luce agli occhi della tifoseria, ma dettate da una condizione fisica insufficiente per via di un infortunio patito a Modica nella passata stagione.
Complimenti alla dirigenza che non ha mai smesso di credere in lui, e l’italo-argentino, in questo periodo al top della condizione, si è rivalutato e sta offrendo, specialmente in casa, prestazioni positive in mezzo al campo condite da splendidi gol. E’ giusto tuttavia sottolineare anche la prova di Corapi, un ragazzo di 21 anni che ha retto sulle proprie spalle il peso dell’attacco dopo l’espulsione di D’Aiello, e portando palla, con serpentine personali, ha creato grattacapi alla difesa ospite, procurandosi la punizione da cui è scaturito il gol decisivo di Parlagreco. E poi Comandatore, ritornato in difesa dopo un anno e finalmente perfetto, il ripescato Enzo Berti, utile con la sua esperienza, Giovanni Costanzo, il quale ha innalzato il tasso tecnico del centrocampo e si è sacrificato egregiamente nella ripresa nel ruolo di esterno basso, e i soliti lottatori Cirillo (nella foto)e Mancini.
Con il successo il Gela rivede la zona play-off, distante solo tre punti, e l’incontro casalingo contro la Val di Sangro, diretta concorrente, rappresenta un occasione propizia per rientrare a pieno titolo nel giro che conta. La squadra si è sbloccata, la tifoseria si sta riavvicinando, e l’arrivo di Sanderra ha riportato serenità e al contempo entusiasmo nell’ambiente, in teoria ci sarebbero dunque buone prospettive di successo, ma l’unico problema è rappresentato dalle numerose assenze con cui dovrà confrontarsi il nuovo allenatore. Mancheranno per squalifica Corapi, Marco Comandatore e D’Aiello, e, qualora la disciplinare respinga il ricorso del Gela, anche Fabbro e Balistreri i quali sconterebbero così il secondo turno di sospensione.
Le preoccupazioni maggiori riguardano la difesa, non potendo disporre di due centrali e mezzo, poiché l’alternativa a D’Aiello e Fabbro poteva identificarsi in Comandatore, impiegato da centrale nella retroguardia a tre schierata da Sanderra nel secondo tempo del derby per sopperire all’inferiorità numerica. Il tecnico potrebbe utilizzare il giovane Frattoni, sinora mai impiegato nel corso del torneo, o spostare al centro Sapienza: poiché la Val Di Sangro annovera uno degli attacchi più forti del campionato, è quasi certa la seconda opzione. Gli abruzzesi, sconfitti a domicilio all’andata, non perdono dal 3 dicembre, periodo in cui si trovavano al di sopra, ma di poco, della zona play-out, mentre adesso sognano la promozione. Merito del devastante trio offensivo Pagana-Innocenti-Pagano, ma anche negli altri reparti l’undici di Cosco non ha nulla da invidiare alle compagini rivali. In campo si schiera solitamente con il 4-3-1-2, con il troinese Pagana a far da collante tra centrocampo e attacco, o con il classico 4-4-2 (con Pagana schierato nel ruolo d’esterno di centrocampo).
Da segnalare la presenza di un gelese nella rosa abruzzese, il giovane Liborio Zuppardo.


Autore : Paolo Cordaro

» Altri articoli di Paolo Cordaro
In Edicola
Newsletter
Registrati alla Newsletter Gratuita del Corriere di Gela per ricevere le ultime notizie direttamente sul vostro indirizzo di posta elettronica.

La mia Email è
 
Iscrivimi
cancellami
Cerca
Cerca le notizie nel nostro archivio.

Cerca  
 
 
Informa un Amico Informa un Amico
Stampa la Notizia Stampa la Notizia
Commenta la Notizia Commenta la Notizia
 
㯰yright 2003 - 2021 Corriere di Gela. Tutti i diritti riservati. Powered by venturagiuseppe.it
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120