1 2 3 4 5
Corriere di Gela | Lo sconfitto Speziale: non sono stato capito
Edizione online del Periodico settimanale di Attualità, Politica, Cultura, Sport a diffusione comprensoriale in edicola ogni sabato
notizia del 21/06/2010 messa in rete alle 13:43:25

Lo sconfitto Speziale: non sono stato capito

Lillo Speziale ha atteso con serenità a casa sua il verdetto delle urne. Amarezza e delusione certamente, ma anche tanta volontà di continuare a spendersi per la città da parlamentare e da presidente della Commissione antimafia. La prima cosa che gli chiediamo è che cosa gli rimane di questa esperienza.

“Con il 46% della città che ha sostenuto la mia candidatura non è poco. Sono amareggiato per il modo come i miei colleghi di partito hanno condotto una campagna elettorale odiosa e cattiva con attacchi personali fino all’inverosimile, rappresentandomi come il male della città. E parlano proprio coloro che hanno fatto i soci e gli assessori di Caltaqua. Su questo stendo un velo pietoso e prendo atto del risultato. Ad Angelo auguro con tutto il cuore che possa fare bene. Me lo auguro perché essendo cittadino di Gela spero che facci a bene il sindaco dio Gela. In questo contesto avrà la mia piena collaborazione. So che troverà il Comune in una condizione disastrosa e se chiederà aiuto nell’interesse della città, non gli verrà a mancare. Io continuerò a far politica anteponendo gli interessi collettivi rispetto ai meschini calcoli di parte. Spero che le contraddizioni non esplodano subito”.

– Anche con lei sono saltati molti schemi.

“Io ho sempre sostenuto l’alleanza con l’Mpa. Ho partecipato ad un congresso ed io ero per questa linea politica tese a disarticolare il centro destra e fare alleanze con pezzi del centro destra. Un’idea che ho sempre manifestato sia a Gela che a Palermo. Penso che anche questa debba essere la linea nazionale del mio partito”.

– Ma questa linea pensa che andrà a consolidarsi ed estendersi in periferia?

“Lasciamo perdere. Dall’altra parte si era detto niente Mpa e poi invece hanno fatto tutto il contrario. Parliamo invece della città. Adesso Gela ha un sindaco votato dai cittadini con una larga maggioranza. Al sindaco compete l’onere della prova, nel senso che deve impegnarsi. A noi invece compete l’onere di sostenerlo in questa battaglia. Io mi auguri che Angelo ce la faccia. Così la città starà meglio”.

– Ci sono alcuni consiglieri vicini a lei che temono di perdere il posto di consigliere per via del premio di maggioranza. Come stanno le cose?

“Con me ci sono otto consiglieri comunali, ossia il doppio di quelli che ha preso il Pd, ma nessuno ha timore di perdere. La legge è chiara ed esiste anche un parere dell’ufficio legislativo della Regione. Sono fatti di natura tecnica. La cosa più importante è che Angelo si è battuto ed ha avuto questo risultato splendido e che possa lavorare bene”

– Cosa è che la turba?

“Sulle primarie c’è un ombra che rimane. Sulle secondarie c’è un accordo fra me ed Angelo che chi arriva al ballottaggio, uno dei candidati sostiene l’altro. Si è dato il caso che siamo arrivati noi due al ballottaggio e non c’era motivo di sostenere l’altro”.

– Adesso ritorna al lavoro?

“Non ho mai smesso di lavorare. Facevo il candidato ma continuavo a fare l’attività della commissione antimafia”.

– Quali sono i suoi ultimi pensieri? Cosa avrebbe voluto fare di importante se avesse vinto?

“Avrei voluto dare. Avrei voluto lasciare un segno alla mia città. So che non sono stato compreso. La città ha scelto Angelo e ora tocca a noi aiutarlo”.



Autore : Nello Lombardo

» Altri articoli di Nello Lombardo
In Edicola
Newsletter
Registrati alla Newsletter Gratuita del Corriere di Gela per ricevere le ultime notizie direttamente sul vostro indirizzo di posta elettronica.

La mia Email è
 
Iscrivimi
cancellami
Cerca
Cerca le notizie nel nostro archivio.

Cerca  
 
 
Informa un Amico Informa un Amico
Stampa la Notizia Stampa la Notizia
Commenta la Notizia Commenta la Notizia
 
㯰yright 2003 - 2022 Corriere di Gela. Tutti i diritti riservati. Powered by venturagiuseppe.it
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120