1 2 3 4 5
Corriere di Gela | Dentro i play off
Edizione online del Periodico settimanale di Attualità, Politica, Cultura, Sport a diffusione comprensoriale in edicola ogni sabato
notizia del 07/05/2007 messa in rete alle 12:43:32

Dentro i play off

Per molti era una chimera, ma alla fine hanno dovuto ricredersi. Il Gela corona l’inseguimento verso la zona che conta piazzandosi, in beata solitudine, al quinto posto in classifica, e adesso gli ultimi centottanta minuti separano il club dell’ing. Tuccio dalla conquista ufficiale dell’obiettivo stagionale. Con il successo di Vasto sono quattro le vittorie consecutive, ottenute con sudore e sacrificio ma soprattutto con merito.
E i biancazzurri possono vantare un maggiore entusiasmo rispetto agli avversari, aspetto che li pone tra i favoriti in vista della partecipazione agli spareggi valevoli per la C1. In fin dei conti, la lotta finale vede protagonisti il Gela e la Val di Sangro: in teoria anche il Lamezia e il Monopoli sono in piena corsa, ma i calabresi hanno ultimamente rallentato sul piano dei risultati, e sembrano i meno accreditati per l’adesione finale ai play-off, a differenza di un Monopoli super-favorito potendo vantare ben tre punti di vantaggio sullo stesso Lamezia e sulla Val di Sangro.
I ragazzi di Sanderra dovranno concludere il torneo con almeno un punto in più rispetto alle avversarie, poiché a parità di punti i biancazzurri, essendo in svantaggio negli scontri diretti, sarebbero estromessi dal quinto posto in classifica. E per poter conseguire quest’obiettivo, è importante analizzare il calendario: la prossima giornata vede il Gela ospitare al Presti il Celano, in gran forma e impelagato nella lotta per evitare i play-out, mentre il Lamezia affronterà un duro impegno casalingo contro il Benevento secondo in classifica e ad un punto dalla capolista Sorrento. Da notare che tra i sanniti manca per squalifica l’elemento di maggior spicco, il fantasista Clemente. Oltre al Gela, anche Val di Sangro e Monopoli ospiteranno in casa formazioni impegnate nell’evitare i play-out, ricevendo rispettivamente la visita dell’Igea Virtus e della Vibonese. Ovviamente, in caso di vittoria del Gela e mancato successo di Val di Sangro e Lamezia, il team di Sanderra otterrebbe la matematica partecipazione agli spareggi con un turno d’anticipo.
L’ultima giornata invece appare alquanto impegnativa per Comandatore e compagni, dovendo recarsi nella tana del Sorrento, mentre il Monopoli sarà di scena a Vasto, il Lamezia a Barcellona, e la Val di Sangro a Melfi. In parole povere, la squadra che vanta il calendario più agevole è la Val di Sangro, ma il Gela può annullare il gap sfruttando l’entusiasmo creatosi attorno alla squadra dopo la recente marcia vincente. Anche a Vasto i tifosi del Vecchio Stile hanno incitato i propri beniamini, ispirati dalla gagliarda prestazione dei gelesi, il cui punto di forza rimane la difesa. Un solo gol subìto nelle ultime quattro gare, con il baluardo Recchi bravo nel respingere le numerose occasioni create dagli avversari.
Anche in Abruzzo il portiere marchigiano si è superato in più di una circostanza, conservando a dovere la perla firmata dalla rivelazione domenicale Ikè, schierato a sorpresa dal primo minuto, in mezzo al campo, al posto dello squalificato Parlagreco. Una scelta rischiosa quella compiuta dal tecnico Sanderra, perché il nigeriano ha sì realizzato un gol fantastico, con una palombella che da lontano ha beffato il portiere Aridità, ma nella ripresa s’è fatto ingenuamente espellere mettendo in difficoltà i propri compagni.
Una soluzione che al tirar delle somme non ha convinto pienamente, ma al tecnico va dato merito di aver manifestato ultimamente un audacia inizialmente ignota e che va giustamente rimarcata e apprezzata. Per il resto gara perfetta, o quasi, dei biancazzurri a Vasto, e adesso il testimone passa nuovamente ai tifosi. Si prevede il pienone al Presti per la gara con il Celano, e i sostenitori dovranno aiutare enormemente i giocatori di Sanderra, perché gli avversari, trascinati in campo dal “toro di Sora” Pasquale Luiso, daranno sicuramente filo da torcere. Dopo un disastroso girone d’andata i marsicani, allenati da Petrelli, sono stati i protagonisti della seconda parte del torneo, dopo aver stravolto l’organico nel mercato di riparazione invernale. In campo si schierano con il classico 4-4-2, e annoverano tra le proprie fila l’ex Campanile.
A Gela però dovranno fare a meno di tre importanti pedine: per squalifica saranno infatti assenti il portiere Bartoletti (e la riserva Vurchio che prenderà il suo posto è un giovane inesperto), il fortissimo centrocampista argentino Barrioneuvo e Cesaro. Sospeso per tre turni anche il tecnico Petrelli. Un grande vantaggio dunque per il team gelese, cui mancherà per squalifica il solo Ikè, salvo defezioni sopraggiunte, ma in compenso rientrerà nell’undici titolare l’indispensabile Parlagreco.


Autore : Paolo Cordaro

» Altri articoli di Paolo Cordaro
In Edicola
Newsletter
Registrati alla Newsletter Gratuita del Corriere di Gela per ricevere le ultime notizie direttamente sul vostro indirizzo di posta elettronica.

La mia Email è
 
Iscrivimi
cancellami
Cerca
Cerca le notizie nel nostro archivio.

Cerca  
 
 
Informa un Amico Informa un Amico
Stampa la Notizia Stampa la Notizia
Commenta la Notizia Commenta la Notizia
 
㯰yright 2003 - 2021 Corriere di Gela. Tutti i diritti riservati. Powered by venturagiuseppe.it
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120