1 2 3 4 5
Corriere di Gela | Le priorità nell’agenda dei potenziali candidati
Edizione online del Periodico settimanale di Attualità, Politica, Cultura, Sport a diffusione comprensoriale in edicola ogni sabato
notizia del 21/02/2010 messa in rete alle 14:19:01
Le priorità nell’agenda dei potenziali candidati

Un paio di mesi, al massimo tre (tra maggio e giugno), e i gelesi torneranno alle urne per eleggere il nuovo sindaco e il nuovo consiglio comunale. Finora si è parlato solo di candidati, veri o presunti, ma nessuno ha ancora detto una-parola-una su come si vorrebbe amministrare la città per i prossimi anni. Non che manchino i problemi e Gela certo non è un’isola felice. Diciamo che non hanno fatto mancare mancare: inquinamento, disoccupazione, strade dissestate, caos automobilistico, opere incompiute, mercato settimanale selvaggio. Anzi, tutta la città è tutto un mercato. E allora abbiamo cercato di sapere, in certi casi a fatica, quali potrebbero essere i primi tre punti di un eventuale programma politico-amministrativo dei sei potenziali candidati di cui finora si è fatto il nome. Lo abbiamo chiesto a Speziale, Fasulo, Nuara, Rinciani, Ciginotta e Pepe.

Se il centro sinistra piange e si lecca le ferite, il centro destra non ride. Anche se la data delle prossime amministrative non è nota, è chiaro che siamo molto vicini e i partiti su entrambi i fronti ricorrono ai tatticismi senza riuscire ancora a fare sintesi e trovare un candidato condiviso per sedere sulla prima poltrona cittadina. Nel Pd è tutto in alto mare, nonostante la scorsa settimana nella convention organizzata al “Sileno” da simpatizzanti ed iscritti al partito, fosse stata decisa la creazione di un coordinamento cittadino che avrebbe dovuto consultarsi con i circoli nel tentativo di giungere ad una candidatura unitaria. Il lavoro continua, ma la convinzione generale è che l’accordo non ci sarà e si andrà necessariamente alle primarie.

Un’idea sgradita all’on. Speziale, ma sposata da Fasulo sostenuto dall’on. Donegani e ritenuta necessaria dalla Nuara ma considerata lacerante. E poi, trovato il candidato, occorrerà proporlo agli altri partiti alleati del centro sinistra, che dicono al Pd di fare in fretta. Sempre nell’ambito del centro sinistra c’è il consigliere Antonio Rinciani, una candidatura trasversale sostenuta da professionisti, associazioni ambientaliste e società civile, che guarda sicuramente a sinistra e che qualche “invito” a mettersi da parte lo ha avuto, con la promessa di una vicesindacatura. Rinciani intanto va per la sua strada convinto com’è di battersi per le sue idee senza alcuna aspirazione carrieristica e al di fuori di una connotazione di appartenenza.

Nel centro destra si è a bocce ferme già da tempo con la candidatura del capogruppo Udc Enzo Cirignotta fortemente appoggiato dai dirigenti nazionali, regionali e provinciali, ma comincia a far capolino, ma senza rumore, la candidatura del capogruppo provinciale del Pdl Sicilia Enzo Pepe. L’interessato naturalmente smentisce, anche se ammette che molti amici lo hanno sollecitato a farsi avanti. Tralasciando indiscrezioni e sensazioni prese a caso negli ambienti politici non meglio definiti, abbiamo pensato di contattare i candidati sindaci del momento: Angelo Fasulo, Lillo Speziale, Enzo Cirignotta, Elisa Nuara, Antonio Rinciani ed Enzo Pepe (che smentisce una sua autocandidatura).

A tutti abbiamo chiesto di rispondere alla seguente domanda: “Qualora lei fosse il candidato della coalizione (centro sinistra o centro destra), quali sono le prime tre priorità del suo programma politico?

Tutti hanno volentieri risposto. Solo due con qualche distinguo: Speziale e Pepe. Il primo avrebbe preferito non rispondere in quanto era in corso una discussione nel suo partito e che lui al momento non è il candidato sindaco. Siamo riusciti comunque a strappargli una stringata dichiarazione. Il consigliere provinciale Enzo Pepe ci ha subito detto che non è assolutamente nelle sue intenzioni candidarsi. Ritiene che non sia questo il momento ed il modo di farlo. Iniziative unilaterali sarebbero destinate a creare divisioni e spaccature – afferma – e poiché lui è rispettoso della democrazia e convinto della necessità che si arrivi ad una candidatura condivisa nel centro destra dopo ragionamenti ed incontri, preferisce mettersi da parte ed attendere gli eventi. “Proporrò – si limita ad aggiungere – all’Mpa di arrivare ad un incontro per discutere di questo problema ed elaborare un programma di governo della città dalla cui sintesi potrebbero nascere anche le caratteristiche del candidato a sindaco del centro destra”. Le risposte. On. Lillo Speziale (Pd) – “Tolleranza zero. Lavoro, lavoro, lavoro. Politiche di sviluppo. Uno sviluppo ecocompatibile che è un elemento fondamentale. Riqualificazione urbana della città”. Una risposta lapidaria. Quando gli abbiamo chiesto se questo programma debba avere il sostegno solo del centro sinistra, ci ha risposto che si può andare oltre. Ha chiuso infine dicendoci che concederà l’intervista al Corriere solo se sarà il candidato del centro sinistra.

Enzo Cirignotta, capogruppo consiliare Udc:

“Solidarietà, sviluppo e vivibilità. Mettendo da parte il libro dei sogni, per noi le priorità sono queste. Parliamo del primo punto: la solidarietà. A Gela abbiamo un forte tasso di povertà ed il livello di necessità da parte della cittadinanza ha superato ogni limite. Noi vogliamo sopperire al cattivo uso che c’è stato delle risorse. Intanto a livello comunale, dobbiamo abolire feste e festini che si sono fatti utilizzando i bonus delle famiglie indigenti, rivedere i servizi offerti come mensa scolastica e asili. Non è possibile che non si spenda un soldo per creare asili nido.

Pensiamo infine di potenziare i servizi esistenti. All’interno dello sviluppo vanno individuate le priorità e le necessità che portino alla ricerca di nuovi posti di lavoro, non nel senso propagandistico, ma con grande realismo. E pensiamo così ad aree artigianali, aree per lo sviluppo di centri commerciali, imprese sociali che possano dare rispose serie ai propri dipendenti. Ultima priorità la vivibilità urbana. Il degrado a Gela credo che abbia toccato dei limiti mai visti nemmeno negli anni bui dell’abusivismo. La nostra città ha bisogno di un intervento di manutenzione straordinaria, di un potenziamento dei vigili urbani non aumentando l’organico, ma semplicemente razionalizzando il personale, un’ottima direzione generale del comune, togliendo i fannulloni che albergano nei vari uffici. Per vivibilità intendiamo anche il decoro urbano. Le risorse per feste e festini potrebbero essere utilizzate per incentivare le persone a rifare i prospetti assegnando loro un contributo in conto interessi sui finanziamenti per quel lavoro di ristrutturazione”.

Elisa Nuara (Pd) – “Intanto il programma si elabora assieme a chi condivide il progetto. Il programma fondamentale rimane quello di una gestione democratica e legale della cosa pubblica nell’interesse generale. Al primo punto c’è il lavoro a pari merito con una grande vertenza sociale sui problemi della salute. Ma anche il piano regolatore che deve essere una priorità se non un emergenza e do per scontato che venga affrontato e adottato dal consiglio comunale. Altro aspetto fondamentale per la vivibilità di questo territorio è creare lavoro e sviluppo della piccola imprenditoria, agricoltura e industria. C’è da dare risposte urgenti alla richiesta abitativa e sociale”.

Angelo Fasulo (Pd) – “Sicuramente lavoro, ambiente, scuola e cultura. Il lavoro per permettere la sopravvivenza a molti cittadini disperati, per dare un’economia al nostro territorio, per dare una speranza ai giovani per restare a Gela. Il secondo punto è l’ambiente, per avere una città che viva in modo dignitoso in un ambiente non degradato e che non veda i cittadini gelesi morire per le malattie più strane. I cittadini hanno il diritto di vivere in un ambiente sano dove ci sono servizi sanitari adeguati. Il terzo punto è la scuola e la cultura. Una città che ha mille problemi, deve crescere culturalmente per potere dare una risposta adeguata alla criminalità che avanza, perché una città culturalmente elevata è sicuramente una città più pronta ad affrontare i difficili problemi che stiamo vivendo e infine perché l’unica possibilità che abbiamo per poterci garantire un futuro migliore”.

Antonio Rinciani (Gela Evviva) – “Quando il mio movimento ha presentato la mia candidatura, abbiamo detto di impegnarci su pochi punti fattibili. Prima di tutto l’ambiente, un tema per il quale mi sono sempre battuto. Ambiente inteso come risanamento e rifondazione delle attività industriali, come strumento di crescita e di creazione di nuova manodopera. Ambiente significa anche fare investire l’Eni coinvolgendola in una fondazione che la vedrebbe impegnata in prima persona insieme al comune per la costituzione di un istituto di ricovero e cura. Al secondo punto metterei la provincia perché nel 2005 sono stato tra i promotori del comitato progetto provincia ed oggi siamo ad un punto di svolta. E’ la prima volta che si presenta un progetto di legge per la istituzione della provincia di Gela attraverso una petizione popolare. Infine ritengo fondamentale che si punti su un progetto culturale a media e lunga scadenza. Il mio è un programma trasversale che non ha una connotazione semplicisticamente di appartenenza. Bisogna avere uno scatto di orgoglio. Il mio vuole essere un appello a tutti i cittadini di buona volontà a qualunque schieramento appartengano”.


Autore : Nello Lombardo

» Altri articoli di Nello Lombardo


I Vostri commenti
Spero che in agenda, oltre a tanti potenziali candidati (persone che meritano tutto il mio rispetto), ci siano anche le premesse per assicurare finalmente il lavoro a tanti giovani, che di promesse ne vedono tante, ma di certezze, davvero poche ! Marco Di Dio

Autore: Marco Di Dio
data: 24/02/2010
complimenti antonio un bacio tvb

Autore: luana maganuco
data: 24/03/2010
In Edicola
Newsletter
Registrati alla Newsletter Gratuita del Corriere di Gela per ricevere le ultime notizie direttamente sul vostro indirizzo di posta elettronica.

La mia Email è
 
Iscrivimi
cancellami
Cerca
Cerca le notizie nel nostro archivio.

Cerca  
 
 
Informa un Amico Informa un Amico
Stampa la Notizia Stampa la Notizia
Commenta la Notizia Commenta la Notizia
 
㯰yright 2003 - 2022 Corriere di Gela. Tutti i diritti riservati. Powered by venturagiuseppe.it
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120