1 2 3 4 5
Corriere di Gela | Disservizi in città. Ci sarà una manifestazione
Edizione online del Periodico settimanale di Attualità, Politica, Cultura, Sport a diffusione comprensoriale in edicola ogni sabato
notizia del 30/10/2006 messa in rete alle 14:41:38
Disservizi in città. Ci sarà una manifestazione

Giovedì 26 ottobre scorso si sono riuniti presso il salone dell’Asi Cgil, Cisl e Uil, gli Ordini degli Avvocati, Ingegneri, Dottori Commercialisti, Ragionieri e Consulenti del Lavoro, Architetti, Agronomi, Medici, l’Api, la Confindustra, Confcommercio, Casartigiani, Associazione cittadini per la giustizia per lamentare una cronica carenza di servizi nella nostra città. Ciascun rappresentante ha preso la parola per esporre il suo punto di vista e dichiarandosi concorde a costituire una entità che si ponga come obiettivo la presenza a Gela dei servizi erogati dagli enti pubblici di livello provinciale regionale e nazionale. Dopo un proficuo dibattito all’unanimità si è costituito un Comitato permanente che ha deciso come prima iniziativa l’organizzazione della “Marcia per i Servizi”, che vuole essere una pacifica, civile e civica manifestazione, aperta a tutti i cittadini.
Il fine è quello di porre all’attenzione di tutti gli organi ed enti competenti, così come delle forze politiche e delle autorità amministrative e di governo, la questione della presenza a Gela e della efficienza dei servizi. La chiusura ed il recente trasferimento da Gela del Centro per l’Impiego costituisce la più eclatante dimostrazione di quanto sia disastrosa la condizione che la nostra città ed i suoi cittadini vivono riguardo alla quantità e qualità dei servizi, specie delle amministrazioni pubbliche, di cui possono fruire: gli enormi disagi arrecati ai cittadini, ai lavoratori, ai giovani disoccupati, agli operatori della formazione professionale, ed ancora agli avvocati e consulenti, agli imprenditori sono sotto gli occhi di tutti.
Ignazio Giudice della Cgil, da qualche tempo addietro aveva preso una posizione di denuncia pubblica per la carenza di servizi a tutti i livelli.
“L’obiettivo del decentramento e del potenziamento dei servizi pubblici nella città di Gela – è scritto in una nota diffusa venerdì mattina - da sempre riferimento dei Comuni limitrofi e quindi di migliaia di cittadini del sud della Provincia di Caltanissetta, è prioritariamente sentito e condiviso da moltissimi cittadini, impegnati a vario livello della vita sociale e lavorativa, i quali, prescindendo da ogni caratterizzazione o posizione politica, sono mossi da un autentico ed esclusivo sentimento di amor civico e, perché no, di rispetto di se stessi, della loro dignità di cittadini i quali, da parte degli enti dello Stato, non possono essere più trattati alla stregua di “…figli di un Dio minore …”.


Autore : Nello Lombardo

» Altri articoli di Nello Lombardo
In Edicola
Newsletter
Registrati alla Newsletter Gratuita del Corriere di Gela per ricevere le ultime notizie direttamente sul vostro indirizzo di posta elettronica.

La mia Email è
 
Iscrivimi
cancellami
Cerca
Cerca le notizie nel nostro archivio.

Cerca  
 
 
Informa un Amico Informa un Amico
Stampa la Notizia Stampa la Notizia
Commenta la Notizia Commenta la Notizia
 
㯰yright 2003 - 2022 Corriere di Gela. Tutti i diritti riservati. Powered by venturagiuseppe.it
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120