1 2 3 4 5
Corriere di Gela | <i> Pallavolo B2 femminile/</i> L’Heraclea all’ appuntamento più atteso
Edizione online del Periodico settimanale di Attualità, Politica, Cultura, Sport a diffusione comprensoriale in edicola ogni sabato
notizia del 15/04/2012 messa in rete alle 14:16:44
Pallavolo B2 femminile/ L’Heraclea all’ appuntamento più atteso

Osservato il turno di riposo, la Meic Services Heraclea Gela, finora autentica ed indiscussa padrona del torneo, è pronta per il rush finale che la porterà dritto fino al traguardo. Domenica, a partire dalle ore 18, al "PalaNicosia" di Agrigento, è in programma il big match contro la TS Tecno Services Akragas, vice capolista con 59 punti, frutto di 20 vittorie e solo 2 sconfitte, protagonista di un campionato che non può definirsi esaltante solo per la presenza del roster gelese, capace di fare ancora meglio.

In 22 gare, il team agli ordini di coach Scavino ha perso una sola volta, peraltro al tie-break, aggiudicandosi tutte le altre 21 partite lasciando sempre a mani vuote le avversarie. Un ruolino di marcia straordinario, con 64 punti in classifica, a fronte di 65 set vinti e solo 8 persi. Cionondimeno, una sconfitta ad Agrigento senza muovere la classifica, riporterebbe la diretta concorrente a sole due lunghezze di ritardo, rimettendo tutto in discussione. Per contro, un successo esterno potrebbe consentire già la domenica successiva di festeggiare la B1 al PalaLivatino. Ecco perché, nonostante la lezione inflitta alle agrigentine all'andata ed i tanti ostacoli brillantemente superati nel percorso affrontato, l'esame di domenica sera è il più atteso della stagione, da entrambe le parti, nelle conseguenze il cui esito può innescare, tanto nella classifica quanto sul piano mentale.

A conferma di ciò, sia nella settimana santa che al rientro dalle feste, le ragazze sono apparse concentratissime agli allenamenti tattici ed in palestra, vogliose come non mai di mettersi ancora una volta alla prova. Una circostanza che ha certamente fatto piacere, fino quasi a meravigliarsi, al personale tecnico ed allo staff atletico, nonché ovviamente alla stessa dirigenza.

Le atlete care al presidente Invincibile hanno dimostrato nel corso della stagione di rispettare le avversarie di turno, sottovalutandone presumibilmente solo una. Ma specie da quel mezzo passo falso, le biancazzure si sono approcciate a sfide sulla carta molto più agevoli rispetto allo scontro diretto di domenica, come se fossero delle finali. Se ci vorrà una grande Heraclea per battere l'Akragas, ci vorrà un Agrigento ancora più grande per avere la meglio su Gela. E da domenica sera, certamente, ne sapremo di più.


Autore : Filippo Guzzardi

» Altri articoli di Filippo Guzzardi
In Edicola
Newsletter
Registrati alla Newsletter Gratuita del Corriere di Gela per ricevere le ultime notizie direttamente sul vostro indirizzo di posta elettronica.

La mia Email è
 
Iscrivimi
cancellami
Cerca
Cerca le notizie nel nostro archivio.

Cerca  
 
 
Informa un Amico Informa un Amico
Stampa la Notizia Stampa la Notizia
Commenta la Notizia Commenta la Notizia
 
㯰yright 2003 - 2022 Corriere di Gela. Tutti i diritti riservati. Powered by venturagiuseppe.it
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120