1 2 3 4 5
Corriere di Gela | Forza Italia sulla sanità in provincia
Edizione online del Periodico settimanale di Attualità, Politica, Cultura, Sport a diffusione comprensoriale in edicola ogni sabato
notizia del 26/01/2008 messa in rete alle 13:12:04
Forza Italia sulla sanità in provincia

Costruire una sanità efficiente e a misura d’uomo è il tema di un convegno regionale organizzato dall’Associazione legalità e sviluppo della provincia di Caltanissetta e da Forza Italia, sabato 19 scorso presso l’Auditorium del Liceo scientifico “Volta”di Caltanissetta. Anche se lo scopo principale del convegno è stato quello di affrontare il tema della sanità a livello regionale facendo sapere quale debba essere il nuovo percorso più vicino al cittadino, c’era una grossa dose di intento politico proteso alla riorganizzazione di Forza Italia avviata verso il Popolo della Libertà nella prospettiva di un rimpasto del governo regionale e delle imminenti elezioni provinciali. Una grossa occasione per l’ex assessore alla sanità Alessandro Pagano che è riuscito a radunare uomini di apparato della sanità regionale e tutti i suoi fedelissimi. A Caltanissetta c’erano – citando a memoria – Lucio Greco, Nando Maurelli, Enzo Loggia, Giovanni Scaglione, ma anche il direttore sanitario dell’Azienda ospedaliera di Gela dottor Bennici e il manager Costa. Una platea di tutto rispetto e dei relatori politici e tecnici (tantissimi medici e associazioni paramediche) che hanno dato al convegno una valenza significativa dal punto di vista del riassetto della sanità in Sicilia e delle idee che circolano per superare le grosse deficienze strutturali e per venire incontro alle esigenze dei cittadini, ma anche un momento di rilancio dell’azione di Forza Italia che è sembrata parlare uno stesso linguaggio sanzionato dallo stesso segretario regionale Angelino Alfano che ha elogiato l’abile e sapiente regia dell’on. Alessandro Pagano.
“Credo che la sanità – ha detto il segretario regionale di Forza Italia – sia il vero indice tra il nord e il Sud, tra la povertà ed il benessere. Io penso che fino a quando ci sarà un solo cittadino povero che non avrà la stessa cura di un cittadino ricco, noi avremo il dovere di batterci per una sanità più giusta ingaggiando una battaglia per lo sviluppo della Sicilia perché noi possediamo un ceto professionale medico, una qualità professionale, dei cervelli che possono far crescere la Sicilia”.
A introdurre i lavori è stato il presidente dell’Associazione Sviluppo e legalità dott. Raimondo Torregrossa. Dopo i numerosi interventi di responsabili della sanità a vari livelli (medici, rappresentanti di associazioni parasanitarie, manager, politici) hanno concluso i lavori le relazioni dell’Assessore regionale alla sanità Roberto La Galla ed il responsabile regionale di Forza Italia Angelino Alfano. Tra i relatori anche il capogruppo consiliare di Forza Italia Gaetano Trainito che nella qualità di segretario provinciale dell’Sbv (Società Branca a Visita) ha parlato degli specialisti convenzionati esterni accreditati, che dopo la pubblicazione sulla gazzetta ufficiale, rappresentano una tra le imprese di lavoro più importanti a livello provinciale e regionale per la certificata professionalità con un minor importo di spesa. Il dottor Trainito ha sottolineato come in questa prospettiva si riescano ad ottenere due grossi risultati: da una parte l’abbattimento dei tempi di attesa per gli interventi a carattere oculistico e dall’altra la diminuzione dei costi sanitari. Ma molto applaudito e sottolineato dallo stesso on. Pagano è stato il taglio politico dell’ultima parte del suo intervento. “Come esponente politico della mia città – ha detto Trainito – invece devo auspicare un maggiore e migliore controllo di tale territorio. A Gela è stato riscontrato un tasso di mortalità superiore alla media italiana del 57% per i tumori allo stomaco per i maschi e del 74% in più al colon retto per le femmine. Altresì presenza di malformazioni: per le ipospadie, che interessano l'apparato genitale maschile, non si è registrato un tasso così alto in nessuna realtà industriale nel mondo. Vi sono anche palatoschisi, idrocefalie, polidattilie ai piedi o alle mani. Nell'area di Gela sono presenti sostanze nocive e in particolare idrocarburi aromatici, mercurio, arsenico. Esse probabilmente hanno inquinato le falde acquifere e hanno causato in conseguenza la contaminazione della catena alimentare.
Parrebbe infatti che, da un'indagine riguardante le famiglie dei bambini malformati, sia emerso che molte donne avevano simili abitudini alimentari, cioè facevano uso di pesce, frutta e verdura locali, spesso venduti da ambulanti. L’esame dei crostacei pescati a Gela ha confermato la presenza di sostanze tossiche. I dati dell'Arpa relativi all'inquinamento atmosferico confermano una presenza di polveri sottili superiore al 300% rispetto al limite consentito dalla legge.
Dati allarmanti anche per il tumore al polmone: il rischio di contrarre tale neoplasia è del 60% in più per i residenti rispetto a chi fa il pendolare. Auspico pertanto un lavoro ancora più in sinergia fra Provincia, Arpa e Adsl 2 al fine di avere al più presto notizie certe e porre le dovute soluzioni. Non è giusto che oltre al danno ci sia la beffa per i nostri cittadini. Eventuali risorse aggiuntive vengano fornite da chi ha causato tutto ciò. E' necessario quindi che Eni e Raffineria di Gela, intervengano finanziariamente rinunciando anche a una parte dei loro profitti per la costituzione di un conseguente centro epidemiologico. Si propone inoltre – ha concluso il capo gruppo consiliare di Forza Italia – di creare le condizioni per l'installazione di impianti per la produzione di energia da fonti rinnovabili, fotovoltaici, solari, termici. Nell’immediato occorre l’istituzione di un osservatorio permanente con il monitoraggio continuo del territorio, con le dovute garanzie per la salute”.


Autore : Nello Lombardo

» Altri articoli di Nello Lombardo
In Edicola
Newsletter
Registrati alla Newsletter Gratuita del Corriere di Gela per ricevere le ultime notizie direttamente sul vostro indirizzo di posta elettronica.

La mia Email è
 
Iscrivimi
cancellami
Cerca
Cerca le notizie nel nostro archivio.

Cerca  
 
 
Informa un Amico Informa un Amico
Stampa la Notizia Stampa la Notizia
Commenta la Notizia Commenta la Notizia
 
㯰yright 2003 - 2022 Corriere di Gela. Tutti i diritti riservati. Powered by venturagiuseppe.it
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120