1 2 3 4 5
Corriere di Gela | Prg in Consiglio, nuovo nulla di fatto
Edizione online del Periodico settimanale di Attualità, Politica, Cultura, Sport a diffusione comprensoriale in edicola ogni sabato
notizia del 21/02/2010 messa in rete alle 14:22:16

Prg in Consiglio, nuovo nulla di fatto

Per la seconda volta il consiglio comunale si impantana sul problema delle incompatibilità che è l’atto prioritario che precede la discussione del piano regolatore generale. Nella seduta della scorsa settimana, aveva deciso di rinviare ogni decisione al 18 febbraio, ma dopo un dibattito intenso al quale partecipano il commissario straordinario Rosolino Greco e l’ing. Puleo che ha collaborato con il prof. Urbani alla stesura del Prg, il presidente Di Dio è costretto a sciogliere la seduta per mancanza di numero legale. Trattandosi di seduta straordinaria e monotematica, ai sensi dell’art. 18 bis del regolamento, non si rinvia di 24 ore ma si dovrà andare a nuova convocazione. Sarà convocata la conferenza dei capigruppo per trovare “un sistema per uscire dalla secca in cui si è cacciato il consiglio. Ciò al fine di non fornire alibi a chicchessia di scaricare responsabilità al civico consesso”.

La seduta, alla quale partecipa il neo segretario generale dott.ssa Pellicanò, ha inizio con la comunicazione che sono pervenute alla presidenza cinque dichiarazioni di incompatibilità da parte di altrettanti consiglieri comunali, e precisamente Lucio Greco, Carmelo Susino, Terenziano Di Stefano, Gaetano Trainito e Crocifisso Napolitano. Subito dopo, facendosi portavoce dei consiglieri pone una serie di quesiti che chiedono una risposta per comprendere la propria incompatibilità a presenziare ed a votare il piano regolatore generale. “Siamo incompatibili – chiede Di Dio a chi potrebbe dare una risposta – solo quando si tratta di discutere o votare su aree che hanno subito una miglioria o incompatibili sulla semplice discussione senza entrare nel merito di fatti specifici Per avere la certezza che quelle aree appartengono a parenti fino al quarto grado, non si dovrebbe arrivare tramite una ricerca presso gli uffici comunali per venire a conoscenza delle particelle interessate? Credo che l’elenco dei proprietari, anche se mi pare alquanto macchinoso, andrebbe fornito al consiglio. Sarebbe praticamente impossibile che ciascuno di noi vada a fare questa ricerca. Il consiglio deve avere un supporto informativo per avere chiaro ciò che fa”.

Per Terenziano Di Stefano non esiste incompatibilità se si discute sugli elaborati tecnici, cosa diversa è per i piani attuativi. Ma anche lui manifesta alcune perplessità circa l’interpretazione della legge.

Il Commissario Greco ritiene che l’incompatibilità potrebbe proporsi per i piccoli comuni, ma non per Gela. “Se io sono conscio – afferma – che votando questo Prg per un trasferimento da una categoria ad un’altra e se ne avvantaggia un mio parente, in questo caso scatta la sanzione penale. Ma se io oggi dovessi votare nell’ignoranza di conoscere che c’è un parente che si avvantaggia, l’incompatibilità non scatta. Conta la volontarietà dell’atto”. Invita quindi i consiglieri ad assumersi le proprie responsabilità dichiarando o meno la propria incompatibilità senza tergiversare. “Se il consiglio non delibera – continua il commissario – esce sconfitto Io consigliere nel dubbio tutt’al più mi astengo e se ho coraggio, lo voto. Nessuno mi potrà accusare se sono in buona fede. Astenersi significa perdere tempo e quindi consentire che si continui il saccheggio di questa città. Questo consiglio potrà uscire bene se ha l’orgoglio di votare il bilancio e il piano regolatore generale. Non votare o lasciare le cose come stanno, oltre a favorire interessi subdoli, significa non consentire sviluppo al territorio e una ripresa dell’economia. Faccio un appello alla sincerità e un giorno potrete dire: in quella seduta c’ero anch’io”. Parole forti che toccano le coscienze di tutti e i consiglieri lo comprendono, ma le perplessità permangono perché né il commissario né l’ing. Puleo riescono a fornire risposte rassicuranti che garantiscano i consiglieri. La Cassarà non è d’accordo sul fatto della volontarietà e ribadisce che i dubbi dei consiglieri sono legittimi e che debbono essere chiariti senza che si faccia appello alla buona fede. “Vogliamo assumercele le nostre responsabilità – aggiunge – ma vogliamo chiarimenti e certezze”.

L’ing. Puleo mette addirittura le mani avanti affermando che quanto sta per dire aumenterà ancor più le perplessità nei consiglieri sostenendo che la norma sull’incompatibilità è assurda. Non si tratta del problema particelle, per il professionista, ma entrano in gioco le norme tecniche che regolano il tutto, il regolamento edilizio. “Considero la norma demenziale - afferma l’ing. Puleo – e il rischio di un annullamento del piano anche per motivi psicologici, è sicuro”. A dibattito intervengono anche i consiglieri Collorà, Ventura, D’Arma, Catania, Nastasi, Trufolo e Lucio Greco. A margine della seduta raccogliamo una dichiarazione del direttore generale Renato Mauro al quale chiediamo se le argomentazioni dei consiglieri sono legittime e giustificate e se la norma presenta veramente le grosse perplessità lamentate. “La norma è assolutamente chiara – afferma l’ing. Mauro – è inutile che ci si giri attorno. Ogni consigliere è da circa un anno che ha la disponibilità degli atti e di conseguenza ha avuto modo e tempo di verificare se vi sono degli interessi particolari. Ognuno vada a vedere i propri parenti, i propri affini se hanno degli interessi. Negli uffici non ci sono i proprietari delle aree, ma ci sono le planimetrie esecutive. Ognuno vada a guardare se ha avuto un vantaggio o meno. Può fare una visura storica delle proprietà e così ha una perfetta conoscenza della situazione. Quindi non vedo alcuna difficoltà”.


Autore : Nello Lombardo

» Altri articoli di Nello Lombardo
In Edicola
Newsletter
Registrati alla Newsletter Gratuita del Corriere di Gela per ricevere le ultime notizie direttamente sul vostro indirizzo di posta elettronica.

La mia Email è
 
Iscrivimi
cancellami
Cerca
Cerca le notizie nel nostro archivio.

Cerca  
 
 
Informa un Amico Informa un Amico
Stampa la Notizia Stampa la Notizia
Commenta la Notizia Commenta la Notizia
 
㯰yright 2003 - 2022 Corriere di Gela. Tutti i diritti riservati. Powered by venturagiuseppe.it
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120