1 2 3 4 5
Corriere di Gela | Il mercato troverà casa
Edizione online del Periodico settimanale di Attualità, Politica, Cultura, Sport a diffusione comprensoriale in edicola ogni sabato
notizia del 22/10/2006 messa in rete alle 15:06:25

Il mercato troverà casa

Questa dovrebbe essere la volta buona. Il mercatino settimanale potrebbe finalmente trovare una sua sede definitiva in un’area posta non molto lontano dalla città. L’Amministrazione ha annunciato di avere emesso un bando di gara per il reperimento di un’area attrezzata di servizi e di tutto quanto necessita per rendere perfettamente funzionale un mercatino settimanale. Crocetta nel corso di una conferenza stampa ha annunciato di avere abbandonato l’idea di provvedere direttamente alla creazione di un’area per il mercato settimanale con un proprio progetto in cui interviene la mano pubblica. Dopo l’esperimento delle tre gare andate deserte e dopo avere constatato che il percorso pubblico è alquanto lungo e farraginoso, ha pensato bene di aprire ai privati. Pertanto, dopo averne approfondito i dettagli con il capo settore lavori pubblici Nanni Costa, con l’assessore allo sviluppo economico Guido Cirignotta e con il capo settore dott. Simonetta Guzzardi, è stato deciso di emettere un bando con scadenza 13 novembre prossimo. Con esso si invitano i privati a presentare una proposta di aree per 30 mila metri quadri vicine alla cintura urbana con possibilità di parcheggi al suo interno o nelle immediate vicinanze. Altre caratteristiche dovranno essere che l’area deve essere dotata o dotabile di recinzione per consentire un capillare controllo da parte dell’Amministrazione degli accessi e più garanzie di acquisire i pagamenti; impianti di illuminazione efficiente, una rete idrica, impianti di accesso computerizzato (per entrare e uscire l’operatore economico dovrebbe fruire di una sorta di telepass); impianti di video-sorveglianza per impedire furti e scippi; servizi igienici ed un luogo per la sorveglianza. La struttura potrebbe anche essere costruita con prefabbricati. Nel bando che è stato pubblicato e chiunque può visionarlo presso l’Urp (Ufficio relazioni con il pubblico a Piazza Municipio, sono specificate tutte le clausole e gli adempimenti di coloro che vi hanno interesse. Occorrerà presentare un progetto di massima che sarà istruito preliminarmente dall’ing. Nanni Costa e contestualmente da Una commissione che istruirà l’intera pratica, accompagnato da una valutazione economica. Il Comune si impegnerebbe a pagare un fitto annuo al proprietario della struttura il cui costo verrebbe compensato con gli introiti percepiti dalle tasse di stazionamento pagate dagli ambulanti. Si prevedono tempi molto stretti e Crocetta garantisce che il tipo di operazione intrapresa è l’unica soluzione possibile per arrivare in tempi brevi ad avere a Gela un mercatino settimanale degno di questo nome e senza sforare il patto di stabilità. Il discorso aperto a suo tempo con l’Asi ormai è chiuso in quanto non esiste più alcun obbligo dopo gli ultimi vincoli posti. Infatti non sarà consentita la realizzazione di un mercatino in quelle aree ritenute pericolose per la presenza del petrolchimico.
Per dimezzare i tempi il Comune avrebbe potuto contattare direttamente il proprietario di una vasta area, ma si è ovviato a questa soluzione in quanto di aree poste nelle immediata vicinanza della cinta urbana ce ne sono tante. Di qui la necessità di ricorrere al bando pubblico. Se i terreni dovessero essere frammentati tra più proprietari, questo non dovrebbe essere un problema in quanto possono sempre associarsi fino a costituire una entità unica di 30 mila metri quadrati.
Si è cominciato a parlare di mercatino settimanale subito dopo il rientro di Guido Cirignotta alla guida dell’assessorato allo sviluppo economico. E’ stato lo stesso Cirignotta a sottolineare il suo impegno a trovare delle soluzioni ad un problema che aveva diviso la città spaccandola in due sul tipo di scelta da operare. Ha pensato bene di fare la sua proposta al sindaco che l’ha valutata positivamente correggendo e aggiungendo dettagli assieme ai tecnici. Adesso che è stato emanato il bando, si attende solo la data del 13 novembre per vedere cosa i privati proporranno.


Autore : Nello Lombardo

» Altri articoli di Nello Lombardo
In Edicola
Newsletter
Registrati alla Newsletter Gratuita del Corriere di Gela per ricevere le ultime notizie direttamente sul vostro indirizzo di posta elettronica.

La mia Email è
 
Iscrivimi
cancellami
Cerca
Cerca le notizie nel nostro archivio.

Cerca  
 
 
Informa un Amico Informa un Amico
Stampa la Notizia Stampa la Notizia
Commenta la Notizia Commenta la Notizia
 
㯰yright 2003 - 2022 Corriere di Gela. Tutti i diritti riservati. Powered by venturagiuseppe.it
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120