1 2 3 4 5
Corriere di Gela | Finalmente avviati i lavori del cavalcavia di Settefarine
Edizione online del Periodico settimanale di Attualità, Politica, Cultura, Sport a diffusione comprensoriale in edicola ogni sabato
notizia del 24/02/2008 messa in rete alle 14:54:43

Finalmente avviati i lavori del cavalcavia di Settefarine

Mercoledì scorso sono stati consegnati dal sindaco Rosario Crocetta (nella foto con l’assessore Romano, il dirigente Tuccio e il tecnico Condello) i lavori relativi al progetto di consolidamento del cavalcavia che separa il quartiere Settefarini dal resto della città.
Nella stessa giornata il Comitato di quartiere ha diramato un comunicato per protestare contro l’Amministrazione comunale che intervenendo sul cavalcavia e chiudendolo al traffico non ha dato alternative di transito ai cittadini, veicoli, autobus e motoveicoli per raggiungere il proprio quartiere. I residenti dell’estrema periferia nord hanno proclamato, venerdì mattina alle 9,30, una giornata di mobilitazione contro l’Amministrazione comunale, accusata di averli isolati.
Il primo cittadino ha subito respinto ogni accusa, precisando che «i continui cedimenti strutturali del cavalcavia avrebbero costretto ugualmente l’amministrazione ad ordinare la chiusura del tratto di strada in questione. Si tratta di lavori necessari - sostiene Crocetta - che consentiranno di mettere in sicurezza il tratto di strada che lega quartiere e città. In realtà abbiamo sollecitato le ferrovie dello stato ad eliminare del tutto il cavalcavia, ricevendo comunque delle risposte negative.
La nostra battaglia è solo rimandata, considerato che attualmente non abbiamo né punti di riferimento politico né interlocutori nel governo nazionale dopo lo scioglimento delle Camere. Ad aggiudicarsi i lavori è stata l’impresa Cannilla per l’importo di 150 mila euro.
La direzione dei lavori è stata affidata al geometra Rosario Condello, che avrà il compito di coordinare e controllare il regolare andamento dei lavori e il rispetto dei termini di consegna all’Amministrazione. L’appalto prevede interventi di miglioramento della sede stradale, le protezioni laterali, il passaggio pedonale e le caditoie per il deflusso delle acque piovane. Alla consegna, erano presenti oltre all’assessore ai lavori pubblici Carmelo Romano anche il dirigente di settore Emanuele Tuccio. «Abbiamo chiesto alla ditta - ha affermato Tuccio - di accelerare i tempi di consegna per riaprire la circolazione veicolare entro un mese, invece dei due mesi prescritti dal contratto». Secondo i disegni dell’Amministrazione comunale il cavalcavia dovrebbe essere eliminato per dare posto ad un passaggio a livello temporaneo.
«Nel frattempo – ha continuato Tuccio – penseremo ad un attraversamento più razionale. Va sicuramente eliminato questo modo arcaico di dividere la città in due. Noi stiamo pensando all’idea di abbassare il livello della ferrovia per un tratto molto lungo in modo da non costituire un limite e realizzare un leggero sovrappasso come se fosse una collina. Purtroppo la Ferrovia ci ha fatto sapere che non era d’accordo su questa soluzione».
«Il progetto - assicura l’assessore Romano - è stato inserito nel programma triennale delle opere pubbliche. Da un’attenta analisi abbiamo capito che uno dei problemi più grossi di questo cavalcavia è il deflusso delle acque piovane, vera causa di alcuni cedimenti della strada.
Razionalizzeremo il deflusso delle acque con dei cordoli di contenimento. Altro oggetto dei lavori è la sistemazione della carreggiata stessa. Elimineremo il dosso che col tempo si è andato formando. L’attuale struttura presenta troppi limiti per continuare a considerarla una risorsa per la definitiva congiunzione della periferia alla città».
Il sindaco che è intervenuto assieme ai suoi uomini di scorta, si è detto contento che si sia messo mano ai lavori di consolidamento del cavalcavia anche se si dovrà presto prendere una decisione alternativa al cavalcavia, decisione che passa attraverso il nuovo piano triennale delle opere pubbliche. “Accanto a questi lavori – ha aggiunto Crocetta – ci sono altri lavori importanti in corso, il piano di riqualificazione di Macchitella, la piazza Calvario. Altri partiranno prossimamente come Mulino a Vento. Riprende “una via tre piazze” e il teatro Eschilo”.


Autore : Nello Lombardo

» Altri articoli di Nello Lombardo
In Edicola
Newsletter
Registrati alla Newsletter Gratuita del Corriere di Gela per ricevere le ultime notizie direttamente sul vostro indirizzo di posta elettronica.

La mia Email è
 
Iscrivimi
cancellami
Cerca
Cerca le notizie nel nostro archivio.

Cerca  
 
 
Informa un Amico Informa un Amico
Stampa la Notizia Stampa la Notizia
Commenta la Notizia Commenta la Notizia
 
㯰yright 2003 - 2022 Corriere di Gela. Tutti i diritti riservati. Powered by venturagiuseppe.it
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120