1 2 3 4 5
Corriere di Gela | Pino Federico: «Sarò il presidente di tutti i nisseni»
Edizione online del Periodico settimanale di Attualità, Politica, Cultura, Sport a diffusione comprensoriale in edicola ogni sabato
notizia del 18/06/2008 messa in rete alle 12:06:37

Pino Federico: «Sarò il presidente di tutti i nisseni»

“Adesso arriva il momento più importante e più difficile. Per me è motivo di soddisfazione e di gioia cominciare a lavorare per questa provincia, per questo territorio”.
– Una delle accuse che è stata mossa al presidente uscente è stata quella di essere stato più il presidente della zona sud della Provincia anziché dell’intera provincia.
“Non deve esserci competitività con i territori. Ciascuno ha le sue peculiarità e come tali vanno assecondate e rispettate, nel senso che ogni Comune deve poter crescere con le proprie prerogative. Gela ha le sue e sono l’industria, il mare l’agricoltura, come pure il nord ha l’agricoltura da valorizzare, ma anche un’attenzione particolare al rifacimento della viabilità veramente scadente. Con la mia presidenza dovrà iniziare una nuova fase che punterà sulla sinergia e sul far sistema. Questo è il mio motto. E lo tradurrò subito con i quattro deputati della provincia di Caltanissetta. Dobbiamo adesso dare risposte a questo territorio in forma chiara e coordinata”.
– Nel corso della campagna elettorale si è polemizzato sul fatto che in caso di vittoria l’avrebbero costretta a dimettersi da deputato regionale. Che c’è di vero?
“Il fatto di essere deputato, lo ribadisco, è un valore aggiunto a quello di Presidente della Provincia. Io lavorerò perché sia effettivamente un valore aggiunto perché questa provincia ha bisogno di mettersi in marcia e di crescere dal punto di vista economico. Non possiamo assolutamente rimanere l’ultima provincia siciliana. Dobbiamo fare ogni sforzo tutti insieme per farla ripartire alla grande”.
– Quali le priorità in agenda?
“Ne elenco alcune senza la presunzione di stabilire un ordine. La viabilità in provincia è un aspetto che va curato fortemente. Utilizzerò gli avanzi di amministrazione per cominciare a lavorare. Per Gela so che ci sono delle infrastrutture già finanziate come il porto e qui cercheremo avviare le procedure per l’appalto sperando di non avere sorprese sulla disponibilità delle risorse. Adesso non abbiamo scuse. La gente ci ha dato un grande consenso e quindi non possiamo disattendere ogni aspettativa. Dobbiamo mettere in campo una squadra di persone preparate”.
– Sarà possibile realizzare un raccordo con l’Amministrazione Crocetta?
“L’ho sempre detto. E’ normale che ci debba essere sinergia tra Istituzioni, ossia in questo caso tra amministrazione comunale e provinciale. Bisognerà mettere insieme un progetto complessivo di sviluppo e con Crocetta ne parleremo presto. Massima disponibilità a lavorare con l’Amministrazione comunale. E’ impensabile che si possa penalizzare la città di Gela sol perché c’è un sindaco di sinistra. Se Crocetta è disponibile, posso affermare che lavoreremo insieme per il benessere di questo territorio. Non ci presteremo ad alcuna strumentalizzazione. Dimentichiamoci per un attimo della politica e pensiamo soprattutto ai problemi. Non è il momento delle divisioni”
– Cosa vuol dire a chi lo ha votato e a chi non le ha dato il consenso?
“Sarò il presidente di tutti. Sono pochi coloro che non mi hanno votato. Chissà, la prossima volta mi voteranno anche loro. Ringrazio tutti. Sia coloro che mi hanno votato che quelli che non lo hanno fatto. Mi auguro infine di essere all’altezza delle tante aspettative che molta gente ha riposto su di me. Nessuno ha la bacchetta magica. Le competenze della provincia sono limitate e non ci si può attendere più di quanto sia possibile. Faremo in modo comunque di intercettare ogni forma di finanziamento per far partire la macchina economica arrugginita dei questo territorio. E’ un obiettivo cui tengo e sono certo che assieme a chi mi starà al fianco lo raggiungeremo”.
– E’ vero che si avvarrà di un gruppo di lavoro competente per l’intercettazione delle risorse?
“So che è stato fatto un ufficio speciale, ma questo va potenziato. Ho in mente di discuterne con il mio staff politico per fare un bando creando una società con grandi competenze in tema di assunzioni di risorse finanziarie esterne da aggiungere a quelle territoriali. Ci sono tante intelligenze da valorizzare ed a queste potenzialità darò largo spazio perché sono il vero investimento per fare crescere la nostra provincia”.


Autore : Nello Lombardo

» Altri articoli di Nello Lombardo
In Edicola
Newsletter
Registrati alla Newsletter Gratuita del Corriere di Gela per ricevere le ultime notizie direttamente sul vostro indirizzo di posta elettronica.

La mia Email è
 
Iscrivimi
cancellami
Cerca
Cerca le notizie nel nostro archivio.

Cerca  
 
 
Informa un Amico Informa un Amico
Stampa la Notizia Stampa la Notizia
Commenta la Notizia Commenta la Notizia
 
㯰yright 2003 - 2022 Corriere di Gela. Tutti i diritti riservati. Powered by venturagiuseppe.it
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120