1 2 3 4 5
Corriere di Gela | Il prossimo 3 marzo nuovo tentativo per il Piano regolatore
Edizione online del Periodico settimanale di Attualità, Politica, Cultura, Sport a diffusione comprensoriale in edicola ogni sabato
notizia del 01/03/2010 messa in rete alle 13:23:36
Il prossimo 3 marzo nuovo tentativo per il Piano regolatore

Si tornerà a parlare di piano regolatore generale mercoledì 3 marzo ed entro quella data i consiglieri dovranno far pervenire la loro di dichiarazione di incompatibilità alla trattazione del Piano regolatore generale presso l’ufficio di Presidenza, presso la segreteria generale, o infine durante la celebrazione del civico consesso. Così è stato deciso dalla conferenza dei capigruppo mercoledì 24 febbraio scorso. “Mi sembra corretta questa procedura – ci ha dichiarato il capogruppo di Democrazia e socialismo Paolo Cafà (nella foto) – nella prossima riunione del civico consesso si verificheranno le altre incompatibilità che perverranno in aggiunta alle cinque presentate la scorsa seduta consiliare. Si vedrà quindi se ci saranno le condizioni legali per affrontare la discussione e l’approvazione del piano.

A dire il vero la volta scorsa non ci sono state quelle risposte che ciascuno di noi ha chiesto. Nel senso che non hanno dato le dovute spiegazioni in merito alla posizione dei consiglieri comunali nei rapporti con parenti fino al 4° grado. La norma del resto è ambigua laddove da una parte afferma che i consiglieri possono votare i piani urbanistici e dall’altra si afferma che devono astenersi. Le perplessità sono molte. I consiglieri non vengono messi nelle condizioni di conoscere chi sono i proprietari delle particelle del piano dove si prevede uno sviluppo urbanistico.

Noi ci lamentiamo del fatto che non c’è una macchina amministrativa che supporta il consiglio. Secondo me i consiglieri non possono essere tratti in inganno e devono cautelarsi prima di ogni discussione e di esprimere un voto.

I dubbi e le incertezze permangono”. E’ probabile che nel permanere questa incertezza, i consiglieri si dichiareranno incompatibili nel dubbio di esserlo e pertanto venendo a mancare i presupposti per adottare un Prg, nulla di strano che questo strumento urbanistico sia destinato ad essere varato dal commissario ad acta. Ne sapremo di più mercoledì 3 marzo nella terza seduta con lo stesso ordine del giorno.


Autore : Nello Lombardo

» Altri articoli di Nello Lombardo
In Edicola
Newsletter
Registrati alla Newsletter Gratuita del Corriere di Gela per ricevere le ultime notizie direttamente sul vostro indirizzo di posta elettronica.

La mia Email è
 
Iscrivimi
cancellami
Cerca
Cerca le notizie nel nostro archivio.

Cerca  
 
 
Informa un Amico Informa un Amico
Stampa la Notizia Stampa la Notizia
Commenta la Notizia Commenta la Notizia
 
㯰yright 2003 - 2022 Corriere di Gela. Tutti i diritti riservati. Powered by venturagiuseppe.it
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120