1 2 3 4 5
Corriere di Gela | Rientra D’Aiello e il Gela ci crede
Edizione online del Periodico settimanale di Attualità, Politica, Cultura, Sport a diffusione comprensoriale in edicola ogni sabato
notizia del 17/03/2008 messa in rete alle 12:36:08

Rientra D’Aiello e il Gela ci crede

Battere al Presti Benevento, Pescina, Monopoli e Marcianise senza poi credere a sufficienza nell’obiettivo play-off equivarrebbe ad un sacrilego pensiero. L’ultima vittoria è stata peraltro conquistata, a scapito proprio del Marcianise, in condizioni particolari, essendo il Gela sceso in campo privo di numerosi titolari e con giocatori fuori forma. E allora perché non lottare con lo stesso animo e con la medesima determinazione lontano da casa? Cosa induce a comportarsi da leoni al Presti e da conigli in trasferta?
Il club presieduto da Tuccio non ha nulla da perdere, la salvezza è virtualmente acquisita, motivo per cui si potrà anelare al quinto posto con maggiore calma e serenità. Il Gela ha superato con estrema facilità le prime della classe, ed un eventuale partecipazione agli spareggi-promozione regalerebbe il ruolo di favorita alla compagine di Sanderra, forte dell’apporto proveniente da una tifoseria calorosa e rinvigorita dal probabile ritorno dei vari pezzi da novanta attualmente indisponibili.
Nella passata stagione, alla vigilia dei play-off, il Gela, tecnicamente più debole ma dotato di maggiore combattività rispetto a quello attuale, doveva fare i conti con la superiorità qualitativa del Benevento e del Potenza, quest’ultima unica rivale sfidata nella lotteria. Passarono i lucani, poi vincenti in finale sul favorito Benevento, ma quest’anno i play-off presenterebbero una consistenza ben diversa. Il team biancazzurro non avrebbe nulla da invidiare alle rivali, non ci sarebbero favorite, e l’unica pecca da limare si racchiude nella pochezza caratteriale manifestata sin qui in trasferta. Le prossime due gare esterne consecutive forniranno un responso in tal senso: questo Gela vanta o no gli attributi per imporsi lontano dal Presti? E’ il momento di tirarli fuori, al fine di spezzare la triste serie di tre sconfitte, rimediate in sequenza negli ultimi viaggi intrapresi al di là dello stretto.
La prima trasferta vede Tamburro e compagni di scena a Vibo Valentia, con un precedente di buon auspicio, avendo già espugnato nella passata stagione, sempre con Sanderra (foto) in panchina, la formazione calabrese, a sua volta con l’attuale tecnico alla guida, Salvatore Di Somma. Anche in quel caso situazione analoga, con la Vibonese impegnata nell’evitare i play-out ed ospiti che puntavano, da lontano, la zona nobile della classifica. I prossimi avversari del Gela provengono, tuttavia, da una fresca sconfitta interna, contro un’altra siciliana, l’Igea Virtus, e pertanto la tifoseria rossoblu s’attende un pronto riscatto per non essere risucchiati nei bassifondi. Inoltre annoverano tra le proprie fila alcuni ex con il dente avvelenato, vedi Fabbro, Occhipinti ed il portiere Panico. A gennaio la Vibonese s’è rafforzata con l’innesto dell’esterno sinistro Riolo, elemento avvezzo al gol, e soprattutto Galantucci, ex bomber del Rende. Giunto dal Verona anche il giovane e promettente ivoriano Dianda, ma la Vibonese ha pagato molto l’assenza del quarto ex del Gela, Ciccio Corapi, ceduto nel mercato invernale al Benevento.
Quali armi Berti ed il resto della squadra dovranno utilizzare per vincere o quantomeno pareggiare questa dura trasferta? La gara successiva li vede di scena in quel di Benevento, e pertanto occorre puntare principalmente sulla prima delle due sfide esterne, cercando di non deludere ancora una volta i propri tifosi. Anzitutto serve una prova di gran carattere, senza rilassarsi dal punto di vista mentale e concedendo poco all’avversario in fase offensiva, considerata la forza del duo Mastrolilli-Galantucci. Per fortuna in difesa rientra, dopo tre giornate di squalifica, Rocco D’Aiello (nella foto), fermo restando la necessità di un gran contributo dal centrocampo in fase d’interdizione. E qui entra in gioco, per l’ennesima volta, Emiliano Parlagreco: Marinucci Palermo è stato squalificato dal giudice sportivo per un turno, e quasi certamente sarà l’italo-argentino colui che dovrà affiancare Berti in mezzo al campo. Forse si tratta dell’ultima prova d’appello per lui, apparso più volte deludente negli ultimi mesi.
Nel girone d’andata mostrava gran carattere, possibile che sia sparito del tutto? Sanderra potrebbe però rispolverare a sorpresa la carta Mento, giovane che ha risposto bene in campo quando è stato chiamato in causa, tre mesi addietro, nella trasferta di Catanzaro. Infine il Gela, per aver ragione della Vibonese, deve dimostrare compattezza ed unione d’intenti, prerogative manifestate contro il Marcianise. Nonostante il vantaggio iniziale ottenuto dai campani, i biancazzurri hanno ribaltato il punteggio mostrando una gran reazione, trascinati da uno splendido Berti e da un sempre più prolifico Ciòfani, al quarto centro nelle ultime tre gare. Hanno deluso gli esterni, Perrotta ed Ike, e ciò appare preoccupante per un modulo, il 4-4-2, basato proprio sull’apporto dei due giocatori. Il primo è calato sensibilmente e sbaglia i cross, il secondo riesce a creare qualcosa, per poi sciupare tutto quando deve concretizzare.
Nell’attesa di un loro ritorno in forma, a Vibo Sanderra potrebbe puntare su qualche alternativa, come Di Franco, riemerso nel finale della gara di domenica, e risultato decisivo con un assist per Ciòfani, atterrato poi in area di rigore.
Contro i calabresi saranno assenti Franciel, Fofana ed Omolade, con il nigeriano che sconta la quarta ed ultima giornata di squalifica. In attacco ancora Ciòfani e Ragosta. In porta rientra Orlandi.


Autore : Paolo Cordaro

» Altri articoli di Paolo Cordaro
In Edicola
Newsletter
Registrati alla Newsletter Gratuita del Corriere di Gela per ricevere le ultime notizie direttamente sul vostro indirizzo di posta elettronica.

La mia Email è
 
Iscrivimi
cancellami
Cerca
Cerca le notizie nel nostro archivio.

Cerca  
 
 
Informa un Amico Informa un Amico
Stampa la Notizia Stampa la Notizia
Commenta la Notizia Commenta la Notizia
 
㯰yright 2003 - 2021 Corriere di Gela. Tutti i diritti riservati. Powered by venturagiuseppe.it
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120