1 2 3 4 5
Corriere di Gela | Orientamento scolastico e tempo libero dai salesiani
Edizione online del Periodico settimanale di Attualità, Politica, Cultura, Sport a diffusione comprensoriale in edicola ogni sabato
notizia del 15/02/2009 messa in rete alle 14:47:51

Orientamento scolastico e tempo libero dai salesiani

II CNOS di Gela, in collaborazione con altri enti pubblici e privati, organizza "OrientaGiò", 1° Salone dell'Orientamento scolastico-formativo e del tempo libero, presso il PaladonBosco dei Salesiani Gela.
Il Salone ha l'obiettivo di far dialogare il mondo scolastico, la formazione professionale, le imprese, gli enti e associazioni che si occupano di giovani e del mercato del lavoro e le autonomie locali per un miglioramento dell'offerta formativa nel suo più ampio significato.
Un’iniziativa unica e prima nel suo genere che viene annunciata nel corso di una conferenza stampa dal direttore del Cnos Fap dei Salesiani di Gela, don Enzo Ferrarella (nella foto con Il presidente della provincia on. Pino Federico, e il docente del Cnos, Ugo Costa).
“L’idea è nata dalla necessità del territorio – ha spiegato Ferrarella – di offrire l’opportunità ai giovani di non sbagliare nelle loro scelte specialmente in fatto di istruzione e Università. Al Salone sono state invitate tutte le scuole di ogni ordine e grado. Saranno presenti anche parecchie società di lavoro interinale, associazioni di volontariato. Il contatto diretto tra scuole, aziende e giovani costituisce l’elemento fondante per una futura scelta di orientamento, con i vari attori della formazione, dell’istruzione e del lavoro, nella prospettiva di un percorso lavorativo futuro”. Nelle ristrettezze economiche in cui versano le regioni e con i tagli che il governo nazionale ha operato in riferimento a formazione e istruzione, il Cnos si trova a fare i conti con questa difficile situazione. Già nel passato il Cnos si è trovato più volte in difficoltà per via dei ritardi da parte della Regione nell’erogazione delle risorse per organizzare i numerosi corsi di formazione. Adesso è ancor più difficile operare ma nonostante tutto l’Opera salesiana continua e non demorde. “Sono proprio queste le dolenti note– ci confida il prof. Ugo Costa – non abbiamo certezze da parte della Regione siciliana. Sia l’assessore al lavoro che quello della Pubblica Istruzione stanno lavorando per aggiustare la convenzione che lega il Centro con la Regione. Riguardo invece alla crisi dei mestieri e dei settori della metalmeccanica, con onestà devo dire che le qualifiche da noi rilasciate ancora tirano. Tra queste ce ne sono di eccellenti che nel contesto dell’attuale progresso tecnologico sono essenziali e che sono molto richiesti all’estero. Basti pensare che molti giovani della IREM di Siracusa che opera a Londra, hanno ottenuto le qualifica proprio qui da noi. E su questo noi ci riteniamo una struttura all’avanguardia anche per la presenza di docenti e istruttori di prim’ordine. Non si tratta solo di un caso episodico, ma proprio l’altro ieri abbiamo inviato a Bruxelless un gruppo di saldatori presso una ditta che opera nella metalmeccanica. Ci troviamo in un mercato che per noi ancora tiene, anche se devo dire che il nostro centro è sensibile a quei cambiamenti che avvengono nei settori più vari proteso a partecipare assieme altri attori al cambiamento economico e settoriale nel nostro territorio”.

Presente alla conferenza stampa anche il presidente della Provincia regionale Pino Federico. “Quando mi è stato proposto dai Salesiani di contribuire alla realizzazione di questo salone dell’orientamento – ha detto Federico - ho manifestato subito la mia disponibilità perché ritengo che l’orientamento per i giovani, ad evitare che sbaglino, è uno strumento importante per la crescita di un territorio. E’ di recente un intervento della Provincia che ha provveduto a finanziare un corso per saldatori. Con questo strumento dell’orientamento si ottiene l’obiettivo di dare un indirizzo ai nostri giovani per le loro scelte future importanti. La nostra provincia, come è risaputo, si trova all’ultimo posto della classifica, nonostante tutto stiamo mettendo in campo tutte quelle risorse che sono fondamentali nel settore degli investimenti. Sono certo che nel 2009 registreremo una ripresa significativa nel settore delle imprese”.
Nel corso della conferenza stampa è stata spiegata la bontà dell’iniziativa dal direttore del Centro Enzo Ferrarella e dai suoi collaboratori. E’ stato sottolineato che si tratta di una iniziativa unica nel suo genere in provincia di Caltanissetta, che rappresenta un occasione per:
– rispondere al bisogno di informazione ed orientamento di chi è alla ricerca di lavoro; – offrire una vasta gamma di opportunità a coloro che vogliono intraprendere un percorso professionale o un nuovo corso di studi e formazione;
– consentire alle imprese, agli enti e al sistema formativo un'occasione d’incontro e conoscenza reciproca;
– promuovere gli strumenti e i servizi che possano facilitare l'incontro tra domanda e offerta di lavoro.
Il Salone dell'orientamento articolandosi in spazi espositivi, workshop e convegni si rivolge a : – studenti delle scuole primarie e secondarie;
– universitari;
– giovani in cerca di prima occupazione ad insegnanti ed operatori del mondo dell'istruzione e della Formazione professionale;
– orientatori;
– educatori;
– famiglie;
– responsabili e operatori di Enti e Istituzioni;
– imprenditori e dirigenti.

Da punto di vista logistico il centro salesiano si è organizzato in modo tale che gli studenti possano fruire del servizio navetta in modo da essere accompagnati dalla loro sede d'istituto al Palasport dove troveranno nei vari spazi espositivi personale a cui chiedere informazioni ed avere chiarimenti diretti su programmi, sperimentazioni e caratteristiche specifiche dei diversi percorsi formativi.
Durante la manifestazione si svolgeranno dei work-shop aperti a studenti, insegnanti, operatori e a tutti coloro che sono interessati ad approfondire le informazioni rispetto ai percorsi formativi e alle tematiche legate al mondo giovanile.
A conclusione della conferenza stampa Ferrarella ha ringraziato il presidente della Provincia per l’impegno e la sensibilità dimostrata, ma anche i giornalisti che gli hanno chiesto quali sono le aspettative che si attendono da questo salone dell’orientamento. “Siamo sicuri – ha detto – che il confronto, il dialogo costruttivo, la voglia di crescere e soprattutto il comune bisogno di realizzare progetti per i giovani, miglioreranno il ‘vivere’ della nostra città”.


Autore : Nello Lombardo

» Altri articoli di Nello Lombardo
In Edicola
Newsletter
Registrati alla Newsletter Gratuita del Corriere di Gela per ricevere le ultime notizie direttamente sul vostro indirizzo di posta elettronica.

La mia Email è
 
Iscrivimi
cancellami
Cerca
Cerca le notizie nel nostro archivio.

Cerca  
 
 
Informa un Amico Informa un Amico
Stampa la Notizia Stampa la Notizia
Commenta la Notizia Commenta la Notizia
 
㯰yright 2003 - 2022 Corriere di Gela. Tutti i diritti riservati. Powered by venturagiuseppe.it
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120