1 2 3 4 5
Corriere di Gela | Giovinezza letale, un giallo di Nunzia Ruvio
Edizione online del Periodico settimanale di Attualità, Politica, Cultura, Sport a diffusione comprensoriale in edicola ogni sabato
notizia del 17/05/2009 messa in rete alle 12:11:44

Giovinezza letale, un giallo di Nunzia Ruvio

Semplice e asciutta quando risponde alle nostre domande, puntualizzando il suo pensiero. Insegna inglese da tanti anni a Piazza Armerina presso la scuola media “Roncalli”, dove attualmente vive, ma il suo cuore alberga nella Gela che le ha dato i natali e dove ha tantissimi amici oltre che gli affetti più cari. Quasi ogni fine settimana fa tappa nella nostra città di cui è molto innamorata. Le piacciono il mare, il verde ma soprattutto i suoi abitanti, in particolar modo “tutti coloro che si battono per una Sicilia migliore”. E’ proprio a costoro che la scrittrice Nunzia Ruvio, dedica il libro. Si tratta del suo primo libro giallo, anzi giallonero. E’ edito da Bonfirraro editore. Consta di 191 pagine. Cinquecento copie la prima tiratura. Quando le chiediamo se non ritiene un fatto inconsueto che una donna scriva un giallo e poi che oggi c’è tutta un’altra tipologia di libri che girano nel mercato italiano, la prof.ssa Ruvio non è d’accordo.
“Ho amato fin dalla tenera età leggere gialli – dice la scrittrice –. Sono una grande divoratrice di libri e di questo genere conosco alla perfezione l’impalcatura, i classici, ma anche gli scrittori meno noti e più moderni”.
– Il suo libro, “Giovinezza letale”, è un giallo poliziesco?
“E’ un giallo d’indagine, soprattutto. C’è l’indagine meticolosa, alla Maigret. C’e una donna che fa indagini come poliziotta, ma sa anche essere molto dolce in particolari momenti”.
– In questo romanzo ci sono tutti gli strumenti di indagine che vanno dalla cimice, alla microspia, alla fotocamera a forma di penna stilografica.
“Non proprio questi strumenti, c’è dell’altro. E poi come un giallo che si rispetti, c’è un assassino la cui identità verrà scoperta solo verso la fine. La conclusione è molto personale perché ho dato spazio al personaggio principale che è una donna”.
– Scrivere un giallo, significa rispettare certi canoni, una certa impalcatura. Come è nata questa idea del giallo?
“Ci ho studiato un po’ su. Ho buttato uno schema. A un certo punto non mi è piaciuto e l’ho rifatto. Ho degli ipercritici che sono le mie sorelle”.
– E’ il suo primo romanzo?
“No. Ho già fatto un primo tentativo. Proprio loro me lo hanno fatto mettere da parte. Mi è servito comunque da palestra. Lo riprenderò e modificherò perché mi fido del loro giudizio”.
– Trovare l’editore è stato facile o difficile?
“Non per niente facile, però con la tenacia che mi ha infuso una delle mie sorelle, alla fine ce l’ho fatta. Per le mie cose sono molto tenace, però quando si tratta di sollecitare gli altri divento estremamente timida. Io mi impegno tantissimo e mi spendo al massimo, ma quando dipende dagli altri mi tiro un po’ indietroLa Scanfarm è una casa farmaceutica, ci occupiamo della produzione e della vendita di medicinali di vario genere".

Nella foto al centro la scrittrice Nunzia Ruvio, alla sua sinistra la collega Angela Schembri ed a destra la sorella endocrinologa Annarita Ruvio.


Autore : Nello Lombardo

» Altri articoli di Nello Lombardo
In Edicola
Newsletter
Registrati alla Newsletter Gratuita del Corriere di Gela per ricevere le ultime notizie direttamente sul vostro indirizzo di posta elettronica.

La mia Email è
 
Iscrivimi
cancellami
Cerca
Cerca le notizie nel nostro archivio.

Cerca  
 
 
Informa un Amico Informa un Amico
Stampa la Notizia Stampa la Notizia
Commenta la Notizia Commenta la Notizia
 
㯰yright 2003 - 2022 Corriere di Gela. Tutti i diritti riservati. Powered by venturagiuseppe.it
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120