1 2 3 4 5
Corriere di Gela | Basket C dilettanti/Arriva l’argentino Santori non lo sponsor
Edizione online del Periodico settimanale di Attualità, Politica, Cultura, Sport a diffusione comprensoriale in edicola ogni sabato
notizia del 01/09/2011 messa in rete alle 14:31:44
Basket C dilettanti/Arriva l’argentino Santori non lo sponsor

Si chiama Andres Santori, è argentino e non trova particolari difficoltà nel vestire i panni della guardia o del playmaker. E' uno che non si risparmia, anche nelle difficoltà, che sa prendersi le proprie responsabilità, anche in più se sa di godere della fiducia del tecnico. E' l'ultimo arrivo in casa del Basket Gela, con il dg Bernardo, ben consapevole – pur non dicendolo apertamente – di aver fatto un bel colpo. Negli ultimi 2 anni ha vestito la maglia del Gaudium Canicattì, dimostrando a più riprese di essere quasi un lusso per la categoria. Ventisette anni, Santori colma probabilmente l'ultimo posto vacante nel quintetto base. Sicché, dopo gli altisonanti arrivi di Sorrentino (ala), Vergara (ala/pivot), Radovanovic (pivot) e l'acquisto a titolo definitivo della promessa Occhipinti (guardia/play), coach Bianca è in condizione di provare schemi e gioco con un roster di un certo livello, in cui i confermati della scorsa stagione non faranno mancare il loro apporto. Tra di essi, in particolare, ai giovani Abela, Caiola, Ciaramella, Dispinzeri, Sanfilippo e Ventura, s'è aggiunto anche l'altissimo (2 mt.) diciasettenne Francesco Lombardo, giunto a Gela in prestito dalla Victoria Basket di Caltanissetta. Altra scommessa per il futuro.

Tutt'altro discorso, invece, per quanto concerne lo sponsor principale. E qui, senza farne mistero, le note (ad oggi) sono dolenti. Dopo il triste epilogo dell'esperimento “Eurogroup” (vale a dire, Eurotec-Eurograni-Eureko) la società del presidente Urrico e dell'amministratore delegato Caccamo crede ancora nella possibilità di poter legare la canotta gelese ad un marchio di spessore. Conscia del periodo non idilliaco che sta attanagliando l'imprenditoria locale, la dirigenza ha chiesto un incontro con i principali esponenti della politica cittadina, a cui verranno illustrati ambizioni e finalità di un progetto che ha nell'organizzazione e nella valorizzazione dei talenti il proprio vanto principale. Tutto ciò, a dimostrazione ulteriore, nonostante i fallimenti estivi nel calcio e nella pallavolo maschile professionistici potrebbero far sembrare il contrario, che Gela fra le altre esigenze, per crescere ha anche bisogno, eccome, di fare sport.


Autore : Filippo Guzzardi

» Altri articoli di Filippo Guzzardi
In Edicola
Newsletter
Registrati alla Newsletter Gratuita del Corriere di Gela per ricevere le ultime notizie direttamente sul vostro indirizzo di posta elettronica.

La mia Email è
 
Iscrivimi
cancellami
Cerca
Cerca le notizie nel nostro archivio.

Cerca  
 
 
Informa un Amico Informa un Amico
Stampa la Notizia Stampa la Notizia
Commenta la Notizia Commenta la Notizia
 
㯰yright 2003 - 2022 Corriere di Gela. Tutti i diritti riservati. Powered by venturagiuseppe.it
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120