1 2 3 4 5
Corriere di Gela | Mercato ballerino, caos a Settefarine
Edizione online del Periodico settimanale di Attualità, Politica, Cultura, Sport a diffusione comprensoriale in edicola ogni sabato
notizia del 01/07/2012 messa in rete alle 14:53:41

Mercato ballerino, caos a Settefarine

Primo giorno di mercato, martedì scorso, nella nuova area privata, provvisoriamente deputata a tale scopo, previo pagamento canone semestrale (bilancio permettendo prorogato per altri sei mesi), con tanto di delibera della giunta comunale, a nord della città e più precisamente in contrada Settefarine: una superficie di quasi 27 mila metri quadrati, con 433 postazioni assegnate. Diciamo subito che a tutti piace decisamente l'idea di un'area finalmente recintata e debitamente asfaltata: quindi, pulita oltre che potenzialmente ordinata. Sul piano dei servizi, alcuni inconvenienti di una “prima assoluta” si sono puntualmente verificati, ma a parte ciò, va precisato che poche ma evidenti criticità sono emerse piuttosto nettamente, sia sul piano della viabilità e del trasporto, che sul piano della sicurezza, specie in situazioni di emergenza. Una soluzione, la avanziamo da subito, è procedere a turnazioni: la zona, oggettivamente, non può soddisfare le esigenze, peraltro diverse, degli oltre 400 ambulanti autorizzati. Sarebbe più auspicabile dimezzarne il numero.

Alla vigilia, il sindaco Fasulo in conferenza stampa aveva battezzato la scelta come «un passo in avanti in questa annosa vicenda del mercato settimanale, consci che ci saranno tentativi di soggetti oramai a noi noti – ha sottolineato Fasulo – che cercheranno di creare vespai, polemiche e, cioè, caos, confusione e anarchia perché semplicemente non vogliono che le bancarelle vengano allestite in un'area definita e dunque tale da permettere più controlli e sicurezza». Senonché, anche alcuni commercianti sono venuti a verificare di persona e, per contro, non sono apparsi proprio entusiasti. Anzi c'era chi affermava: «era meglio lasciarci dove eravamo fino al termine dell'estate, così da sfruttare l'arrivo di turisti e dei molti gelesi che tornano nella loro città in ferie, poi a settembre si potevano fare tutte le prove del caso».

Gli ambulanti lamentano la non idoneità degli spazi assegnati ma l'assessore al ramo Costa non ci sta: «gli spazi sono abbondanti – replica l'assessore in quota Mpa – di certo superiori a quelli autorizzati dagli uffici comunali su richiesta degli stessi commercianti. Quanto alla viabilità, soprattutto nel tratto del cavalcavia, esiste un divieto di sosta alla destra del manto stradale, sono previsti bus navetta e c'è un ampio parcheggio che il mercato settimanale non ha mai avuto. All'osservanza delle regole – concludeva Costa - ci penseranno i vigili urbani. Non vedo un problema in termini di viabilità, ma semmai di ordine logistico interno».

In realtà il primo aspetto critico ad affiorare all'alba dell'indomani, vale a dire martedì, è proprio il lunghissimo serpentone di furgoni che rende impervio l'accesso al quartiere Settefarine, paralizzandolo poi, di fatto, per diverse ore, con tanti residenti ridotti ad ostaggi. In pratica, con gli ambulanti arrivati in zona già alle 4 del mattino, i cancelli della nuova area mercatale hanno aperto invece alle 7 e, come precisa il comandante della polizia municipale Montana, stesso orario è previsto, sulla base del regolamento sindacale, anche per i martedì successivi.

I vigili urbani, per dirla tutta, non monteranno al lavoro prima delle 7. Lo stesso Montana non manca, peraltro, di lanciare una piccola frecciatina, asserendo – del resto giustamente – che i vigili urbani non sono nel potere di ampliare il tratto stradale, pesantemente occupato dalle dimensioni dei furgoni che pregiudicano inevitabilmente un flusso regolare. Come osserva Montana, il problema si è presentato lo stesso con la presenza delle forze dell'ordine e, pertanto, l'assenza fino alle 7 del mattino dei vigili urbani non influisce affatto.

Con l'apertura dei cancelli alle 7 ed almeno un paio d'ore per allestire la merce dai parte di quelli che limitiamo a 433 ambulanti, è bene che i cittadini sappiano che prima delle 9 è inutile recarsi al mercato. A meno che si eviti l'accesso selvaggio nell'area da parte degli ambulanti, considerate le difficoltà riscontrare dagli stessi nel posizionarsi a dovere. Non a caso, alla fine, tra rinunciatari ed impossibilitati perchè pur presenti nei pressi dell'area, hanno potuto accedervi con ritardo, la verità è che ad allestire le bancarelle sono stati circa 200, esaurendo praticamente l'intera area o quasi: il che significa che in non pochi si sono allargati fino a coprire 2 o 3 postazioni. In grandi difficoltà, più di tutti invero, gli auto-market. Ricordato che nel parcheggiare in una superficie non asfaltata, la polvere bianca che si alza può dare un qualche, seppur minimo, fastidio; come sopra anticipato, il secondo aspetto di maggiore criticità riguarda la sicurezza: in effetti, gli spazi per il passaggio di un'ambulanza – ad esempio – sono a dir poco non idonei. Un problema, quest'ultimo, fortemente avvertito nel mercato su strada e che, stranamente, si sta reiterando anche all'interno di un'area recintata così vasta. Ciò francamente ha poco senso e rappresenta, anzi, una grave mancanza, che si aggiunge a quella di uscite e vie di fuga che necessitano di essere più adeguate e consone. Critiche asprissime sono arrivate anche dalle locali Confcommercio e Confartigianati.

Dal canto suo, l'imperturbabile Fasulo tira dritto, conferma la bontà della decisione adottata e dopo aver rilanciato le accuse contro i detrattori, fa di questa vicenda un'occasione per capire chi rema nella sua direzione e chi no. Per il Sindaco i commercianti hanno poco da lamentarsi.


Autore : Filippo Guzzardi

» Altri articoli di Filippo Guzzardi
In Edicola
Newsletter
Registrati alla Newsletter Gratuita del Corriere di Gela per ricevere le ultime notizie direttamente sul vostro indirizzo di posta elettronica.

La mia Email è
 
Iscrivimi
cancellami
Cerca
Cerca le notizie nel nostro archivio.

Cerca  
 
 
Informa un Amico Informa un Amico
Stampa la Notizia Stampa la Notizia
Commenta la Notizia Commenta la Notizia
 
㯰yright 2003 - 2022 Corriere di Gela. Tutti i diritti riservati. Powered by venturagiuseppe.it
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120