1 2 3 4 5
Corriere di Gela | Calcio/Eccellenza: ko nel recupero, ed è la resa Atletico, Scerra lascia dopo Modica
Edizione online del Periodico settimanale di Attualità, Politica, Cultura, Sport a diffusione comprensoriale in edicola ogni sabato
notizia del 11/11/2012 messa in rete alle 00:14:14
Calcio/Eccellenza: ko nel recupero, ed è la resa Atletico, Scerra lascia dopo Modica

Con l'Atletico travolto dall'avversario anche nel recupero di mercoledì a Modica, unitamente ad una classifica che lo vede impietosamente chiudere ultimo, la dèbacle è fin troppo evidente. Ad un passo dal baratro, il tecnico Fofò Scerra ha rassegnato le proprie dimissioni dall'incarico. Già ad inizio settimana l'amministratore delegato Lucio Antona aveva difeso l'allenatore pur ammettendo che in seno alla società alcuni dirigenti ne avevano chiesto l'esonero. Dopo la scoppola patita a Modica, Scerra si è fatto da parte e mentre si lavora per il suo sostituto è stato assegnato a Giacomo Cascino il compito di traghettare la squadra in vista della trasferta a San Gregorio.

L'Atletico Gela, quindi, non è riuscito a sfatare il tabù vittoria. Non èera riuscito ad andare oltre il pari strappato peraltro in extremis contro il Mazzarà, domenica scorsa al Presti. Andata in svantaggio su rigore, i giallorossi sono stati costretti ad inseguire affannosamente il pareggio, obiettivo raggiunto solo nei minuti finali e sempre su penalty. Il tutto in un match, quello di sabato scorso, davvero avaro di emozioni.

Contro il Mazzarà, il tecnico Scerra ha dovuto rinunciare di nuovo agli infortunati Mezzasalma e Campailla rimasti ai box accanto gli squalificati Fiore e Pardo ed ha preferito non rischiare dall'inizio Domicoli ancora in non perfette condizioni fisiche. Ci hanno pensato Alma e Carfì nel primo tempo ad impegnare l'estremo difensore avversario che si è fatto trovare pronto in entrambe le occasioni. Manovra gelese, però, senza sbocchi. Il Mazzarrà si fa vedere dalle parti di Camiolo dopo ben oltre la prima mezzora di gioco ed al primo ingresso in area avversaria guadagna un calcio di rigore, trasformato puntualmente per lo 0-1 con cui si chiude la prima frazione di gioco. Nella ripresa la reazione locale non produce granché, anzi la traversa prima, un salvataggio di Famà sulla linea dopo, negano il raddoppio ai peloritani che ci vanno vicini anche al termine di un'altra ripartenza con Camiolo ad abbassare provvidenzialmente la saracinesca. Nel finale il calcio di rigore tradotto in rete da Domicoli, entrato nel frattempo in campo, permette ai suoi di evitare la sconfitta e muovere di un punticino la classifica, pur rimanendo in fondo ad essa.

E’ andata peggio in quel di Modica, nel turno infrasettimanale di recupero dell'ottava giornata, con l'Atletico che crolla letteralmente sotto i colpi dei padroni di casa. Una dura lezione subita, con il punteggio a testimoniarlo: 4-0.

E fanalino di coda l'Atletico Gela rimane dopo l'impegno di mercoledì, nel recupero della gara prima sospesa e poi definitivamente rinviata per nebbia al “Caitina” di Modica il 31 ottobre. Pur con Mezzasalma e Domicoli in campo dal primo minuto, non c'è stata praticamente partita.

La compagine locale agli ordini di Catania, neo-capolista del torneo a 16 punti in condominio con Taormina, Vittoria, Orlandina e Tiger Brolo, ha surclassato i giallorossi costringendoli alla resa nel corso della prima mezzora di gioco, con i rossoblu già sul 3-0. Ad inizio ripresa è arrivato il quarto goal che ha convinto il Modica a tirare i remi in barca ed a risparmiarsi in vista del prossimo appuntamento stagionale. I numeri dicono che in 9 gare sin qui disputate, 5 sono stati i pareggi e 4 le sconfitte. L'Atletico Gela è l'unica squadra del lotto delle partecipanti al girone B di Eccellenza ad avere lo zero nella relativa casella. Idem il Marsala nel girone A dominato dall'Akragas già in fuga solitaria a punteggio pieno (9 successi di fila in altrettanti turni osservati). Per fortuna dell'Atletico, le più dirette avversarie non sono così distanti ed il club presieduto da Giuseppe Turco è solo 1 punto dietro un terzetto formato da Comiso, Atletico Villafranca e San Gregorio.

Con Atletico Villafranca e Comiso che si sfidano a Villafranca Tirrena, lo scontro diretto al Comunale di Via Bellini, poco distante dal centro abitato etneo, contro il San Gregorio rappresenta per l'Atletico Gela già un primo crocevia stagionale. I gialloblu, al loro debutto assoluto in categoria, si sono sbloccati ed hanno ottenuto la storica prima vittoria nell'ultimo impegno casalingo contro il forte Taormina (siglando le uniche 3 reti in campionato), per poi subire una nuova sconfitta, benché di misura, nel derby contro l'Aci Sant'Antonio.


Autore : Filippo Guzzardi

» Altri articoli di Filippo Guzzardi
In Edicola
Newsletter
Registrati alla Newsletter Gratuita del Corriere di Gela per ricevere le ultime notizie direttamente sul vostro indirizzo di posta elettronica.

La mia Email è
 
Iscrivimi
cancellami
Cerca
Cerca le notizie nel nostro archivio.

Cerca  
 
 
Informa un Amico Informa un Amico
Stampa la Notizia Stampa la Notizia
Commenta la Notizia Commenta la Notizia
 
㯰yright 2003 - 2022 Corriere di Gela. Tutti i diritti riservati. Powered by venturagiuseppe.it
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120