1 2 3 4 5
Corriere di Gela | Le elezioni liquide
Edizione online del Periodico settimanale di Attualità, Politica, Cultura, Sport a diffusione comprensoriale in edicola ogni sabato
notizia del 18/12/2009 messa in rete alle 13:36:04
Le elezioni liquide

La nostra città, stando agli ultimi eventi succedutisi, è destinata ad acquisire, fino alla prossima scadenza elettorale, tutte le salienti caratteristiche di un grande e sfaccettato laboratorio di pratica politica.
Un convegno concernente l'attivazione della locale zona franca urbana, l'inaugurazione di un palasport, la riapertura di una discarica: in apparenza solo formali celebrazioni, convertite, però, nel corso di una fase storica di assidua e frenetica campagna elettorale, in taluni casi peraltro “clandestina”, in veri e propri summit strategici.
La tanto famigerata “gestione della cosa pubblica” viene inevitabilmente messa daccanto, subordinata ad interessi ed obiettivi altri.
Il sigillo che occludeva, ai non addetti ai lavori, ogni possibilità di riflettere intorno alle effettive intenzioni dei locali potentati politici è stato definitivamente scardinato dall'arrivo in città del sottosegretario, con delega al Cipe, Gianfranco Miccichè, già vero prediletto in Sicilia del premier Silvio Berlusconi. Non bisogna, infatti, trascurare che lo stesso esponente del governo allo stato in carica è, oggi, alla guida di un gruppo interno disallineato rispetto alle direttive del Pdl nazionale, confluito, così, in quello che viene indicato come Popolo della Libertà Sicilia: perseguendo l'evidente intento di ottenere la visibilità che la segreteria romana ha negato ai suoi aderenti. Gianfranco Miccichè, a Gela come a Palermo, ha assunto tutte le fattezze di stratega delle sorti istituzionali: sostenendo il governo Lombardo, sul piano regionale, ed orchestrando l'ipotesi di un'ampia alleanza tra la sua formazione e quelle del Partito Democratico e del Movimento per le Autonomie, entro i ristretti, ma sempre decisivi, confini gelesi.
Le consultazioni elettorali rivolte all'individuazione del successore dell'ex primo cittadino, Rosario Crocetta, consentiranno di penetrare una quotidianità politica veramente liquida, traendo spunto dai riscontri generati dall'analisi filosofica e sociologica condotta in questi anni dallo studioso britannico, di chiare origini polacche, Zygmunt Bauman: orfana, quindi, di qualsivoglia impronta ideologica; nessun connubio può essere escluso, neanche il più temerario.
Ma sarà veramente un confronto tra Pdl Sicilia, Mpa e Pd, su di un fronte, e Udc e Pdl ufficiale, su quello opposto? E' di tutta evidenza la spaccatura prodottasi entro gli organigrammi delle due maggioritarie formazione politiche del nisseno: il Partito Democratico ed il Popolo della Libertà. Se la prima soffre della contrapposizione tra il veterano, Calogero Speziale, già convinto di una personale discesa in campo per conquistare il palazzo di città, ed il rampante, Miguel Donegani, intenzionato a mantenere il seggio regionale conquistato ed al contempo, però, attivo quale mano invisibile delle trattative avviate dagli altri esponenti di quella che fu la grande coalizione di centro-sinistra; la seconda deve necessariamente confrontarsi con l'avvento del gruppo eterodiretto da Gianfranco Miccichè in grado, peraltro, di porre in discussione l'incontrastato regno del deputato, Alessandro Pagano, in queste ore maggiormente assorto nella definizione di strategie processuali, necessarie per impedire il rinvio a giudizio richiesto nei suoi confronti dal pubblico ministero della Procura di Caltanissetta, Maria Pia Ticino, con riferimento alla vicenda della nomina a primario del reparto di chirurgia del nosocomio del capoluogo nisseno del medico Silvio Morini.
La scissione è oramai palese nelle fila degli ex forzisti: i seguaci di Gianfranco Miccichè sono pronti ad accorpamenti di nuovo conio mentre i “lealisti”, condotti da Alessandro Pagano, si dichiarano fedeli alla salda alleanza con l'Udc, optando, così, per sponsorizzare l'ascesa al proscenio di Vincenzo Cirignotta. E se una simile crepa scalfisse anche l'edificio, fino a qualche anno addietro immune da ogni difetto, eretto dagli ex Ds, oggi confluiti nel Partito Democratico?
Calogero Speziale, infatti, inviso a gran parte degli iscritti, potrebbe tentare la sorte stringendo accordi con l'area crocettiana e richiamando alle armi, a suo supporto, i battaglioni del Pdl Sicilia e dell'Mpa (Gianfranco Miccichè e Giuseppe Federico non hanno risparmiato elogi nei suoi confronti); bisognerebbe capire a questo punto quali sarebbero le contromosse attuabili dal nucleo riconducibile al deputato regionale, Miguel Donegani: troppo ambizioso per piegarsi ai voleri dell'ex coordinatore provinciale.
Anche le forze minori, sussistenti non solo nel settore del centro-sinistra ma anche in quello del centro-destra, dovranno necessariamente appassionarsi alle quotidiane cronache politiche al fine di organizzare le rispettive strategie elettorali a sostegno di uno o dell'altro candidato.
Bauman esplicitando la teoria della liquidità si riferiva ai sistemi sociali ed ai meccanismi produttivi post-moderni, ma indubbiamente la stessa può ben attagliarsi al contesto politico gelese, perlomeno per quanto concerne l'assenza di certezze assolute.


Autore : Rosario Cauchi

» Altri articoli di Rosario Cauchi
In Edicola
Newsletter
Registrati alla Newsletter Gratuita del Corriere di Gela per ricevere le ultime notizie direttamente sul vostro indirizzo di posta elettronica.

La mia Email è
 
Iscrivimi
cancellami
Cerca
Cerca le notizie nel nostro archivio.

Cerca  
 
 
Informa un Amico Informa un Amico
Stampa la Notizia Stampa la Notizia
Commenta la Notizia Commenta la Notizia
 
㯰yright 2003 - 2022 Corriere di Gela. Tutti i diritti riservati. Powered by venturagiuseppe.it
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120